NEWS

Mercedes-Aston Martin: legami più saldi

19 dicembre 2013

Ufficializzato l'accordo secondo cui il 5% della Aston passa alla Mercedes AMG in cambio della tecnologia per sviluppare nuovi motori V8.

Mercedes-Aston Martin: legami più saldi
NERO SU BIANCO - Dopo la lettera d’intenti del luglio scorso, Mercedes AMG e Aston Martin hanno formalizzato l’accordo definitivo per una partnership tecnica. In cambio della cessione del 5% del capitale azionario alla Mercedes AMG (senza esborso di denaro e senza diritti di voto in consiglio di amministrazione), l'Aston Martin potrà contare sulla tecnologia dei tedeschi per sviluppare appositi motori V8 per le sportive inglesi. Le parti stanno inoltre lavorando su ulteriori accordi per la fornitura di componenti elettronici e studieranno nuove aree future di collaborazione. Non sono stati comunicati altri dettagli di questa partnership tecnica destinata a dare nuova linfa alla piccola Aston Martin, che altrimenti non avrebbe le risorse per sviluppare in proprio motori ed elettronica per la prossima generazione di modelli.
 
SODDISFAZIONE ANGLO-TEDESCA - Uno dei risvolti futuri di questa collaborazione potrebbe essere il progetto della suv Lagonda affossato nel 2009 dopo le reazioni negative del pubblico alla concept esposta al Salone di Ginevra. I tempi sono oggi maturi e nessuno si scandalizza più se case come Lamborghini, Bentley o Aston Martin si mettono a costruire suv. Da parte delle due aziende traspare entusiasmo. Se infatti Tobias Moers della Mercedes AMG si è detto orgoglioso di lavorare con l'Aston Martin, un portavoce dell’azienda inglese ha dichiarato che la prossima generazione di auto sportive offrirà maggiori prestazioni pur mantenendo il carattere e lo stile che da sempre contraddistinguono le sportive dell'Aston Martin.


