NEWS

La MG sbarca in Italia

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 08 dicembre 2020

Lo storico marchio britannico, di proprietà cinese, proporrà da gennaio 2021 la crossover MG EHS Plug-In Hybrid, dotata di motore ibrido con batterie ricaricabili.

La MG sbarca in Italia

QUASI 100 ANNI - La MG è una storica casa inglese note per le sue auto sportive di piccola taglia, che venne fondata nel 1924 ed entrò a far parte 28 anni dopo del gruppo British Motor Corporation, un vero e proprio conglomerato di aziende britanniche nel mondo dell’auto. Dopo aver cambiato svariati nomi, l’ultimo dei quali fu Rover, nel 2000 il gruppo passò alla BMW e, cinque anni dopo, la MG fu scorporata dalla Rover e venduta alla cinese Nanjing Automobile Corporation (NAC), che a sua volta fu rilevata due anni dopo dal colosso cinese SAIC Motor, il principale produttore di auto cinese. 

SI PARTE DALLA EHS - Da allora, la SAIC ha dato una certa stabilità alla MG e ne ha organizzato il rilancio, avvenuto un passo alla volta: prima in Cina, dove la MG è arrivata sul mercato nel 2009; e poi nel Regno Unito, dove la casa è presente dal 2011 e ha messo radici, perché gestisce un centro stile e ha rimesso in funzione lo storico impianto di Longbridge, nei pressi di Birmingham. Ma la SAIC non intende fermarsi qui e porterà la MG in altri Paesi europei, fra i quali l’Italia, dove le consegne sono in programma da gennaio 2021; i primi dieci punti vendita si troveranno nel Centro Nord. Per prima arriverà la MG EHS Plug-In Hybrid, crossover di medie dimensioni prodotta in Cina, rivale di Citroën C5 Aircross e Ford Kuga.

 

È MODERNA - Lunga 457 cm, la MG EHS Plug-In Hybrid ha forme equilibrate che non brillano per originalità. La plancia offre qualche finezza in più, perché il cruscotto è costituito da uno schermo di 12,3” ed è presente un sistema multimediale dotato di schermo tattile a sbalzo di 10,1”. Non mancano le luci d’ambiente a led, regolabili in 64 colori. Numeri alla mano, il baule della MG EHS non è ampio in termini assoluti, perché offre 448 litri con il divano in posizione d’uso, ma la capienza è simile alle rivali, nelle quali le componenti del sistema ibrido di norma sono alloggiate sotto il pavimento del baule e ne riducono la capienza. 

52 KM A ZERO EMISSIONI - L’edizione 2021 della MG EHS Plug-In Hybrid è spinta dal motore ibrido ricaricabile, composto dal benzina 1.5 turbo con 162 CV e dal motore elettrico con 122 CV. Complessivamente, la potenza è di 258 CV e la coppia di 370 Nm. La MG EHS può contare su una trasmissione a 10 rapporti connessa a un sistema di trazione anteriore. Selezionando la modalità di guida elettrica, si arriva a percorre fino a 52 km prima di scaricare le batterie di 16,6 kWh cariche al 100%. Nel caso migliore, dunque attraverso una rete elettrica in corrente alternata da 3,7 kW, le pile si rigenerano completamente in 4,5 ore. Invece, selezionando la modalità ibrida, i due motori lavorano in sinergia nell’ottica di massimizzare l’efficienza: e così, il 1.5 arriva a percorrere quasi 50 km/l. La crossover offre anche prestazioni di buon livello, perché fa lo 0-100 km/h in 6,9 secondi e raggiunge i 190 km/h.

PREZZO ALLETTANTE - La MG EHS Plug-In Hybrid arriverà in Italia da gennaio 2021, con un prezzo d’attacco allettante: circa 34.000 euro, quasi 10.000 euro in meno delle rivali con sistema plug-in. Le personalizzazioni saranno meno estese rispetto alla concorrenza, perché la EHS offrirà soltanto 4 colori esterni, ma in compenso andranno fatte poche rinunce sul fronte degli aiuti alla guida: di serie o a pagamento verranno proposti la frenata automatica, l’avviso di angolo cieco, il sistema contro l’involontario cambio di corsia e anche il regolatore di velocità adattivo.

