NEWS

Mercedes GLB: i prezzi in Germania

Pubblicato 16 agosto 2019

Il listino tedesco parte da 37.746 euro per la suv di medie dimensioni che può ospitare fino a 7 passeggeri. In arrivo a fine 2019.

Mercedes GLB: i prezzi in Germania

DA FINE ANNO - Nei concessionari entro fine 2019, la suv a 7 posti Mercedes GLB è già ordinabile in Germania: parte da 37.746 euro nella versione GLB 200, con il motore turbobenzina 1.4 da 163 CV, mentre la GLB 180 d, con il turbodiesel 2.0 da 116 CV, costa 37.770 euro. Gli altri motori sono il turbobenzina 2.0 da 224 CV della GLB 250 e due turbodiesel 2.0, da 150 CV della GLB 200 d e da 190 CV della GLB 220 d. Le GLB 250 e 220 d hanno solo la trazione integrale, ordinabile a richiesta per la 200 d (per le altre è solo anteriore). 

TANTI OPTIONAL - La Mercedes GLB è lunga 463 cm, appena tre meno della GLC, e ha interni originali e spaziosi, con un pratico divano scorrevole di 14 cm e due posti a scomparsa nel baule: costano 1309 euro, ma sono omologati per persone non più alte di 168 cm. Ampio il baule: per le GLB a cinque posti la casa dichiara 560, 739 o 1755 litri, ovvero più di quanto offerto dalla GLC. Per avere il piano regolabile su due altezze bisogna spendere 428 euro. Il listino degli optional è assai ricco e comprende i fari anteriori a matrice di led (1487 euro), i fari fendinebbia a led (220 euro) e il pacchetto Business, che integra i sedili riscaldabili, l’assistenza al parcheggio, l’hotspot per accedere ad internet dallo smartphone e le indicazioni in tempo reale per il navigatore satellitare. 

PIÙ RICCA CON I PACCHETTI - Fra gli altri pacchetti per la Mercedes GLB ci sono lo Start (1666 euro), con il parabrezza riscaldato, il sostengo lombare nei sedili anteriori, i fari anteriori a led e gli specchietti ripiegabili elettricamente, oppure il Driving Assistance (1707 euro), che integra il mantenimento attivo della distanza dal veicolo che precede, il mantenimento in corsia, la frenata automatica e il monitoraggio degli angoli ciechi negli specchietti. I modelli con il 4x4 hanno di serie il pacchetto Offroad Engineering, con il sistema che mantiene automaticamente la velocità nelle discese più impegnative. Optional il sistema di parcheggio con visuale a 360° (791 euro), il sistema d’accesso senza chiave (8920 euro), l’head up display (1178 euro) e la corona dello sterzo riscaldabile (190 euro).

Mercedes GLB
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
20
17
18
19
55
VOTO MEDIO
2,4
2.44186
129


