NEWS

New Stratos, ritorna il "mito" Lancia

18 agosto 2010

Per ora è un esemplare unico, ispirato alla "leggendaria" Lancia Stratos, costruito dalla Pininfarina su base Ferrari 430 Scuderia per un facoltoso collezionista. Potrebbe dare vita a una serie limitata.

ESEMPLARE UNICO - A volte i sogni diventano realtà. Specialmente se si hanno le disponibilità economiche di Michael Stoschek, un imprenditore nel settore automobilistico, “gentleman driver” e collezionista di auto storiche. Il suo sogno di guidare una Lancia Stratos degli anni 2000 lo ha realizzato: il risultato è la New Stratos. Realizzata come “one-off”, ovvero come esemplare unico, la New Stratos è stata costruita sulla base della meccanica di una Ferrari 430 Scuderia e nelle forme si ispira alla coupé a motore centrale disegnata nel 1970 da Marcello Gandini per la Bertone.

new_stratos_13.jpg


COSTRUITA IN ITALIA
- Il progetto della New Stratos, realizzato dalla Pininfarina, sotto la guida prima di Jason Castriota (oggi direttore del Centro Stile Saab) e poi di Luca Borgogno, è iniziato nel 2008. Il primo passo è stato l'acquisizione dei diritti per lo sfruttamento del nome Stratos (incredibile che la Lancia se lo sia lasciato scappare), in mano alla Fenomenon Design House, una società inglese che al Salone di Ginevra del 2005 aveva presentato una riedizione moderna della Stratos che però non ha avuto nessun seguito produttivo. Recentemente la New Stratos ha svolto dei test presso la pista prove della Fiat di Balocco: in base ai dati raccolti, il committente Michael Stoschek ha annunciato che comunicherà dettagli tecnici e prestazioni dell'auto.

New stratos 05New stratos 02


UNA SERIE LIMITATA?
- Al momento quella che vedete è l'unica New Stratos realizzata dalla Pininfarina. Ma, come ha dichiarato lo stesso Stoschek, sarebbe in discussione la possibilità di realizzare una piccola serie di 25 esemplari. Non sarebbe la prima volta che un modello “mitico” viene fatto rivivere: nel 2004 la Ford ha realizzato la GT, riedizione della GT40 degli anni 60. Addirittura, secondo alcune indiscrezioni, lo stesso gruppo Fiat sarebbe piuttosto interessato al progetto: la Lancia potrebbe attuare un'operazione d'immagine nel solco di quella che ha portato l'Alfa Romeo a realizzare la 8C Competizione. Un'ipotesi, quest'ultima, che sembra quanto meno azzardata: i vertici della Lancia hanno più volte ribadito che la casa non ha intenzione di rivivere il suo passato sportivo e che i futuri modelli si rifaranno a valori quali design, tecnologia e rispetto dell'ambiente.

New stratos 08


REGINA DEI RALLY
- Presentata al Salone di Torino del 1970 dalla carrozzeria Bertone, la Stratos era un prototipo di supercar a motore centrale, costruita sull'ossatura della Lancia Fulvia. La sua linea, avveniristica per quegli anni, è opera di Marcello Gandini (padre anche della Lamborghini Miura). Dotata del motore 2.5 V6 della Ferrari Dino, la Stratos è presto diventata una leggenda dei rally vincendo il Campionato del Mondo dal 1974 al 1976 con alla guida Sandro Munari. Ancora oggi la Stratos viene ricordata per il suo aspetto a cuneo, e un comportamento stradale impegnativo dato dal motore in posizione centrale (sulle versioni da corsa arrivava a 240 CV) e al passo di soli 218 cm, per una lunghezza complessiva di 371 cm, meno di una Fiat Punto Evo. Secondo dati non ufficiali, dal 1973 al 1976, ne sono state prodotte poco meno di 500 esemplari.



Aggiungi un commento
Ritratto di apm
18 agosto 2010 - 17:33
A me non piace, preferisco miliardi di volte l'antenata, la nuova imita troppo la vecchia, quasi come la nuova 500, però con un risultato, secondo me, sgradevole all'occhio
Ritratto di Mr.Mpi
18 agosto 2010 - 17:34
Ok la stratos, ma che fine ha fatto il prototipo della nuova Fulvia???
Ritratto di FG
18 agosto 2010 - 18:17
era sulla piattaforma della Fiat barchetta: troppo vecchia e non possono usarla per la produzione in serie di un'auto nuova... purtroppo
Ritratto di Fabiocs86
18 agosto 2010 - 17:43
io vorrei avere quella vecchia non la ricostruzione in chiave moderna!!!!
Ritratto di wiliams
18 agosto 2010 - 18:11
A me non dispiacerebbe rivederla sul mercato con il marchio LANCIA,ma ho dei forti dubbi.Intanto non ci azzecca niente con l attuale e futura gamma LANCIA,poi questa reidizione è basata su meccanica FERRARI F430,un pò troppo direi,e poi comunque il GRUPPO FIAT ha altre cose in mente,per loro questi "giocattoli"sono solo soldi buttati via.
Ritratto di bravehearth
18 agosto 2010 - 18:13
:-)
Ritratto di Flaney
18 agosto 2010 - 18:14
...molto particolare, con tagli netti, non piacerà a tutti ma ha un suo fascino
Ritratto di hotdog
18 agosto 2010 - 18:14
bella roba... una ferrari ricarrozzata!!! ma che schifezza è!?! con la Stratos originale non ha niente in comune, giusto le forme che la ricordano. Mah proprio non capisco... almeno quando la ford ha rifatto la gt40 ha fatto un'auto uguale all'originale e celebrata come una delle migliori al mondo da guidare... peccato che in italia nessuno l'abbia detto perché qui detta legge la Ferrari :(
Ritratto di no yvan...no party
18 agosto 2010 - 18:15
...molto meglio della precedente,che rivoluzione....Brava lancia continua così e sicuramente il fallimento non ti assisterà! Certo però Lancia non mettere un prezzo esagerato perchè cmq Lancia è Lancia,non è Maserati,Lamborghini o Ferrari,che un prezzo alto se lo possono permettere...
Ritratto di wiliams
18 agosto 2010 - 18:21
Non conta solo il nome,ma anche le sue qualità,se veramente decidessero di farla su meccanica FERRARI,quella la paghi a caro prezzo.Se no la facciamo sul pianale della G.PUNTO,poi ci mettiamo dentro il 1.3 MULTI-JET,e così con 15 mila euro te la compri.
Pagine