NEWS

A Mirafiori un anno di cassa integrazione

4 dicembre 2018

Da fine dicembre 2018 a fine dicembre 2019 lo stabilimento torinese dovrà essere preparato per la fabbricazione della Fiat 500 Elettrica.

A Mirafiori un anno di cassa integrazione

NOTIZIE BUONE E NO - Investimenti per 5 miliardi di euro entro il 2021, con diversi restyling assieme a inedite versioni ibride e soprattutto la novità della Fiat 500 elettrica. È l’essenza del piano FCA per l’Italia annunciato ai sindacati giovedì scorso (qui la news). La prima iniziativa di attuazione del piano purtroppo è l’annuncio di un anno di cassa integrazione nello stabilimento di Mirafiori, a Torino. La misura è stata presa anche in conseguenza del rallentamento delle vendite dei modelli Maserati prodotti negli stabilimenti dell’area torinese (Mirafiori e Grugliasco). Altra motivazione è il necessario lavoro di adattamento delle linee alla produzione della Fiat 500 Elettrica, compresa anche la necessaria formazione del personale. La fabbricazione dei veicoli elettrici è sensibilmente diverso da quella delle auto a benzina o diesel (e tra l’altro richiede molta meno manodopera). 

INIZI SCAGLIONATI - Il periodo di cassa integrazione andrà dal 31 dicembre al 2018 al 29 dicembre 2019, con tutta una serie di distinguo e differenziazioni in termini di date e di categoria dei lavoratori. In tutto il periodo comunque complessivamente saranno 3245 addetti, tra cui operai, impiegati e quadri. L’applicazione della “cassa” comincerà il 31 dicembre per 2.445 addetti, per poi passare a 2.595 dal 14 gennaio 2019, 2.755 il 28 gennaio, 2.915 l’11 febbraio, per salire quindi a 3.075 il 25 febbraio e appunto a 3.245 il 4 marzo. I lavori di adeguamento delle linee di produzione della Fiat 500 Elettrica (tecnicamente diversa da quella già da tempo prodotta) porteranno a vedere uscire da Mirafiori le prime vetture a “emissioni zero” nella primavera del 2020. Da parte dell’azienda c’è la fiducia che con ilo programma varato si riuscirà a realizzare la piena occupazione, vale a dire all’assenza di cassa integrazione e ammortizzatori sociali.  

AFFIDAMENTO SULL’ELETTRICO - C’è evidentemente fiducia che la domanda di auto elettriche crescerà sensibilmente. Ciò anche se da gennaio a tutto novembre 2018 le vendite in Italia sono state sì in crescita del 185%, ma rimanendo pur sempre contenute in 4.630 unità. D’altra parte le previsioni sulle vendite di auto elettriche sono molto controverse. L’Unione europea ha fissato l’obiettivo del 15% del totale per il 2025 e del 20% dal 2030, ma molti top manager del settore hanno bollato di “irrealismo” tali previsioni. L’organizzazione dei costruttori, ACEA, è anche intervenuta sull’argomento criticando pesantemente i piani UE. 



Aggiungi un commento
Ritratto di Marco_ Tst-97
4 dicembre 2018 - 18:08
Questo vuol dire saper gestire un azienda, un anno di ferie pagate per i dipendenti in attesa dell'arrivo delle nuove tecnologie, la Fiat 500 elettrica sarà la prima elettrica sul mercato ad essere destinata al popolo e non solo ai figli di papà di qualche radical chic, prevedo un enorme aumento di elettriche in circolazione dopo l'arrivo della 500 elettrica e dei profitti non indifferenti x FCA, nonostante il prezzo ultra accessibile della 500 elettrica Made in Italy.
Ritratto di Mattia Bertero
4 dicembre 2018 - 18:47
3
Marco_tst-97. Si vede che non sai minimamente cos'è una cassa integrazione. E' un periodo dove ti fanno restare a casa ma senza avere in contributi pensionistici ed i soldi arrivano ogni 3-4 mesi se ti va bene. E non arrivano chissà quali somme. Io ci sono stato per qualche mese e prendevo 700 Euro di mensilità ma solo quando si bloccava, e poteva capitare anche 3 mesi dopo... Vaglielo a dire che si fanno un anno di ferie poi vedi come ti rispondono.
Ritratto di Mattia Bertero
4 dicembre 2018 - 18:47
3
sbloccava.
Ritratto di zero
6 dicembre 2018 - 00:02
11
L'ho già scritto in passato e lo riscrivo: secondo me, questo stabilimento piemontese è prima o poi destinato alla dismissione. Se la Levante dovesse continuare a non decollare e tutto dovesse restare appeso a questa 500 elettrica, davvero non vedo su cosa dovrebbe reggersi questa fabbrica: sostanzialmente, piazzare lì la 500 elettrica, affiancandola alla Levante che non si può dire abbia sfondato è un ridimensionamento che suona tanto di politica dei piccoli passi... Hai voglia a credere nella rapida elettrificazione popolare...
Ritratto di Mbutu
4 dicembre 2018 - 18:53
....E poi dice di non essere un fiattaro ....si sentiva la mancanza di un altro troll su questo sito.
Ritratto di Cosworth141090
4 dicembre 2018 - 18:58
Credo che questo commento sia tra i più papabili per vincere in premio "maggior numero di castronerie in poche righe". Per alcuni semplici fatti, che ti illustrerò punto per punto. "Questo vuol dire saper gestire un azienda"....Ah sì? La cassa integrazione, nonostante tu ne sia completamente all'oscuro a quanto pare, è un AMMORTIZZATORE SOCIALE. Questo significa 1) che la linea produttiva è in crisi, come anche sottolineato nell'articolo che però dubito tu abbia letto o compreso 2) quegli operai non vanno in "ferie pagate", come dici te, ma percepiranno uno stipendio dell'80% prima di ritrovarsi,con tutta probabilità, tra i famosi esodati. Ma sì dai....proprio un bel modo di gestire un azienda. Tra l'altro "l'enorme aumento delle elettriche in circolazione" lo vedo solo tu, almeno AD OGGI, vista la scarsità di stazioni di ricarica domestiche e di colonnine nelle città. Quello che vedo io è un bagno di sangue di lavoratori, ennesima prova dell'inadeguatezza della gestione FCA, rimarcata anche da questa disperata riconversione che altro non è che un tentativo disperato di colmare il vuoto evolutivo cui si è condannata da sola....il tutto fatto ai danni dei lavoratori. Il tutto Made in Italy.
Ritratto di Challenger RT
4 dicembre 2018 - 20:30
In altri paesi sarebbero stati licenziati da quel dì con le linee produttive in crisi! E inoltre lo sanno tutti che i "cassintegrati" arrotondano con altri lavori... Se un lavoratore autonomo perde i suoi cliente mica lo Stato gli da uno stipendio mensile dell'80%. Non siamo ridicoli! Queste cose hanno rovinato l'Italia e le aziende italiane!
Ritratto di Roj Gambino
4 dicembre 2018 - 19:28
Concordo pienamente con Marco_Tst-97, i maledetti rosiconi filotedeschi esterofili da ricovero non sono in grado di comprendere la genialità di FCA e la soddisfazione dei suoi dipendenti
Ritratto di Giuliopedrali
4 dicembre 2018 - 19:47
Na soddisfazione! Na soddisfazione !!! Sono cassaintegrato! Cassaintegrato! Cassaintegrato cosìiiii !!!
Ritratto di ForzaItalia
5 dicembre 2018 - 08:35
AHAHAHAHHA EVVAI CON LA CASSSAAAAAA YEEEEEEE
Pagine