NEWS

Nissan Leaf, un'occhiata da vicino

3 ottobre 2017

La nuova elettrica della Nissan arriverà a inizio 2018. Vi diciamo come è fatta.

Nissan Leaf, un'occhiata da vicino

ELETTRICA IN INCOGNITO - La nuova Nissan Leaf arriverà nelle concessionarie a inizio 2018, ma è già in vendita (ne parliamo qui). Si tratta di una vettura elettrica, ma dall'estetica non lo si nota. Infatti, rispetto alla Leaf fino a oggi in listino (l'auto a batteria più venduta di sempre, con circa 280.000 unità consegnate), il nuovo modello riesce a essere più moderno e gradevole, e anche più “normale”. Lo sportello che copre la presa per la ricaica rimane nel frontale, ma ora c'è una vera mascherina: a forma di “V”, come in tutte le Nissan più recenti, e abbinata a fari spigolosi, garantisce una certa grinta. La fiancata è resa meno massiccia dall'inserto a contrasto nel montante posteriore, che riprende il colore del tetto, mentre la parte posteriore viene snellita da un'ampia fascia nera, che raccorda i fanali a boomerang, e dalla piastra inferiore, contornata da un profilo azzurro, che simula un estrattore aerodinamico.  

“NORMALE” E ACCOGLIENTE - La Nissan Leaf  nella quale siamo potuti entrare era ancora un modello di preserie, ma molto vicino a quelli che arriveranno ai clienti europei fra alcuni mesi. Come la carrozzeria, anche l'abitacolo si può dire moderno, ma non futuribile; gli unici “tocchi” fuori dalla norma sono il minuscolo ”fungo” che permette di scegliere fra marcia avanti e indietro, e  il cruscotto digitale che mostra tutti i dati del sistema elettrico (ma il tachimetro, sul lato destro, è a classicamente a lancetta). La plancia è lineare, piuttosto massiccia ma gradevolmente “mossa” da un inserto con trama simile a quella della fibra di carbonio sul lato del passeggero; ampio e bene in vista il display del sistema multimediale, che include Apple CarPlay e Android Auto per utilizzare sull'impianto dell'auto gli smartphone. Già in questa preserie, i montaggi sembrano solidi e precisi; le plastiche, però, non sono particolarmente raffinate (anche la parte superiore della plancia è rigida). L'abitacolo è luminoso, lo spazio notevole (anche se il divano non è larghissimo e c'è un alto tunnel centrale); i sedili, rivestiti in un pelle con inserti scamosciati, sono molto morbidi e confortevoli: anche dietro pare di accomodarsi in vere e proprie poltrone. Da segnalare l'enorme cassetto nella plancia della nuova Nissan Leaf , a cui corrispondono dimensioni non eccezionali degli altri vani. Quanto al bagagliaio, la capienza è decisamente buona per una cinque porte lunga circa 450 cm: 435 litri. il merito va alla disposizione delle batterie, sotto il divano e sotto i sedili anteriori. Il vano è molto alto (60 cm) e ha una forma regolare; caricare, però, non è così facile perché il pianale è ben 25 cm più un basso della soglia.  

Nissan Leaf
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
16
22
13
7
7
VOTO MEDIO
3,5
3.50769
65
Aggiungi un commento
Ritratto di Edoardo98
4 ottobre 2017 - 14:53
5
Ma perchè la nuova Leaf costa ben 37.000€ quando l'attuale ne costa 29.000 ed anzi sono abbastanza sicuro ne costasse tipo tra i 24 e i 26.000 prima del restyling? Cioè anzichè diventare più accessibili diventano sempre più costose le elettriche, certo che se si vuole puntare all'elettrificazione di massa si sta andando proprio nella direzione sbagliata per quanto la Leaf ora sia esteticamente molto più gradevole