NEWS

MX-5: una scoperta che non invecchia

16 marzo 2010

La più "inglese" fra le spider giapponesi celebra il suo compleanno in ritardo: nel Vecchio Continente, infatti, arrivò un anno dopo rispetto al resto del mondo. Ci vollero 10 anni per convincere la dirigenza Mazda a produrla e oggi conta tre generazioni (e quasi 900.000 unità costruite).

MX-5: una scoperta che non invecchia

BORN IN THE USA - La MX-5 è una sportiva che combina il divertimento delle spider inglesi degli anni 60 con l’affidabilità giapponese. Pare quindi strano, quindi, che a idearla sia stato un giornalista americano, Bob Hall, che, nel 1979, in una semplice chiacchierata con il capo dello sviluppo Mazda Kenichi Yamamoto, suggerì di creare una spider leggera, semplice, con motore anteriore e trazione posteriore.
 

Mazda MX5 1989 former mod back.jpg
La prima MX-5 del 1989: nella foto la versione giapponese denominata Eunos Roadster.

PRIMA E INIMITABILE - Per arrivare alla produzione servirono però 10 anni, a causa delle numerose resistenze incontrate dal progetto. Ad esempio, per convincere i vertici della Mazda ad approvare il progetto, si dovette portarli in California, per fargli provare di persona un prototipo sulle montagne della California. Fu però molto difficile convincerli a uscire dall’abitacolo e il “semaforo verde” arrivò senza esitazione: nel 1989 i primi esemplari erano nelle concessionarie. Col nome Mazda Miata negli USA e Eunos Roadster in Giappone. All’inizio il mercato privilegiato fu proprio quello americano. L’importazione ufficiale in Europa iniziò nel maggio 1990 e furono riservati appena 400 esemplari. Ad appena un anno dal lancio, invece, 160.000 MX-5 solcavano le strade del Vecchio Continente: la MX-5, col suo modesto 1.6 da 116 CV aveva conquistato tutti, non grazie alle sue prestazioni ma al semplice piacere di guida.
 

Mazda MX5 1989 former mod 1.jpg
L'abitacolo della Eunos Roadster con guida a destra.

AFFIDABILE - A differenza delle auto inglesi alle quali si ispirava, la Mazda era anche affidabile. Molto affidabile: nel 1990 una rivista tedesca fece un test di durata di 100.000 chilometri e il risultato fu “neanche un problema tecnico”. Non a caso, il termine Miata deriva dal tedesco antico e sta per “ricompensa” o “meritata lode”. Dopo l’arrivo del 1.8 da 131 CV nel 1994, necessario per compensare i 35 kg di peso aggiuntivo di alcune strutture di irrigidimento, la MX-5 giunse praticamente immutata fino al 1997 quando, al Salone di Tokyo, fu presentato il restyling. Se l’originale (chiamata in codice NA) era famosa per i suoi fari retrattili, la nuova NB adottava un muso più convenzionale con fari fissi e due nuovi motori: un 1.6 da 110 CV e un 1.8 da 140.
 

Mazda MX5 ers03 001s
La seconda serie della MX-5 è del 1997.

GRANDE SUCCESSO - A nove anni dall’arrivo sulle strade europee, erano già state vendute 500.000 MX-5 in tutto il mondo e cinque anni dopo erano già 700.000. Dopo un impercettibile ritocco nel 2001, la vera rivoluzione si ebbe solo nel 2005, col debutto della terza generazione, la NC. A differenza di quanto fatto in precedenza, non si tratta di un aggiornamento del progetto originario ma di una sua riscrittura da zero: più larga, lunga e spaziosa, fortunatamente non è molto più pesante ma perde le raffinate sospensioni posteriori per passare al più comune schema multilink. Un’auto, quindi, meno “giocattolo” e più matura della prima generazione della quale riprendeva anche le forme, specie nella versione con tetto rigido retrattile commercializzata dal 2006.

MX5 III pre-restyling P1J03455s
La terza serie del 2005 è in produzione ancora oggi, pur con qualche modifica estetica.

GRANDE BOCCA - Ad oggi, l’ultima MX-5 è quella del 2009: un restyling della NC che ha visto il muso “incattivirsi” e guadagnare una “bocca” triangolare invece che ovale e fari più affilati, oltre che nuove tarature delle sospensioni votate a migliorare la sportività. In ogni caso, quello che tutti aspettano è la prossima generazione della MX-5 che, a quanto è dato sapere, dovrebbe tornare alle radici, con peso attorno ai 1000 kg e motori 1.6 e 1.8. Peccato che non sarà possibile vederla prima di uno o due anni.

Mazda MX-5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
38
12
7
3
6
VOTO MEDIO
4,1
4.10606
66
Aggiungi un commento
Ritratto di cavalierebianco
16 marzo 2010 - 20:56
La prima era un gioiello, ora si è normalizzata
Ritratto di Zack TS
16 marzo 2010 - 20:57
1
FANTASTICA!!!!!!!
Ritratto di FG
17 marzo 2010 - 08:00
Rivogliamo i doppi triangoli dietro e il peso-piuma!