Mercedes-AMG GT Roadster: “cattiveria” a cielo aperto

15 settembre 2016

La Mercedes-AMG annuncia la versione scoperta della GT, proposta in due versioni: “normale”, con 476 CV, e C, con 557.

Mercedes-AMG GT Roadster: “cattiveria” a cielo aperto

DUE AMG ROADSTER DA URLO - Le Mercedes-AMG GT Roadster e GT C Roadster sono le versioni scoperte dell'apprezzata GT con carrozzeria coupé. Seguono di pochi mesi il lancio della “estrema” GT R, della quale riprendono il disegno del frontale con la mascherina più grande. La differenza principale tra questa coppia di “biposto” è nel cuore: il 4.0 litri V8, biturbo, ha 476 cavalli sulla GT Roadster (e 465 Nm di coppia) ed arriva ai 557 della GT C Roadster (con 502 Nm). Le prestazioni vanno di conseguenza: lo 0-100 è coperto in 4 secondi dalla versione “meno potente” e in 3,7 dalla GT C; quanto alla velocità massima, i picchi sono di 302 e di 316 chilometri orari. 

PIÙ MUSCOLI - La Mercedes-AMG GT C Roadster, inoltre, adotta alcune soluzioni tecniche della GT R come lo sterzo attivo dell’asse posteriore e il differenziale autobloccante, controllato elettronicamente; sulla GT Roadster il differenziale è sempre autobloccante, questa volta però meccanicamente. Inoltre, la GT C è più muscolosa della sorella: i parafanghi posteriori sono più ampi, così come i passaruota che devono ospitare pneumatici dalle dimensioni generosissime; i cerchi sono da 19 pollici per la GT “normale” e da 19 pollici all’anteriore, che diventano 20 al posteriore, sulla GT C. La GT C ha anche le sospensioni regolabili AMG Ride.

CAMBIO “RACE” - Il cambio, a doppia frizione con sette marce, ha una modalità extra sulla Mercedes-AMG GT C Roadster, ribattezzata “Race” che diminuisce al minimo possibile il tempo di cambiata e lascia libero sfogo al suono del V8 biturbo. Le altre modalità sono la "C" (comfort), la "S" (sport), la "S+" (sport plus) e la "I" (individuale). Entrambe le roadster hanno le fasce anteriori a griglia, controllate elettronicamente, che si possono chiudere per una migliore aerodinamica o aprire per un raffreddamento supplementare del motore.

SOFT TOP E VASTA SCELTA DI COLORI - L’interno segue lo stile della GT con carrozzeria coupé, con cruscotto ampio, console centrale piuttosto alta e seduta ovviamente bassa. Il tettuccio in tela si può aprire elettricamente anche in movimento, fino ad una velocità di 50 chilometri orari, ed è disponibile in tre colori: nero, rosso e beige. Tonalità da abbinare, secondo il proprio gusto, agli 11 colori disponibili per la carrozzeria e ai dieci per l’interno della vettura. La struttura del tetto è un mix di magnesio, alluminio e acciaio che garantisce un ottimo contenimento dei pesi. Al momento, non si conoscono ancora i prezzi di queste due vetture da sogno.

Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
15 settembre 2016 - 17:09
Le avrei preferite manuali per il gusto di sentire l'auto il più possibile chi se ne frega che il doppia frizione è più veloce,non sono auto da pista ma stradali e chi le acquisterà certo non è un pilota professionista ed andrà raramente in pista.
Ritratto di luigi sanna
15 settembre 2016 - 17:36
5
Come per i freni carboceramici, se non si fa un uso in pista non vedo il loro impiego (visto i limiti). Fanno macchine da 1000 cv per circolare dove (giustamente) è tutto limitato. Cmq. il piacere di guida lo hai anche in sequenziale, poi oggi giorno, in mezzo al traffico, il manuale diventa snervante. Personalmente ho sempre avuto manuali, ma x la prossima credo che prenderò automatico.
Ritratto di hulk74
15 settembre 2016 - 19:28
Secondo me il manuale è più indicato su auto meno potenti e più leggere. Con queste prestazioni il doppia frizione è d'obbligo. PS ho avuto/ho 3 automatici (500 con dual logic, clio con edc e il 530 con 8 marce) nell'uso cittadino è impagabile. Il manuale ha senso solo su auto dal piglio sportivo ed un poco nostalgico; come la mx5 (che ho ed è STUPENDA)
Ritratto di Claus90
15 settembre 2016 - 19:35
Si ma ad esempio su Audi R8 era proposto sulla V10 Plus dotata del 5.2 in configurazione da 550 CV, che poteva essere abbinato sia al cambio manuale che al robotizzato, poi sulle supercar anni 90 esempio ferrari F-50 con 520 cv che aveva un manuale a 6 rapporti + RM, in blocco con il motore, secondo me dovrebbero lasciare la scelta al cliente più nostalgico, anzi queste auto dovrebbero avere anche il motore aspirato.
Ritratto di hulk74
15 settembre 2016 - 20:32
Lo so... ma il problema è che quei pochissimi che prendevano il manuale non avrebbero giustificato la doppia configurazione. PS quelle rare manuali costano come l'oro ora
Ritratto di Il Rettile
17 settembre 2016 - 10:27
Ma ste norme del ca.zzo non lo permettono. Anche Porsche ha dovuto adattarsi e fare le nuove Carrera con un 3.0 biturbo, al posto del 3.8 aspirato, per colpa di queste norme. Più potenza, ma il sound ne risente
Ritratto di hulk74
18 settembre 2016 - 17:27
Sinceramente me ne frego del sound. Ho provato la S con il 3.0 biturbo ed è spettacolare, sound incluso. È il boxter ad aver perso qualcosa nel sound, ma dai 3500-4000 giri in su
Ritratto di Нighway_To_HeII
15 settembre 2016 - 18:43
Sono sicuro che neanche il più grande ciaparat potrà mai preferire questo rottame costruito con gli avanzi del Citaro all'ottima 124 Abarth che su strada mista gli fa pelo e contropelo. Poi che arriverà qualche perdabal ad elogiarla guardando solo la velocità massima non l'ho metto in dubbio, ma rimarrà soltanto un perdabal appunto
Ritratto di andrea120374
15 settembre 2016 - 22:10
2
Highway per te non basta uno bravo ci vuole una equipe... ma vergognati!
Ritratto di andrea120374
15 settembre 2016 - 22:11
2
Highway per te non basta uno bravo ci vuole una equipe... ma vergognati!
Pagine