NEWS

A Milano il car sharing va anche fuori città

15 giugno 2015

Dai prossimi giorni sarà possibile utilizzare le auto in condivisone di Car2go, Enjoy e Twist anche nei Comuni dell'hinterland.

A Milano il car sharing va anche fuori città
SONO 25 I COMUNI COINVOLTI - Il car sharing di Milano esce dai confini del capoluogo per espandersi nelle 25 località limitrofe della Città Metropolitana. A potere usufruire dell'ampliamento del raggio d'azione sono gli abbonati a Car2go, Enjoy e Twist. Nel caso di Twist si è abilitati ad prelevare e rilasciare le auto in tutti i 25 Comuni dell'hinterland, ossia Assago, Baranzate, Basiglio, Bollate, Bresso, Buccinasco, Cernusco sul Naviglio, Cesano Boscone, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cormano, Cornaredo, Corsico, Cusago, Cusano Milanino, Opera, Pero, Rho, Rozzano, San Donato Milanese, Segrate, Sesto San Giovanni, Settimo Milanese, Trezzano sul Naviglio e Vimodrone. Viceversa, per gli iscritti al servizio in condivisione Car2go l'uscita da Milano è al momento limitata ad Assago, Pero, San Donato e Sesto San Giovanni e per Enjoy a Buccinasco, Corsico, Sesto San Giovanni, Settimo Milanese, Cesano Boscone, San Donato e Rozzano.
 
MENO TRAFFICO E INQUINAMENTO - L'intento della la nuova iniziativa che metterà a disposizione dei residenti della Città Metropolitana una flotta di oltre 2.000 auto condivise è di incrementare la libertà di movimento dei cittadini contribuendo nel contempo a ridurre traffico e inquinamento. Aspetti, questi ultimi, generati in buona parte proprio dai pendolari che oggi giorno si riversano per lavoro nel capoluogo in auto per la carenza di mezzi pubblici su alcuni collegamenti. Una limitata offerta che ha contribuito ad avere in alcuni Comuni tra i tassi di motorizzazione più alti d'Italia: 92 auto ogni 100 abitanti contro le 51 di Milano e le 61 della media nazionale. Ad essere agevolati sono pure gli spostamenti tra i paesi dell'hinterland poco coperti dal trasporto pubblico e il raggiungimento di alcuni ospedali situati appena fuori dai confini di Milano.
 
ENJOY POTENZIA LA FLOTTA - L'adesione dei tre operatori all'allargamento del servizio è stata favorita dagli sconti promessi ai gestori dei servizi del canone annuale da versare all'amministrazione di Milano come corrispettivo per la sosta gratuita e l'ingresso libero in Area C concesso ai propri utenti. Una riduzione che sarà utilizzata da Enjoy per incrementare la propria flotta aggiungendo alle attuali 600 Fiat 500 e 44 Fiat 500L altre 300 city car. Ricordiamo che oltre ai tre servizi di car sharing citati a Milano è già disponibile l'operatore regionale e-vai che consente spostamenti fuori città e che il nuovo Share'Ngo consentirà a breve di raggiungere il “point” a Busto Arsizio con i quadricicli elettrici in condivisione.




Aggiungi un commento
Ritratto di acterun
16 giugno 2015 - 14:52
Sono auto normalissime, hanno emissioni e occupano spazio come quelle dei privati: se uso la mia o uso una di quelle per andare al lavoro cambia poco, se non che mi illudo di risparmiare e invece faccio guadagnare dei furbi che cavalcano la balle raccontate da politici e giornalisti.
Ritratto di akira55555.
17 giugno 2015 - 23:35
.