NEWS

Mise: 27 milioni per Melfi

Pubblicato 27 novembre 2019

Stanziato un investimento statale per sostenere la produzione di auto ibride ed elettriche nello stabilimento FCA di Melfi.

Mise: 27 milioni per Melfi

FONDI STATALI - L’agenzia di stampa Ansa questa mattina ha diffuso la notizia che il Ministero dello Sviluppo economico (Mise) ha deciso di stanziare 27 milioni di euro per lo sviluppo e la produzione di veicoli ibridi e elettrici negli impianti FCA di Melfi, Orbassano e Mirafiori. Una decisione prevista dal decreto per l’accordo tra Mise, Regioni Basilicata e Piemonte, Invitalia e Fca, firmato dal ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli. Gli investimenti ammontano a 136,6 milioni entro il 2022. L'accordo consentirà inoltre il reintegro dei dipendenti in esubero (3.458) e 100 assunzioni nello stabilimento di Melfi. 

PER LE IBRIDE - I 27 milioni di euro messi a disposizione dal Mise sono agevolazioni per l'acquisto di macchinari e impianti specifici. FCA e Centro Ricerche Fiat investiranno 98,7 milioni per ampliare la capacità produttiva di di Melfi producendo la nuova Jeep Compass in versione ibrida. Altri 37,9 milioni di euro verranno stanziati per il progetto "Ricarica - Soluzioni sostenibili ad elevata modularità e Configurabilità per veicoli mass market a propulsione puro elettrica", per lo sviluppo di motori elettrici su larga scala. Questo progetto verrà sviluppato negli stabilimenti di Fca e Crf di Melfi, Orbassano e Torino (Mirafiori Technical Center).



Aggiungi un commento
Ritratto di remor
27 novembre 2019 - 10:45
Che stòria. Dove, in contesti ben più blasonati, si pensa l'occupazione dovrebbe andare spedita tagliano migliaia di posti di lavoro, su quest'altro versante invece, che spesso si leggono previsioni iperpessimistiche, reintegrano e neoassumono.
Ritratto di tommy001
27 novembre 2019 - 11:52
1
io sinceramente non capisco queste mosse da parte dello stato italiano, investire in FCA adesso che è alle porte la fusione con PSA....... a questo punto significa che lo stato italiano và ad investire milioni di €, a fondo perduto, per sostenere una fabbrica che è per il 50% francese..... bah e intanto noi paghiamo.
Ritratto di Blueyes
27 novembre 2019 - 12:09
1
L'idea, credo, è di valorizzare gli impianti di produzione e ricerca italiani rendendoli più efficienti e meno esposti a possibili chiusure dopo la fusione. A me fa piacere che lo Stato investa nell'automotive del proprio paese, però dovrebbe farlo con la CDP, ovvero avere una partecipazione azionaria come fa lo Stato francese, altrimenti è la solita prebenda a fondo perduto.
Ritratto di Santhiago
27 novembre 2019 - 12:18
Bravo Blueyes. Tommy, è cmq un investimento volto a favorire lo sviluppo industriale domestico, per cui ben venga. È anche molto poco, rispetto a quanto fanno altri paesi. Che poi siamo noi a pagare, finché porta crescita, sta bene, le tasse servono anche a quello.. È quando paghiamo per niente, o per farli buttare, che ha senso inc..zarsi
Ritratto di Vincenzo1973
27 novembre 2019 - 12:49
@tommy001 le tasse, in gran parte, le si paga dove si produce. piu si produce nelle aziende e piu lo stato incassa. investire 27 milioni per guadagnare molto ma molto di piu
Ritratto di otttoz
27 novembre 2019 - 12:58
dato che son soldi delle mie tasse posso avere una vettura gratis in cambio?
Ritratto di otttoz
27 novembre 2019 - 13:04
FCA deve ancora restituire le tasse non pagate in italia portando la sede fiscale e legale all'estero...
Ritratto di Mauo
27 novembre 2019 - 15:09
Falso, FCA paga le tasse in ITALIA per quello che produce in ITALIA!
Ritratto di GeorgeNN
28 novembre 2019 - 09:36
E la fca paga in Italia sul ricavato vendite delle auto prodotte all'estero (tipo, 500, qubo, 500L, doblò, compass,cherokee, grand-cherokee, wrangler, gladiator, commander)??? E ne vogliamo parlare di 7,6 miliardi di euro di Aiuti di Stato dal 1977 al 2013??? E le cig bastano con i contributi versati dalla fca all'inps??? Sentiamo un pò!
Ritratto di 82BOB
27 novembre 2019 - 13:17
Speriamo PSA porti stabilità! In questo periodo difficile per molte realtà industriali (e non) nel nostro paese, un investimento redditizio da parte dei nostri governanti sarebbe più che auspicabile! Certo, ci fosse ancora marchionne sarebbero stati non a fondo perduto, di più... ma per fortuna ora a comandare (e a gestire i nostri soldi) ci saranno altri!
Pagine