Aggiungi un commento
Ritratto di Flavio Pancione
19 dicembre 2013 - 17:19
7
"I tempi sono oggi maturi e nessuno si scandalizza più se case come Lamborghini, Bentley o Aston Martin si mettono a costruire suv "
Ritratto di MatteFonta92
19 dicembre 2013 - 17:31
3
Concordo al 100% Flavio, ormai tentano di farci ingoiare questi maledetti SUV con la forza, sostenendo che se anche le Case che producono supercar si mettono a fare SUV non sia poi così grave... a me un SUV Lamborghini mi terrorizza a dir poco, così come del resto il prototipo presentato tempo fa dalla Bentley. Per non parlare delle Porsche Cayenne e Macan, dove si rasenta il ridicolo. Un SUV Aston Martin finirebbe per scalfire la reputazione della Casa inglese, che si è sempre distinta per le sua auto dalla linea equilibrata, elegante e sportiva al tempo stesso.
Ritratto di PariTheBest93
19 dicembre 2013 - 17:43
3
Ehm veramente hai risposto a Flavio non a fabri99 ;) Comunque come ho già scritto sull'articolo della Macan, Aston ha bisogno della suv per aumentare le sue scarse vendite (nel 2012 solo 3000 esemplari) e investire nelle sue sportive... Per me Aston è il mio marchio preferito in assoluto e preferisco vedere un Aston con il suv piuttosto che un Aston fallita, anche perché èun marchio autonomo a differenza di Bentley, Lambo e Porsche non hanno un colosso alle spalle (VW in questo caso)... Me ne farò una ragione, anche perché Bonomi sa quello che fa e quando la moda finirà nessuno se ne ricorderà!
Ritratto di MatteFonta92
19 dicembre 2013 - 17:51
3
Ehm... è vero, chiedo scusa, quando digito la lettera "F" nella barra dell'oggetto il primo nome che viene fuori è sempre quello di Fabri99, e per la fretta qualche volta non ci faccio caso... chiedo venia! ;-) Comunque, sono contento per l'Aston Martin per questo accordo con Mercedes, dato che i motori attuali sono ancora dei v.ecchi propulsori di origine Ford, e quindi serviva un rinnovamento. Per il SUV, beh, sono molto meno contento, però, se servirà ad aumentare le vendite (come nel caso del futuro Maserati Levante) allora sopporterò... anche se mi sembra difficile fare un SUV dall'aspetto filante ed elegante come il resto della gamma Aston Martin.
Ritratto di PariTheBest93
19 dicembre 2013 - 18:11
3
Ahahah io invece ho AMG_Performance come primo nome e senza guardare di solito lo clicco ;) Il suv servirà a salvarsi che è diverso da aumentare le vendite come ha fatto la Porsche con la Macan... La Lagonda non va molto a genio nemmeno a Bonomi (lo disse in un intervista) ma purtroppo è indispensabile... Quanto all'aspetto la Lagonda del 2009 ricorda vagamente una range rover... Sui motori ho espresso un parere sotto...
Ritratto di PariTheBest93
19 dicembre 2013 - 18:24
3
* che hanno un colosso alle spalle... Pardon!
Ritratto di Flavio Pancione
19 dicembre 2013 - 18:35
7
o meglio un Fuoristrada, come il vecchio Lamborghini Lm002 assolutamente esagerato e secondo me in pieno stile Lambo.. Aveva il motore della countach e prestazioni incredibili, era una sorta di "Hummer" inarrestabile ma decisamente più veloce, onestamente non so se in fuoristrada se la cavava ma una Fuoristrada del genere in chiave moderna mi piacerebbe se proprio debbon fare un Suv..
Ritratto di MatteFonta92
19 dicembre 2013 - 19:33
3
Sì, il Lamborghini LM002 me lo ricordo bene... vendette tantissimo negli stati della penisola Araba, dove gli sceicchi si divertivano a farlo ribaltare tra le dune del deserto! Comunque, dire fuoristrada e dire SUV sono cose molto diverse; se Lamborghini dovesse fare un fuoristrada a tutti gli effetti allora sarebbe anche accettabile, del resto l'ha già fatto in passato. Ma i SUV solo solo auto più alte da terra che nell'aspetto scimmiottano soltanto i fuoristrada, senza averne le caratteristiche. Si tratterebbe solamente di un'auto-immagine, quindi senza una vera utilità.
Ritratto di fabri99
19 dicembre 2013 - 19:44
4
.
Ritratto di Merigo
19 dicembre 2013 - 17:30
1
Questo post scrivevo su alVolante il 24 luglio: come volevasi dimostrare! "Può anche darsi che tu abbia ragione ma non ci conterei. Il Fondo Investindustrial di Andrea Bonomi ha oggi il controllo di Aston Martin ma, come per tutti i Fondi di investimento l'obiettivo, o la "mission" come si dice, è quello di rilanciare un'Azienda per poi rivenderla. E Bonomi ha mio parere ha già trovato l'acquirente in Daimler Benz, con cui tanto per cominciare per legarla a se (e contemporaneamente affrancarsi da Ford) ha siglato l'accordo per la fornitura delle meccaniche. Se Bonomi dimostrerà con Aston Martin le stesse capacità dimostrate con Ducati, quando il rilancio sarà completato con meccanica Mercedes la vendita sarà cosa fatta, perché Daimler non consentirà certo di lasciare vendere a terzi (cinesi? indiani?) con il rischio di perdere un Cliente oltre a non avere più alcuna altra possibilità di acquisire un Marchio forte (rimarrebbe solo MG, se forte si può definire) come Rolls-Royce e Bentley per fronteggiare nel super lusso le cugine BMW e VAG, dopo il fallimento dell'operazione Maybach. L'operazione è intelligente per entrambi: Bonomi fa il Suo mestiere di investitore e Daimler di industria. Se Bonomi risana, Daimler acquista, ovviamente ad un prezzo enormemente più alto di quello che la avrebbe pagata ante risanamento, ma lo farebbe senza rischiare denaro e, soprattutto, la faccia (credo che le operazioni Maybach appunto ma soprattutto Chrysler, Le siano state sufficienti). Questa è ovviamente solo una mia ipotesi mentre le certezze sono che Bonomi-Re Mida ha acquistato Ducati a 300 e l'ha riveduta dopo 5 anni a 900 (milioni di Euro) trasformandola da Azienda locale a Marchio globale, con il titolo mondiale MotoGP di Casey Stoner in bacheca. - See more at: http://www.alvolante.it/news/100-anni-aston-martin-festeggiati-londra-315124#comment-614600
Pagine