Lancia

In una Fiat ancora agli albori si mette in evidenza il giovane pilota-collaudatore Vincenzo Lancia, che cova il malcelato sogno di realizzare un'automobile in proprio. Vi riesce nel 1906, e leggenda vuole che ci sia un unico problema: l'officina in cui la prima Lancia della storia viene costruita è talmente angusta che l'auto non riesce a passare dall'ingresso. Ma arrivano presto dei lavori di ampliamento, e verso gli anni Venti la Lancia trova un'identità ben precisa: realizzare vetture esclusive e con soluzioni tecniche d'avanguardia. Vincenzo Lancia si ispira alle auto inglesi, e di qui nasce il luogo comune che vede le auto che portano il suo nome come le più British tra le italiane.
 
Nel 1937 assume il comando della società Gianni Lancia, figlio di Vincenzo, venuto a mancare per un infarto. Tra conflitto bellico e ingenti somme investite nelle competizioni (tra il 1954 e il 1955 viene approntata l'unica Formula 1 della storia Lancia: sono sette le vittorie, ma manca l'acuto mondiale, e a seguito della scomparsa del campione Alberto Ascari, Gianni Lancia decide di regalare il reparto corse alla Ferrari) la situazione economica inizia a traballare. A poco servono le vittorie nei rally e varie auto di serie di buon successo - dall'Astura alle più piccole Artena, Augusta, Aprilia e Ardea, per tacere dell'Aurelia, della Fulvia o della Flaminia, ancor oggi usata come vettura di rappresentanza del Presidente della Repubblica: nel 1969, la Lancia entra nell'universo Fiat.
 
Il primo progetto è la Beta, moderna berlina a due volumi con trazione anteriore (non una novità assoluta, visto che è stata già introdotta sulla Flavia negli anni Sessanta); segue la Gamma, ammiraglia incompresa disponibile anche in carrozzeria coupé, disegnata da Pininfarina. Nel 1979 la Delta risolleva le sorti della Lancia (non stona ricordare come da un pianale derivato dalla Ritmo sia nata una delle auto più vincenti della storia dei rally) e cinque anni dopo la Thema riporta in alto il nome della casa tra le berline di lusso. A vendere ci pensa la versione diesel, a far sognare la 8.32 con il motore della Ferrari Mondial, fascinosa come poche. La Delta del 1993 e le K e Thesis, sostitute della Thema, non riscuotono successo, e anche la Delta del 2008 non è accolta con grande entusiasmo. Per la casa italiana, i modelli ben venduti (quanto meno sul mercato interno) restano quelli di dimensioni contenute: la Y, seguita dalle due serie della Ypsilon (del 2003 e del 2011) che, a oggi, resta l'unica auto in gamma. Ma con l'ingresso del gruppo FCA in Stellantis, nel 2021, un rilancio non sembra impossibile.     


Novità Lancia

  • Come chiameresti le Lancia di domani?

    La prima ad arrivare si chiamerà Ypsilon, come l'attuale. E le altre? La Lancia si trova di fronte a un bivio: per i nomi dei nuovi modelli sceglierà le lettere dell'alfabeto greco o le strade romane? E tu che cosa ne pensi?
  • Lancia: i successi sportivi e il cinema

    Nell’ultimo episodio del docufilm sulla sua storia, la Lancia analizza i successi ottenuti nelle competizioni e il legame con il mondo del cinema.
  • Lancia: nel 2024 la nuova Ypsilon, nel 2026 la Delta

    Il ceo del marchio conferma in un’intervista le date di debutto dei due nuovi modelli elettrici della Lancia.
  • Lancia: 100 anni fa la rivoluzione Lambda

    Il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino accende potenti riflettori sul modello che un secolo fa rivoluzionò l’industria automobilistica e il concetto stesso di automobile.
  • Aurelia, Appia, Flaminia: i grandi nomi del passato per le Lancia del futuro?

    I modelli di domani potrebbero chiamarsi come quelli degli Anni 50 e 60. Luca Napolitano, ceo della Lancia, ne parla con Roberto Giolito, responsabile di FCA Heritage, nella 2a puntata del docufilm “Eleganza in movimento”.
  • La Lancia lavora a tre nuovi modelli

    Secondo indiscrezioni le vetture previste a partire dal 2024 sono: un’utilitaria, una crossover compatta e una berlina compatta.
  • Lancia: i suoi primi 115 anni in un documentario

    Luca Napolitano, responsabile del marchio Lancia, ripercorre la storia del brand in un “docufilm” a puntate. Lo accompagna, di volta in volta, un ospite d’eccezione: il primo è Jean-Pierre Ploué, capo del design Stellantis e non solo…
  • Lancia: l’importanza del design

    Sarà il responsabile del design dell’intero gruppo Stellantis, Jean-Pierre Ploué, a guidare il centro stile della Lancia.
  • Kimera EVO37: il ritorno di un mito

    Basata sulla leggendaria Lancia 037 ha 505 CV e verrà prodotta in 37 esemplari dal prezzo unitario di 480.000 euro.

Video Lancia

  • Lancia: i successi sportivi e il cinema
    In questa terza parte del docufilm sulla storia della Lancia si analizza l'attività sportiva, che ha portato il costruttore ad essere uno dei più vincenti non solo nei rally, e il legame con il mondo del cinema della "Dolce vita".
  • Lancia: "Design senza tempo"
    Luca Napolitano, responsabile del marchio Lancia, ripercorre la storia del brand in un “docufilm”. Lo accompagna, di volta in volta, un ospite d’eccezione: il primo è Jean-Pierre Ploué, capo del design. Qui per saperne di più. 
  • Lancia Ypsilon Hybrid
    Pensionato il 1.2, sulla Lancia Ypsilon arriva il tre cilindri 1.0 mild hybrid: convince per la regolarità di funzionamento e promette di bere davvero poco. Ancora assenti, però, i moderni aiuti elettronici alla guida. Qui per saperne di più.
  • Lancia Y10
    Uno slogan che fece la fortuna della Y10, proposta come l'utilitaria di lusso: "piace alla gente che piace" diceva lo spot del 1987, che utilizzava alcuni volti noti di quegli anni, tra cui attori, registi, sportivi e cantanti famosi.
  • Lancia Ypsilon 2018
    Tre nuovi allestimenti per la citycar torinese Lancia Ypsilon, in offerta a partire da 9.500 euro.
  • Lancia Ypsilon
    La nuova versione Mya è la più sfiziosa nella gamma della Lancia Ypsilon: cerchi in lega e sedili specifici in Alcantara e tessuto.

Primi contatti Lancia

Prove Lancia

dagli archivi

  • Nuova Lancia Ypsilon: eccola

    Ricercate modifiche estetiche, interni ancora più eleganti e pratici, un moderno impianto multimediale: queste le novità per la sfiziosa citycar italiana, in vendita dalla fine di settembre 2015.
  • Lancia Thema: italiana d'America

    Gemella della Chrysler 300, è disponibile anche con il nuovo 3.0 V6 turbodiesel da 190 o 224 CV. Arriverà nelle concessionarie dopo l’estate, con prezzi da circa 40.000 euro.
  • Lancia Ypsilon Elefantino ’14: la più fashion sei tu

    La Elefantino ’14 è la più glamour della gamma Lancia Ypsilon: tre nuovi colori esterni e tante possibilità di personalizzazione.