Mitsubishi Mi-Tech Concept: l’ibrida con la turbina 

Pubblicato 23 ottobre 2019

La Mi-Tech, un po' suv e un po' dune-buggy, ha un sistema ibrido dove un motore a turbina può alimentare le batterie. 

Mitsubishi Mi-Tech Concept: l’ibrida con la turbina 

LA TURBINA PER STUPIRE - Entro il 2022 la Mitsubishi intende dotare di un sistema ibrido plug-in anche le suv di dimensioni compatte e medie, dopo averlo già fatto con la più grande Outlander. Come antipasto, al Salone dell’automobile di Tokyo, la casa giapponese mostra il prototipo Mitsubishi Mi-Tech Concept, una sorta di dune-buggy dove a spiccare è proprio il motore ibrido con batterie ricaricabili dall’esterno. Particolarità di questo sistema, che difficilmente vedremo su un’auto di produzione, è un generatore di corrente a turbina, preferito in quanto più leggero, efficiente e versatile (può essere alimentato da gasolio, cherosene e alcol) rispetto ad un motore a pistoni, di norma utilizzato sulle ibride plug-in. Il generatore non trasferisce il moto alle ruote, ma alimenta le batterie quando la loro carica va esaurendosi e prolunga così l’autonomia dell’auto. A completare il sistema ibrido ci sono due motori elettrici, uno per asse delle ruote, che realizzano una trazione 4x4 intelligente, perché l’elettronica ripartisce la coppia fra le quattro ruote al fine di migliorare l’aderenza in base al terreno affrontato.


Nelle foto qui sopra la Mitsubishi Mi-Tech Concept.

CON L’ARIA FRA I CAPELLI - La Mitsubishi Mi-Tech Concept è una dune-buggy dalla linea massiccia e squadrata. Il frontale è quello maggiormente degno di nota, perché adotta il design che vedremo sulle future auto della casa giapponese, a partire dalla prossima generazione della Outlander. All’interno si notano la strumentazione raccolta dietro il volante e la presenza di due fascioni: quello superiore, più esteso, integra le bocchette di aerazione del “clima”, quello inferiore ha i comandi per alcuni servizi di bordo. 


La Mitsubishi K-Wagon Concept.

PICCOLA MA RAFFINATA - Al Salone di Tokyo debutta anche la Mitsubishi K-Wagon Concept, il prototipo di una superutilitaria nella categoria delle kei car, auto molto diffuse in Giappone dove godono di particolari agevolazioni fiscali in ragione delle dimensioni compatte e del motore di cilindrata ridotta (non oltre i 660 cc). La K-Wagon Concept ha la mascherina a forma di X, con i fari alle sue estremità, oltre ad una carrozzeria disegnata per massimizzare lo spazio a bordo, in virtù delle fiancate verticali, del tetto piatto e delle ruote alle estremità. Curato l’interno: i colori caldi scelti per le tappezzerie, insieme allo schermo del sistema multimediale, fanno sembrare la plancia di categoria superiore. Non mancano sistemi di sicurezza come la frenata automatica e il mantenimento in corsia.





Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
23 ottobre 2019 - 21:48
Ma in Mitsubishi i designer sono stati divorati dai cannibali?
Ritratto di Dr.Torque
24 ottobre 2019 - 09:19
Al contrario, sembra che siano rimasti solo loro senza nessuno che li tiene a bada. LOL
Ritratto di Giulio Menzo
19 novembre 2019 - 19:01
2
quoto
Ritratto di Giuliopedrali
24 ottobre 2019 - 14:43
Poi la soluzione dell'elettrico con turbina ce l'hanno ma di serie tra poco, sempre che escano, anche le HK Hybrid Kinetic disegnate da Pininfarina e di alta gamma, un altro pianeta.
Ritratto di Paolo-Brugherio
24 ottobre 2019 - 15:21
6
Col design, andando avanti di questo passo, arriveremo ad una scatola da scarpe con 4 ruote....
Ritratto di GeorgeNN
24 ottobre 2019 - 15:50
Molto geniale l'idea della turbina che fa da generatore alle batterie. La key car Mitsubisci ek è molto carina. Non parliamo della Nissan Dayz, della Honda N box custom che sono veramente belle. E pure 4x4.
Ritratto di Giulio Menzo
19 novembre 2019 - 19:00
2
I designer hanno bevuto parecchio prima di disegnarle..... Specialmente il cubo all' ennesima potenza che somiglia in modo sospetto alla Nissan Cube