NEWS

MIMO 2023, il cuore pulsante sarà Monza

Pubblicato 25 ottobre 2022

Con la prossima edizione il baricentro della kermesse gratuita dei motori si sposterà all’autodromo di Monza. In pista si potranno scoprire (e provare) le novità di oltre 50 brand.

MIMO 2023, il cuore pulsante sarà Monza

DAL 16 AL 18 GIUGNO 2023 - È già in calendario la prossima edizione del MIMO, il Milano Monza Motor Show 2023. Il terzo appuntamento con il salone all’aperto dei motori, disegnato da Andrea Levy (nella foto qui sotto) sul modello dell’ex Parco Valentino di Torino, ribadisce la formula originale della manifestazione, con un’importante novità: se da un lato saranno come sempre tantissime le auto nuove degli oltre 50 brand presenti da ammirare e provare gratuitamente, dall’altro ci sarà molto più spazio per le attività dinamiche in pista. Il baricentro della kermesse si sposterà perciò da Milano a Monza: il Tempio della Velocità sarà il vero cuore pulsante del festival. 

MONZA COME GOODWOOD - D’altronde questo era il progetto originale del MIMO, rivisto in corsa solo a causa delle restrizioni anti-Covid, che avevano fatto slittare da giugno a ottobre il debutto della kermesse nel 2020. Spiega Levy: “L’idea rimane quella iniziale, ovvero di dare una grande festa all’aperto con i motori sempre accesi. Qualcosa che faccia vivere al pubblico lo spirito e le grandi emozioni della manifestazione di riferimento per il nostro settore: il Goodwood Festival of Speed in Inghilterra. Con, se vogliamo, un vantaggio geografico non indifferente: a differenza del parco di Goodwood, che non è così vicino alla grande città più vicina, Chichester, Monza e Milano sono praticamente attaccate”.

UNA FORMULA NUOVA - In questa logica muterà anche il ruolo degli stand espositivi: non più, appunto, semplici “vetrine” in cui ammirare le ultime novità e le anteprime italiane delle case automobilistiche, ma veri punti d’incontro per gli appassionati. Direttamente dalle pedane partiranno anche i test-drive, che si svolgeranno lungo un percorso disegnato ad hoc: il tracciato di prova si snoderà per circa 4 chilometri, inclusi un tratto sterrato e un “assaggio” della mitica parabolica. “Un circuito”, spiegano al MIMO, “che farà vivere la suggestione del passaggio sulla storica sopraelevata, oltre all’adrenalina del mettersi alla prova con un tratto handling, uno con terreno dissestato e tre chicane, di cui una ricavata proprio nella sopraelevata che raggiunge una pendenza di 45°”. I test drive saranno attivi dal 16 al 18 giugno, per dieci ore al giorno, anche un passaggio tra i paddock, in mezzo al pubblico, in entrata e in uscita dallo stand. A Monza è prevista anche un’area tecnologica “educational” per la prova delle elettriche e delle ibride plug-in, nella quale il pubblico testerà anche il funzionamento delle colonnine e apprenderà come collegare e scollegare i diversi tipi di connettori di ricarica. Dice Giuseppe Redaelli, Presidente di Autodromo Nazionale Monza: “Siamo orgogliosi che il nostro autodromo diventi per il 2023 il fulcro di tutte le attività principali di MIMO, trasformandosi per tre giorni in una vera e propria 'Città dei Motori'. Tale riconoscimento dimostra come il Circuito sia uno spazio attrattivo ideale per i più diversi eventi in ambito automotive”.

MENO CITTÀ, PIÙ PISTA - Anche la tradizionale parata inaugurale si trasferirà dal centro del capoluogo lombardo ai paddock dell’autodromo di Monza. Un ambiente meno chic ma più “passionale”, dove le corse si respirano da oltre un secolo. Il luogo dove ammirare le supercar mentre sfrecciano a tutta velocità in quello che è il loro habitat naturale. “L’autodromo”, afferma Andrea Levy”, sarà il palcoscenico ideale per l’incontro tra il pubblico e le case auto e moto in un’edizione dinamica che metterà al centro il prodotto, grazie al circuito di prova creato appositamente per far testare al meglio i modelli esposti. Con il Comune di Milano, però, stiamo lavorando bene e nella giusta direzione. La città non perderà il suo ruolo glamour nell’ambito del MIMO e offrirà anzi nuovi spunti per eventi che presenteremo più avanti. Le idee in cantiere sono tante”. 



Aggiungi un commento
Ritratto di Alfiere
25 ottobre 2022 - 10:01
2
per provare cosa, le elettriche?
Ritratto di lucaconcio
25 ottobre 2022 - 10:42
2
Guarda che non è una brutta cosa, guidare un'auto elettrica. Forse una prova "seria" vorrebbe dire usarla per qualche giorno per vedere anche il reale utilizzo, però intanto come inizio può andare bene... a proposito, al MIMO fino adesso si provavano anche le classiche vetture termiche
Ritratto di lucaconcio
25 ottobre 2022 - 10:39
2
Da monzese (d'adozione, prima abitavo a Milano) mi segno la data e aspetto con ansia l'evento
Ritratto di lucaconcio
25 ottobre 2022 - 11:25
2
E così c'è di buono che a nessuno verrà in mente di dire, come quest'anno, quando l'esposizione delle auto era in centro a Milano, che "invoglia a parcheggiare in sosta vietata"(sic)
Ritratto di giulio 2021
25 ottobre 2022 - 18:55
Devo dire che il MIMO trova il suo compimento trasferendosi del tutto a Monza, più per appassionati e meno fruibile dal grande pubblico che in centro a Milano, però ha un suo senso: come Esposizione, quasi salone tradizionale e legato al Tempio della Velocità e un pò alla Goodwood, cioè un pò Salone un pò racing.