Mercedes

Mercedes
A

da 27.460

Lungh./Largh./Alt.

442/180/144 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

310-355/1125-1195 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati

In sintesi

È il quarto modello nella storia della Mercedes a chiamarsi Classe A. Tuttavia, mentre le prime due generazioni erano delle monovolume compatte, dal 2012 questo nome è riservato a una elegante e sportiva media a cinque porte. Impostazione che si ritrova ancora oggi, con i dovuti adattamenti estetici (l'auto lanciata nel 2018 comunque è tutta nuova) e con una bella iniezione di tecnologia. A partire dal sistema multimediale MBUX, che vede al centro della plancia un pannello che si estende fino al cruscotto. La tecnologia si ritrova anche nei diversi sistemi di assistenza alla guida: di serie la frenata automatica di emergenza e il mantenimento in corsia (che, però, è un po' brusco); tra gli optional il cruise control adattativo, il sistema di supporto nei sorpassi e quello per il parcheggio semiautomatico. Tante anche le funzioni legate alla app Mercedes Me, inclusa l'apertura dell'auto dal cellulare. A bordo non mancano, tra le numerose opzioni, i sedili con regolazione elettrica o ventilati. In generale, l'abitacolo è curato, ma non molto ampio per chi siede dietro. Numerosi i motori disponibili. A benzina c'è innanzitutto il vivace 1.3 turbo di origine Renault (modificato dalla casa tedesca con l'aggiunta, fra l'altro, del sistema di disattivazione automatica di due dei quattro cilindri per limitare consumi ed emissioni), declinato in tre livelli di potenza (dai 109 della A 160 ai 163 CV della A 200). Il 2.0, invece, spazia da 190 a ben 421 CVdella sportiva 45 AMG S. Due anche i propulsori a gasolio: il 1.5 (di derivazione Renault) da 95 e 116 CV e il 2.0, con 150 o 190 CV. Tutti consumano poco, e il 2.0 si distingue per fluidità e grinta. C'è anche una versione ibrida plug-in, basata sul 1.3 ma con l'aggiunta di un motore elettrico e con potenza combinata pari a 218 CV: lo scatto è molto buono.

Versione consigliata

La Mercedes A 180 d è la scelta più razionale per chi percorre molti chilometri in autostrada: il 1.5 turbodiesel spinge fluido, fa poco rumore e non è per nulla assetato. Invece, per chi vuol puntare su una versione a benzina basta e avanza la A 200, abbinandola però al cambio robotizzato (di serie avrebbe quello manuale a sei marce). 

Perché sì

Comfort L'abitacolo è ben insonorizzato e i sedili sono comodi: raccomandabili quelli anteriori ventilati (come pure gli ammortizzatori a controllo elettronico).

Finiture Ogni dettaglio dell'abitacolo e del baule della Mercedes Classe A mostrano una buona cura, dai materiali all'assemblaggio.

Tecnologia Di serie o a richiesta sono tanti i dispositivi che danno la sensazione di essere su un'auto moderna. A partire dal sistema multimediale MBUX.

Perché no

Comandi Il tasto per le "quattro frecce" è piccolo e poco in evidenza; la levetta del freno a mano elettronico, a sinistra del volante, non è raggiungibile dai passeggeri in caso di emergenza.

Mantenimento in corsia Il dispositivo interviene sui freni (dopo aver fatto vibrare il volante) quando si toccano involontariamente le linee sull'asfalto. Ma lo fa in modo brusco.

Optional Fra i tanti extra della Mercedes Classe A ce ne sono alcuni che sorprendono in una vettura di questo prezzo e così tecnologica. Per esempio, si pagano a parte le interfacce Android Auto e Apple CarPlay.

Mercedes A
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
94
63
62
44
98
VOTO MEDIO
3,0
3.03047
361

Photogallery