NEWS

Mercedes Classe A 2018: più tecnologia e comfort

29 dicembre 2017

La nuova Mercedes ha una linea più “affilata” e tante nuove tecnologie che la renderanno più confortevole e pulita, grazie al sistema ibrido.

Mercedes Classe A 2018: più tecnologia e comfort

SENZA RIVOLUZIONI - I primi mesi del 2018 saranno un periodo ricco di novità per la Mercedes, che mostrerà in anteprima a fine gennaio la nuova fuoristrada Classe G e poche settimane dopo la quarta generazione della Mercedes Classe A, berlina compatta a cinque porte rivale di Audi A3 e BMW Serie 1, che sarà svelata al Salone di Ginevra. Il nuovo modello sarà una profonda evoluzione di quello attuale, con una linea non stravolta rispetto all’edizione attuale, come appare dalla nostra ricostruzione grafica (qui sopra), in cui sono ben visibili i cambiamenti ai fari e alla mascherina: i proiettori saranno più rastremati e la griglia ricalcherà quella già vista sulla nuova berlina CLS, che diventerà un elemento di stile comune a tutte le nuove Mercedes. La Mercedes Classe A 2018 resterà quindi un modello sportiveggiante e giovanile ma, rispetto all’attuale, guadagnerà centimetri di spazio a bordo a tutto vantaggio dell’abitabilità e dello spazio per i bagagli, oggi abbastanza sacrificati rispetto alla concorrenza.

DUE TIPI DI SOSPENSIONE - Il salto in avanti della Mercedes Classe A 2018 sarà anche tecnologico: le versioni di punta avranno a disposizione un quadro strumenti che farebbe invidia a molte berline di lusso (nella foto qui sopra diffusa dalla casa), nel quale i tradizionali strumenti a lancette sono sostituiti da due schermi digitali, per la strumentazione e sistema multimediale di gestione dell’auto. All’interno saranno presenti materiali di alta qualità e migliorerà anche il comfort nei viaggi, stando a quanto annunciato finora dal costruttore, che ha lavorato moltissimo sulla riduzione di rumore, vibrazioni e durezza (il cosiddetto NVH). Le sospensioni prevedono due schemi a seconda delle versioni: davanti sarà presente uno schema MacPherson per tutte, mentre soltanto i modelli con motori più potenti avranno la raffinata architettura Multilink sulle ruote posteriori (le altre dovranno della barra di torsione). Fra i motori ci saranno i turbobenzina 1.3 e 2.0, quest’ultimo abbinato anche ad un piccolo motore elettrico alimentato da un impianto elettrico a 48 volt, mentre avranno l’alimentazione a gasolio il 1.5 e il 2.2.

Aggiungi un commento
Ritratto di money82
29 dicembre 2017 - 16:04
1
Staremo a vedere cosa presentano, spero sia una vettura all' altezza del marchio perchè l' attuale non lo è.
Ritratto di hulk74
29 dicembre 2017 - 19:53
E non lo sarà nemmeno questa... Auto per fare cassa!!! Come 1er, che però aveva il quid della TP e A3
Ritratto di Andrea Ford
29 dicembre 2017 - 16:06
A me sinceramente questi nuovi frontali mercedes non piacciono proprio, né su questa, ne sulla nuova cls: A mio avviso hanno perso tutta la bellezza, la presenza e l'arroganza di quelli che progressivamente sostituiranno, mi domando se fosse necessario questo drastico cambio di stile proprio adesso che avevano imbroccato lo stile che, almeno a me piaceva tanto, ma piaceva a tutti a giudicare dalle vendite. I tablet dentro mi sono invece abbastanza indifferenti cioè che ci siano o meno non mi fa né caldo né freddo se dovessi comprare ora una Mercedes-Benz.
Ritratto di hulk74
29 dicembre 2017 - 19:54
Non mi dispiacciono, ma ms concordo con l'eccesso di cambiamento
Ritratto di Francesco_93
29 dicembre 2017 - 16:40
Speriamo bene, mi piacerebbe un sistema 48 volt abbinato anche al 1.5 diesel, come Renault sta facendo con Scenic. Avrebbe consumi ridottissimi
Ritratto di antoniop24
29 dicembre 2017 - 16:52
Chissà come sarà la versione normale senza i due display.
Ritratto di Rav
29 dicembre 2017 - 18:50
2
Spero non come la versione normale della Classe E, che sinceramente a me fa ridere con quel quadro strumenti incastonato nella superficie piatta. Ma dato che di solito ci sono economie di scala, ho paura che sarà una cosa simile.
Ritratto di GiO1975
29 dicembre 2017 - 17:12
Linea molto più riuscita rispetto alla versione precedente che aveva, a mio giudizio, gruppi ottici troppo grandi e simili a quelli di segmento superiore, risultando in ultima analisi leggermente pacchiani. Certo che l'ispirazione asiatica è prepotente... l'interno è a dir poco eccezionale, sembra quello della classe G.
Ritratto di ardo
29 dicembre 2017 - 17:30
vedremo. a quella attuale preferisco la megane. pienzatece.
Ritratto di hulk74
29 dicembre 2017 - 19:55
Concordo!
Pagine