Aggiungi un commento
Ritratto di Fdet_
16 agosto 2019 - 12:35
Praticamente costa quanto costavano la x3 e la glk un decennio fa. Mentre le dimensioni ed i prezzi attuali di x3 e glc ricalcano quelle dei primi x5 e classe M. Onestamente questa tendenza ad ingrandire e, conseguentemente, aumentare i prezzi dei vari modelli, soprattutto delle case tedesche, non mi è mai andata giù fino in fondo. Anche perché a volte si crea anche disorientamento nei possibili acquirenti. Anche se il fine di questa tendenza mi pare che sia quello di liberare spazio per nuovi modelli, soprattutto in basso gamma. Mah..
Ritratto di Rav
17 agosto 2019 - 10:41
3
Con la storia di "offrire più spazio" (passando per la via più facile) tutti hanno ingrandito a dismisura i modelli andandoli a posizionare sulle fasce superiori. Quanto hai detto è assolutamente vero e ricordo quando audi introdusse la A3 sedan per colmare il vuoto lasciato dall'A4 ormai troppo grande per quelli che compravano la berlina sui 4,5m. I difetti sono sostanzialmente due: I prezzi si alzano di conseguenza e soprattutto se uno è costretto per problemi di spazio a rimanere entro una certa misura si trova a dover scendere di livello, cosa che può essere percepita come una cosa brutta e ci si può trovare con una qualità diminuita. Altra cosa inspiegabile, per non pestare i piedi alla GLA, questa GLB è lunga quanto la GLC, probabilmente per garantire un minimo di spazio al sesto e settimo passeggero. Io ci vedo solo una GLC, più bruttarella, per chi non vuole spendere 60mila euro.
Ritratto di Fdet_
17 agosto 2019 - 13:04
Concordo, anche perché la soluzione più facile dell'aumentare i volumi interni è ingrandire le auto, ma di questo passo fra 10 anni avremo delle serie 3 e classe c di 5 metri? Così si snatura anche l'identità del modello. Personalmente sono molto più contento quando la versione aggiornata dei modelli è più corta, che il contrario, perché significa che è stato fatto un vero lavoro di ottimizzazione degli spazi. Se invece guardo la classe A nuova che dà 15 cm alla vecchia, beh storco il naso, perché la prossima sarà praticamente una CLA shooting brake di 'sto passo, alla faccia di hatchback compatte...
Ritratto di remor
16 agosto 2019 - 12:37
Non che trattasi di prezzi regalati, ma la diesel sotto i 38 mila, visto quanto poi costa una classe A o una Glc, potrebbe essere relativamente concorrenziale per chi vuole il suv -e anche relativamente grande- Mercedes, e magari è disposto a rinunciare ai vari pack o singoli optional integrativi per evitare di far lievitare il prezzo. L'unica cosa, visto che comunque è un 2.0cc qualche cavallo in più l'avrebbero potuto far comparire, da notare che per tale cavalleria non sia stato adottato il 1.5 dci.
Ritratto di Roomy79
16 agosto 2019 - 17:30
1
Per prendere questa in versione base col diesel Dacia, i cerchi da 16, senza adas bisogna essere drogati di apparenza...a quel prezzo prendi mazda cx-5, cr-v, Rav, Tiguan in versioni full optional o comunque, non devi pagare per sistemi che trovi di serie sulla fiesta o la Aygo...
Ritratto di Roomy79
16 agosto 2019 - 17:35
1
In piu esteticamente e a dir poco orrenda, le ultime ssangyong sono piu accattivanti...
Ritratto di ammazza58
19 agosto 2019 - 12:17
ma che gusti macabri.
Ritratto di Wikowako
16 agosto 2019 - 23:21
E gli altri due li metti nel bagagliaio?
Ritratto di remor
17 agosto 2019 - 08:05
Al giorno d'oggi potrebbe essere interpretata anche come una scelta radicale. Nel senso che fino a qualche tempo fa per distinguersi da una versione cosiddetta barbon edition, vabbè motorizzazione a parte, ci si poteva essenzialmente limitare a non farsi mancare i cerchi in lega, i fari xeno (si parla di prima dell'avvento dei led), clima automatico e veramente poche altre cose. Poi c'era la possibilità di andare ad ulteriormente completare la vettura (facendo di molto lievitare il prezzo) ma erano più viste come delle chicche, un di più non per forza dovuto. Oggi invece per uscire dalla penombra del barbon devi integrare in tanti settori e con tante voci per ognuno: keyless, videocamere e radar a gogò, full led possibilmente matrix, cockpit, impianto audio firmato X & Y, apertura bagagliaio automatica, cambio automatico, pack estetico, guida autonoma di secondo livello e se possibile che parcheggi da se, ecc.ecc.ecc. Insomma per quante se ne mettano si resta comunque in qualcosa scoperti, a meno di non andare a pagare 1,5-2 volte la versione "liscia". A meno che però, appunto, una scelta radicale di prendersi (piacndo necessariamente quel modello di quella marca) la versione base che più base non si può e godersi una macchina configurata alla peggio come a una cui in fondo giusto qualche lustro fa non le sarebbe stata imputata nessuna particolare mancanza.
Ritratto di Roomy79
17 agosto 2019 - 10:56
1
Ok, pero vai sul sito dell’euro ncap e guarda i test sugli adas di auto come la volvo v60, evita da sola pedoni e bici che sbucano da seconde file di auto inchiodando da 60 a 0 in automatico. Non parliamo di inserti in carbonio o cerchi da 20” ma di vite salvate (il pedone) e non rovinate (il guidatore che si becca l’omicidio stradale...se hai poco e prendi un utilitaria usata niente da dire ma se spendo 40k€ e non prendo un auto con questi sistemi salva vita, solo per una Stellina sul cofano sei un incosciente
Pagine