NEWS

Nio EC6: per sfidare la Model Y

Pubblicato 31 dicembre 2019

La Nio annuncia la crossover elettrica di medie dimensioni EC6, che sarà disponibile sul mercato cinese da metà del 2020.

Nio EC6: per sfidare la Model Y

SFIDA LA MODEL Y - La Nio, l’azienda cinese fondata nel 2014 con ingenti capitali, nel corso della festa annuale Nio Day 2019, ha presentato il suo quarto modello. La crossover Nio EC6 arriverà sul mercato cinese a metà del 2020, dove sarà una diretta concorrente della Tesla Model Y. I prezzi e altri dettagli saranno svelati a ridosso del lancio, ma è comunque possibile prenotare la vettura versando un deposito. La Nio EC6 si va ad affiancare alle due suv già presenti a listino, le ES6 e ES8.

DUE VERSIONI, TANTI CV - La Nio EC6 è disponibile in due versioni: la Sporty è equipaggiata con una coppia di motori a magneti permanenti da 217 CV (per complessivi 434 CV), che garantiscono uno scatto da 0 a 100 km/h in 5,6 secondi, associati a un pacco batterie agli ioni di litio da 70 kWh, che fornisce un'autonomia dichiarata di 425 km. La versione Performance dispone di un motore da 217 CV sull'asse anteriore e uno  326 CV (a induzione) su quello posteriore, per complessivi 543 CV e oltre 500 Nm di coppia, i quali garantiscono uno scatto da 0 a 100 km/h 4,7 secondi. L’autonomia offerta dal pacco batteria agli ioni di litio da 70kWh è di 435 km. Entrambe le versioni possono essere equipaggiate con un pacco batteria da 100 kWh raffreddato a liquido, che conferisce alla EC6 Sporty un'autonomia dichiarata di 605 km e alla Performance di 615 km.

FAMILY FEELING - La Nio EC6 è una crossover di medie dimensioni (che non sono state annunciate) con una coda filante e un coefficiente di resistenza aerodinamica di 0,27. Nella parte frontale è evidente la somiglianza, o meglio il “family feeling”, con gli altri modelli della casa. Optional l’enorme tetto in vetro da ben 2,1 ㎡ (optional). Gli interni non sono ancora stati svelati.

UPGRADE DELLE BATTERIE - In occasione della presentazione della Nio EC6, il ceo dell’azienda William Li ha annunciato che il costruttore offrirà ai propri clienti la possibilità di aumentare la capacità dei pacchi batteria delle vetture senza modificarne le dimensioni fisiche. Un dato importante perché una delle caratteristiche distintive della Nio è quella delle stazioni di cambio rapido della batteria scarica con una carica; quindi per poter utilizzare il servizio, tutti i pacchi batteria devono avere le stesse dimensioni. La prima vettura che beneficerà di questo upgrade sarà la suv di lusso ES8, che dopo l’opzione del potenziamento da 80 kWh, offerta nel 2019, potrà contare anche sull’aumento della capacità fino a 100 kWh (la batteria originale era di 74 kWh). Il tutto per l’equivalente di circa 5.000 dollari o, in alternativa, un canone di 100 dollari al mese. 



Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
31 dicembre 2019 - 12:07
Non capisco se questa piacevole Ec6 sia una versione SUV coupè della riuscita Es6 l'unica (su 2) auto di successo della Nio, o sia leggermente più compatta, perchè la Nio Es6 ha comunque 544 cv ed è lunga poco meno di 5 metri, tutto per un prezzo di neanche 50.000 euro, ma la vedo piuttosto upmarket, per sfidare davvero Tesla, che ora apre lo stabilimento cinese, sulle "compatte" Model 3 e Model Y ancora da presentare, ci vorrebbe qualcosa di più compatto ed economico forse.
Ritratto di Flavio8484
31 dicembre 2019 - 12:18
Vai giulio, il tuo riscatto è arrivato!!!
Ritratto di remor
31 dicembre 2019 - 12:29
Posso dire che ad oggi penso di non aver mai ancora incrociato una ma che fosse una sola auto elettrica cinese?
Ritratto di Flavio8484
31 dicembre 2019 - 15:53
Sinceramente nemmeno io....
Ritratto di Giuliopedrali
31 dicembre 2019 - 16:00
Neanch'io, però ad esempio qui in Veneto vedo già parecchie Tesla3.
Ritratto di Flavio8484
31 dicembre 2019 - 16:05
Che è tutto tranne che cinese...
Ritratto di Giuliopedrali
31 dicembre 2019 - 18:27
Appunto queste cinesi costano la metà...
Ritratto di v8sound
31 dicembre 2019 - 12:45
Ma non doveva costare quanto una Golf?
Ritratto di remor
31 dicembre 2019 - 12:58
E pensare che in VW hanno pure cercato di dargli una mano in tal senso alzando, e non poco, il prezzo della versione d'accesso della 8 rispetto alla 7 :)
Ritratto di v8sound
31 dicembre 2019 - 13:04
Ahahahahah
Pagine