MG EHS
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
19
12
25
22
72
VOTO MEDIO
2,2
2.226665
150




Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
9 dicembre 2020 - 09:54
Anche la Golf nel 1974 sembrava un UFO, un'oggetto strano da noi, "ma cosa mi interessa una compatta di alta qualità che non fa la ruggine, allora prendo una 132 Fiat..." ..................................................
Ritratto di desmo3
9 dicembre 2020 - 10:21
6
peccato che a quell'epoca la ricchezza e il potere d'acquisto crescevano (seppur a suon di debito pubblico)... ora invece la situazione è opposta da almeno un ventennio...
Ritratto di Giuliopedrali
9 dicembre 2020 - 12:15
Però la gente spende per lo Xiaomi 14 o qualcosa del genere da 1.400 Euri, per uno smartphone... Cioè penso che quando anche da noi si intuiranno le caratteristiche extraterrestri della Xpeng G3 (auto che a me inizialmente non convinceva) si spenderà appunto per la tecnologia, non più tanto per il brand o il lusso, la tecnologia può far scucire fuori il doppio dei soldi che per la solita Ypsilon all'italiano medio, quando ci si accorgerà che le nostre jeepette sono medievali la frittata sarà già fatta, non so con che smartphone insomma dovrebbe uscire Nokia o Siemens ora per riconquistare i denari dei clienti...
Ritratto di Flavio8484
9 dicembre 2020 - 16:10
Guarda non ci crederai, ma o mi sto facendo abbindolare dalle tue folli idee,o sono pazzo, ma comincio a darti ragione sai?
Ritratto di Giuliopedrali
9 dicembre 2020 - 17:04
Flavio se guardiamo razionalmente con le cinesi eppure io ho sempre avuto auto italiane anzi austriache: Alfa boxer, adoro le auto d'epoca inglesi e ho disegnato per decenni americane, sono almeno 2 anni che alcune cinesi sono superiori al resto dell'automotive mondiale, se Toyota farà la sua elettrica SUV e sarà un successo sconvolgente a dir poco: da chi ha preso l'ispirazione... La ID3 ha perfino anticipato ciò che farebbero i cinesi in quella categoria, sta MG è perfino banale nel panorama cinese di oggi, come se dagli USA della golden age considerassimo la Falcon al posto della Mustang...
Ritratto di Flavio8484
9 dicembre 2020 - 20:24
Non amo i suv, e x me mg sono delle spoder, xo questa non ha nulla di meno della concorrenza, chiaro che se aspettano i miei soldi stanno freschi...
Ritratto di Giuliopedrali
10 dicembre 2020 - 09:06
Il 90 % delle MG prodotte erano semplici riccarrozzamenti di modelli Austin e poi Rover, utilitarie o medie: Austin 1100, Rover / MG ZS o Austin Maestro Montego, chiaro che poi storicamente ci ricordiamo solo le belle spider e coupè MG B e MG B GT e Serie F a motore centrale, oltrettutto costruite queste ultime anche sotto l'egida Saic cinese.
Ritratto di 82BOB
8 dicembre 2020 - 21:52
2
Per il tipo di vettura, non è del diavolo! In questo colore fa figura...
Ritratto di Ale94
8 dicembre 2020 - 21:54
A me esteticamente piace non è male e non costa troppo contando il fatto degli incentivi prevedo un successo visto la forte richiesta di suv e motori di questo tipo. Il problema e che dove la vendono? Non hanno una rete di concessionari ufficiali...
Ritratto di orlak
8 dicembre 2020 - 21:59
E’ anche vero che giusto a qualche migliaio di euro in più si trova la Superb phev; che è praticamente un’ammiraglia: ben altro bagagliaio, velocità max abbastanza più elevata, ecc.ecc. . E poi comunque gruppo VW, mica poco (non per niente un gruppo che domina anche nella stessa china come vendite).
Pagine