NEWS

Auto vecchie, nuove tasse

Pubblicato 28 agosto 2019

Il Ministero dell’Economia starebbe elaborando una serie di ecotasse per le auto più vecchie, Euro 3 o inferiori.

Auto vecchie, nuove tasse

ANCORA TASSE - Le auto vecchie, ivi comprese le Euro 3 o inferiori, potrebbero ricevere un nuovo colpo di grazia a causa dell’arrivo di nuove tasse "ecologiche". Dopo la caduta del Governo la situazione politica italiana è in stallo poiché devono ancora trascorrere dei giorni prima dell’insediamento del nuovo esecutivo. Tuttavia, stando a quanto riferito al quotidiano Italia Oggi dal vice ministro dell’Economia del Governo uscente, Massimo Garavaglia, i tecnici del ministero ancora guidato dal Ministro dell’economia Giovanni Tria, starebbero elaborando una serie di tasse per le auto più vecchie. 

UN ALTRO SUPERBOLLO - Le disposizioni allo studio prevedono l’introduzione di un superbollo applicabile ai possessori di veicoli più vecchi, in linea con il trend degli altri paesi europei. Questo provvedimento andrebbe a colpire un elevato numero di famiglie, infatti in Italia un’automobile ha in media 14 anni e 4 mesi se il suo motore è a benzina, 9 anni e 8 mesi in caso di motore diesel. Spesso si tratta di auto che percorrono pochi chilometri l’anno e che non vengono sostituite per ragioni di contingenza economica.





Aggiungi un commento
Ritratto di Xadren
28 agosto 2019 - 11:27
1
Sarebbe un'azione vergognosa, aumentare (ancora) le tasse per veicoli non solo funzionanti, ma pure usati poco; se non si cambia l'auto le ragioni possono essere molteplici: l'auto funziona ancora; la famiglia non ha a disposizione i soldi per cambiarla; l'auto è adeguata all'uso che se ne fa. Per ogni punto una tassa del genere sarebbe assurda: se l'auto funziona, perché cambiarla? Costruire un'auto nuova, rottamare un'auto funzionante, produce inquinamento; se la famiglia non ha i soldi per cambiarla (se non magari con un'altra auto "vecchia") perché dovrebbe averli per pagare un'ulteriore tassa? Se l'auto è funzionale all'uso che se ne fa (magari perché è piccola e dunque si muove bene in città oppure è bassa a capiente e perciò adatta all'uso in autostrada oppure, ancora, è un fuoristrada degli anni Novanta), dov'è scritto che un'auto moderna possa andare altrettanto bene? Davvero, letta così sembra solo una trovata per succhiare altri soldi, ma del resto in questi giorni si vede chiaramente come nella nostra repubblica il potere decisionale sia del tutto svincolato dal parere del popolo, per cui non saprei neanche come gli automobilisti potrebbero opporsi ad un'azione così stupida.
Ritratto di lettore123
28 agosto 2019 - 11:47
BRAVO!!! CONDIVIDO IN PIENO IL TUO PENSIERO
Ritratto di erresseste
28 agosto 2019 - 11:49
Pienamente d'accordo, una tassa del genere è pensata e generata solo per succhiare soldi.
Ritratto di Santhiago
28 agosto 2019 - 11:49
Hai piena ragione, al 100%. Puoi incentivarmi a cambiarla, ma non puoi punirmi se non lo faccio, perché appunto nella maggior parte dei casi le motivazioni sono quelle citate da te
Ritratto di Sancri
28 agosto 2019 - 12:13
1
Quoto totalmente
Ritratto di Fr4ncesco
28 agosto 2019 - 13:34
2
Completamente d'accordo, sono solo dei pagliacci che per motivi ideologici vanno contro al popolo e senza pensare alle conseguenze, tanto loro vivono in una realtà differente, fatta da stipendi esorbitanti e tanti privilegi da casta superiore.
Ritratto di Gatsu
29 agosto 2019 - 00:42
2
Tanto di cappello, un applauso
Ritratto di Giulk
29 agosto 2019 - 17:02
Senza contare che se do via la vecchia auto per rottamarla, per una nuova, al cambio quante emissioni ci sono? per costruire una auto nuova si emette un botto di co2 e altro, ergo il cambi è vantaggioso solo per le case automobilistiche
Ritratto di Andrea Zorzan
28 agosto 2019 - 12:01
Le tasse (normali e super) dovrebbero colpire i veicoli in base all'inquinamento che producono, il che dipende dall'uso, dal motore, ecc. Una Ferrari ibrida inquina di più di una citicar di dieci anni fa, a parità di chilometraggio. E' pur vero che una Ferrari che percorre un chilometro l'anno inquina meno di una citicar che ne fa migliaia. Oltre all'inquinamento le tasse automobilistiche garantiscono il diritto di circolare sulle strade pubbliche. Grazie ai soldi incamerati, lo Stato si occupa di fare manutenzione. Oltre alle accise sui carburanti (da pensare, in futuro, anche per le colonnine superveloci delle auto elettriche o per altri tipi di carburanti inquinanti) deve esserci il bollo auto e deve essere calcolato tramite una scatola nera (a spese dello Stato) che monitori l'inquinamento in tempo reale.
Ritratto di Spock66
28 agosto 2019 - 12:25
Purtroppo il principale punto di congiunzione tra i due partiti di quello che sarà il prossimo governo è l'eco-fondamentalismo chic alla Greta.. aspettiamoci quindi tasse a pioggia sull'auto, ma anche sul pellet, sull'uso della plastica, ecc ecc
Pagine