NEWS

Multe: dal 1 luglio via al recupero dal conto corrente

06 giugno 2017

Dopo solleciti e avvisi, l'Agenzia delle Entrate Riscossione potrà disporre il pignoramento del conto.

Multe: dal 1 luglio via al recupero dal conto corrente

NUOVO SOGGETTO - L’ultima legge di bilancio approvata dal Governo italiano sancisce l’eliminazione di Equitalia, temuta società che aveva il compito di recuperare i crediti per conto dello Stato. Lo stesso ruolo verrà svolto però da un nuovo soggetto pubblico, l’Agenzia delle Entrate Riscossione, che diventerà presto lo spauracchio di automobilisti e cittadini poco attenti alle scadenze del fisco: la nuova agenzia avrà poteri maggiori nella lotta all’evasione e nella ricerca dei beni da pignorare. L'Agenzia delle Entrate Riscossione potrà infatti accedere al conto corrente bancario dei cattivi pagatori (sia privati che imprese) e prelevare la cifra dovuta. Ciò vale per i contributi Inps e le cartelle esattoriali, ma anche per le multe e il bollo.

PIÙ POTERI - Equitalia era un’azienda posseduta al 51% dall’Agenzia delle Entrate e al 49% dall’Inps, che svolgeva funzioni di interesse pubblico nonostante fosse privata. Equitalia può indagare fino a scoprire se un contribuente possiede un conto corrente, ma non ha i mezzi per sapere a quanto ammonta il saldo o conoscere la sintesi dei movimenti. L’Agenzia delle Entrate Riscossione invece è una società pubblica a tutti gli effetti, quindi gode di maggiori libertà, a partire dalla possibilità di accedere ad archivi, banche dati e alla lista dei movimenti effettuati all’interno di un conto corrente. Inoltre potrà scoprire dove lavora il contribuente e da lì procedere al pignoramento dello stipendio. L’Agenzia, come già Equitalia, non avrà bisogno di una sentenza del giudice per disporre il pignoramento.

CONTRIBUENTE AVVISATO - L’Agenzia delle Entrate Riscossione riuscirà ad incassare la cifra solo al termine di una procedura a tappe, che inizierà quando il contribuente riceverà avvisi e solleciti di pagamento. Da questo momento avrà 60 giorni per mettersi in regola, pagando tutto subito, dilazionando la cifra o presentando ricorso. Una volta trascorsi 60 giorni, in mancanza del pagamento, i funzionari dell’Agenzia potranno innescare il meccanismo per ottenere la somma e arrivare al pignoramento del conto corrente.





Aggiungi un commento
Ritratto di Fabry79
6 giugno 2017 - 19:36
1
Qualcuno diceva: cucù Equitalia non c'è più ma ora è peggio di prima. Con questo non giustifico chi non paga il dovuto ma solo la presa per il cucù di aver fatto finta di cancellare Equitalia...
Ritratto di bear666
7 giugno 2017 - 07:37
ma chi? il pifferaio magico?
Ritratto di lucios
6 giugno 2017 - 20:26
4
Sempre più in uno stato di polizia, e intanto chi delinque fa quello che vuole! Chi, casomai si dimentica di pagare qualcosa, lo spennano come un gallo! W L'ITALIA. VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!
Ritratto di ogiad
7 giugno 2017 - 12:18
in Italia si è anche troppo lassisti esiste persino il concetto di ravvedimento operoso che consente con sanzioni basse di auto-ravvedersi ... una roba del genere spesso all'estero non esiste: non paghi nei termini ti becchi il multone, punto.
Ritratto di lucios
7 giugno 2017 - 13:18
4
Negli stati di cui tu parli, sicuramente la gente normale ha un reddito medio che permette di avere da parte qualche risorsa per affrontare questi imprevisti. Dalle mie parti, il meridione, tanta gente, a volte, paga in ritardo il bollo perché aspetta la pensioncina della nonna. Allo stesso tempo, nel nostro paese accade spesso che qualche milionario che deve una caterba di soldi al fisco, con le transazioni e gli accordi non paga nemmeno la metà.
Ritratto di lucasante
7 giugno 2017 - 15:26
intestate la macchina alla nonna no?? hihihii
Ritratto di lucios
7 giugno 2017 - 15:55
4
Immagina, poi viene la finanza e sequestra la nonna! XDDDDDD
Ritratto di Prrrrr
6 giugno 2017 - 21:55
Mamma mia.. siamo da Repubblica delle banane. A me ciclicamente chiedono il bollo della Moto PAGATO (Moto venduta nel 2008), quindi ciclicamente devo andare x notificare l'errore... ora ti prendono direttamente i soldi.... perfetto! Non ho parole x descrivere la Nostra Classe Dirigente veramente fenomenale... basta azzerare tutti i conti, tanto x quello che NON ti danno.. prelevate, prelevate... veramente senza parole!
Ritratto di Babbalaa
7 giugno 2017 - 08:43
No, ora, come prima, ci saranno 60 giorni di tempo per notificare l'errore, dopodichè, se non hai fatto niente, si, possono prelevarli loro senza dover aspettare il via libera di un giudice. L'articolo è abbastanza chiaro
Ritratto di Prrrrr
7 giugno 2017 - 12:27
Si ma sempre una perdita di tempo, rimane (mezza giornata), io x 4 volte ho notificato l'errore, poi mi sono arreso... e continua ad arrivare. Le Persone non sono burattini, ora con questo sistema devo per forza tornare, ditemi voi cosa devo fare.... 4 volte, l'Ultima è andato Mio Padre, xche io avevo già detto basta. Ora ripeto, sarò costretto a perdere delle mezze giornate!
Pagine