NEWS

Mercedes Digital Light: i fari… comunicano

20 agosto 2018

Il sistema Digital Light della Mercedes Classe S proietta segnali sull'asfalto per migliorare la sicurezza di marcia.

Mercedes Digital Light: i fari… comunicano

ICONE DETTAGLIATE - La berlina di lusso Mercedes Classe S è ordinabile da alcune settimane con i fari anteriori a led Digital Light, una tecnologia che arriva ora in produzione dopo due anni di sviluppo da parte della casa tedesca per migliorare la sicurezza di notte o quando la visibilità non è ottimale dato che una parte del fascio luminoso può essere indirizzata sull'asfalto per ricreare segnali d'avviso (guarda il video qui sotto). Il sistema rappresenta un'evoluzione dei normali fari a led, quindi è dotato di una centralina per modulare il fascio e di telecamere per scorgere la presenza di altre auto sulla strada, al fine di non abbagliare chi proviene in senso contrario. A cambiare in questo caso sono i fari, che emettono un fascio luminoso molto più concentrato: la casa parla di una risoluzione equivalente a 1 milione di pixel per faro, sufficiente per non far sembrare i disegni sull'asfalto sgranati o poco realistici.

MESSAGGI SULL'ASFALTO - Il Mercedes Digital Light funziona con il supporto dei sistemi multimediali e di navigazione, quindi elabora informazioni ad esempio su eventuali lavori in corso e predispone i fari per aiutare il guidatore: il sistema crea due strisce luminose sull'asfalto e fa capire alla persona al volante qual è la larghezza della Mercedes Classe S, così da aiutarla a gestire i 190 cm (specchietti esclusi) nei pressi di un restringimento della corsia di marcia. I segnali di avviso sulla strada vengono proiettati anche nelle vicinanze degli attraversamenti pedonali, per far capire al guidatore qual è la distanza di sicurezza dall'auto che precede o quando il terreno è sdrucciolevole. Il sistema ricrea inoltre dei simboli sull'asfalto quando sta andando troppo veloce, quando entra in funzione il mantenimento della corsia o quando un'altra vettura è presente nell'angolo cieco dello specchietto, così da avvisare il guidatore senza fargli distogliere lo sguardo dalla strada. In futuro, stando alla Mercedes, sarà possibile anche inviare brevi messaggi agli altri automobilisti.

VIDEO
Aggiungi un commento
20 agosto 2018 - 15:06
Che grandissima fesseria. A parte la discrezionalità, mah... A parte questo confonderebbe la segnaletica orizzontale.
Ritratto di Leonal1980
20 agosto 2018 - 21:12
3
Bhe si distinguono perché tra una luce e una striscia bianca illuminata c'è una bella differenza
20 agosto 2018 - 21:43
A beh, a 60, 80, 100, 120km/h la differenza è evidentissima...
Ritratto di Leonal1980
21 agosto 2018 - 10:17
3
Certo che ce ne metti del tuo per non capire per gente come te la tecnologia è sprecata proprio. Certe funzioni sono per città e pedoni e li non vai a 100 ma a 50, almeno uno normale. Le strisce che dici te indirizzano la traiettoria in caso (esempio) di arrivo su una strettoia per lavori, ad alta velocità e ti mette dei fasci luminosi sotto il muso per le grandi dimensioni dell'auto, che non andranno a confondersi con le righe perché sono GIALLE nei lavori. Guardati il video invece di sfanxulare ogni cosa moderna.
21 agosto 2018 - 21:54
Certo che te ti bevi tutto, il pollo da spennare perfetto.
Ritratto di Leonal1980
21 agosto 2018 - 22:06
3
No è che conosco la tecnologia gli hardware ed i software, che a volte il comune cliente vede in un unico elemento. E penso per arrivare a cose più concrete, bisogna passare da cose a volte incomplete come questa. I livelli di tecnologia sono infiniti.
Ritratto di Leonal1980
21 agosto 2018 - 22:09
3
Ti ricorso che anche prima di questo upgrade, questi fanali avevano già molto, ad esempio leggono la strada è la buche, modificando l'assetto e dandoti sempre la miglior situazione di comfort in ogni momento. È infatti la casse S è la N1 della categoria.
Ritratto di DRUIDI PAOLO
22 agosto 2018 - 16:39
4
La correggo: i fari proiettano luce solamente. I sistemi di lettura delle irregolarità stradali, della segnaletica orizzontale ed in alcuni casi di quella verticale e relativa interpretazione della stessa è fatta da laser e/o telecamere collegate a computer che hanno in memoria tutti i tipi di segnaletica prevista. In quanto a "tecnologia" quella a led può essere considerata la 5a (il led Ligth Emitted Diode) è stata scoperta nei primi anni '70. La prima fonte d'illuminazione fu la fiamma prodotta da candela o carburo dentro al faro, la seconda le lampadine ad incandescenza, la terza le lampadine alogene (fine anni '60) corrette allo xeno per alzare i gradi kelvin (ideate inizialmente per i diaproiettori per avere una luce + solare, tendente cioè ai 4300 K), la quarta sono le lampadine a scarica nel gas, corrette allo xeno per abbassare i gradi kelvin (cercare di rimanere entro i 5500/6000K), la quinta sono i led di potenza, utilizzati da quasi 20 anni nelle lampade scialitiche per sala operatoria, la sesta sono i proiettori al laser utilizzati, a quanto ne so, solo da Audi nei modelli di punta, hanno un fascio di luce coerente di circa 1400 metri (è comunque una tecnologia degli anni '50, solo ora utilizzata sui fari auto). Come vede il FARO MERCEDES nasce già superato, almeno per la parte riguardante l'illuminazione, per quanto riguarda i disegni sull'asfalto poi, da anni può vedere spettacoli proiettati sui monumenti, utilizzando sistemi di proiezione laser. Saluti Paul.
Ritratto di glieb
25 agosto 2018 - 11:33
per i cavernicoli ci sono i carretti
Ritratto di gjgg
20 agosto 2018 - 16:05
1
Immagino un incrocio con 4-5 strade confluentivi tutte impegnate da auto con un tale sistema. Per terra al centro dell' incrocio praticamente una sorta di partita a majhong.
Pagine