NEWS

Nissan Qashqai: con il ProPilot segue il traffico da sola

15 giugno 2018

Il sistema ProPilot integra tre sistemi che permettono alla crossover di accelerare, frenare e curvare da sola nella guida in colonna. 

Nissan Qashqai: con il ProPilot segue il traffico da sola

UN AIUTO IN PIÙ - La Nissan Qashqai fa un passo avanti sul fronte dei sistemi di assistenza alla guida e dagli scorsi giorni si può ordinare con la tecnologia ProPilot, un pacchetto disponibile al momento solo per il motore diesel 1.6 dCi da 130 CV che include il regolatore di velocità adattivo, il mantenimento attivo della corsia di percorrenza e la funzionalità per far tenere all'auto una distanza di sicurezza pre-impostata dalla vettura che precede. Il ProPilot è compreso nel prezzo sui più ricchi allestimenti Tekna e Tekna+ (da 33.310 euro) e costa 1.000 euro su quello N-Connecta. Per usufruire dei tre sistemi bisogna scegliere una Nissan Qashqai con il cambio automatico XTronic (1.700 euro), anche se al prezzo di 600 euro sulla N-Connecta è previsto un ProPilot "semplificato" senza la funzionalità per il mantenimento della distanza dal veicolo che precede, non prevista sui modelli con il cambio manuale.

TELECAMERA E RADAR - Al pari di sistemi simili, il Nissan ProPilot (guarda il video qui sotto) sfrutta sensori di bordo e due "occhi" per vedere quello che accade su strada: la telecamera nel parabrezza per il mantenimento attivo della corsia e il radar dietro il logo nel fascione per la regolazione della velocità. Il software che gestisce i visori (messo a punto dalla Continental) permette così alla Qashqai di rallentare e accelerare da sola per seguire il flusso del traffico nella corsia di marcia, aiutando il guidatore nelle situazioni di guida più stressanti (e quindi a potenziale rischio distrazione) come un lungo viaggio in autostrada o il traffico in colonna. A ciò si aggiunge l’assistenza sullo sterzo, che lo muove leggermente per far si che l’auto non fuoriesca dalla corsia nei curvoni autostradali. Il ProPilot va azionato premendo il tasto azzurro sulla razza destra del volante, prima di impostare la velocità di crociera e la distanza minima da mantenere rispetto al veicolo che precede (è regolabile su tre livelli). Il guidatore deve mantenere sempre le mani sul volante, altrimenti dopo pochi secondi il ProPilot si "auto esclude".

STOP AND GO - La funzione di mantenimento della corsia si disattiva quando le strisce di demarcazione sull’asfalto non sono ben tracciate, visto che i sensori le usano come riferimento. In queste condizioni il guidatore viene informato attraverso segnali luminosi nel cruscotto. Il regolatore di velocità adattivo prevede inoltre la funzionalità cosiddetta stop and go, che rallenta la Nissan Qashqai nel traffico e dopo una sosta di massimo tre secondi la fa riaccelerare compatibilmente con il flusso del traffico. Il ProPilot (come tutti i sistemi di questo genere) non funziona sotto un forte acquazzone, come quello che abbiamo trovato durante la nostra prova, perché i sensori hanno bisogno di una visibilità accettabile per funzionare. Non è prevista inoltre la possibilità di cambiare corsia tramite il comando delle frecce, a differenza di sistemi analoghi più evoluti.

VIDEO
Nissan Qashqai
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
103
126
77
44
46
VOTO MEDIO
3,5
3.49495
396


Aggiungi un commento
Ritratto di RS
15 giugno 2018 - 17:52
Niente di innovativo. Volvo ha questa tecnologia da almeno 5 anni.
Ritratto di alex_rm
16 giugno 2018 - 09:34
L'innovazione sta nel rendere disponibile questa tecnologia per modelli piu popolari e con un buon rapporto qualita-prezzo.Una volta questi accessori erano prerogativa per i modelli sovrapprestati cosiddetti premium ora anche le utilitarie possono avere gli adas come frenata anticollisione e cruise control adattativo.
Ritratto di RS
18 giugno 2018 - 08:08
Non credo che una persona normale potrà permettersi un QQ con questi sistemi di sicurezza. Se sono di serie alzeranno il prezzo base, se sono optional il prezzo lieviterà. Se avessero messo questa tecnologia a una Micra per €15.000 chiavi in mano sarebbe stata un'altra cosa...
Ritratto di puccipaolo
17 giugno 2018 - 23:08
5
L'ho avuta per due anni facendoci 150K Km. Versione 1.6 dti acenta. La macchina va molto bene però la qualità ....quella di sostanza manca. I sedili sono belli ma l'imbottitura cedevole e mal congegnati. Faccio sempre gli stessi giri e Km per lavoro e per un mese ho avuto una sostituta ....una Ypsilon 1.2 benzina, ebbene alla sera ero meno stanco! L'impressione che fosse realizzata al risparmio si aveva già chiudendo lo sportello. Per fortuna non ne ho mai verificato la resistenza :-) Molto evoluta nella elettronica e controllo chassis, ti aiuta a chiudere le traiettorie nel misto, etc. Ma quando una volta mi sono attaccato ai freni per mia distrazione è andata lunga come non mai, altre macchine si sarebbero fermate in tempo. Non mi ha convinto, tanta forma e poca sostanza.
Ritratto di bijulino
18 giugno 2018 - 11:33
Hai proprio ragione puccipaolo. Io ho dato via il mio qashqai dopo tre anni di disperazione. Qualità davvero scadente. Ho preso da due settimane la peugeot 3008 e devo dire che è tutto un altro pianeta. Sul qashqai non vedevo l'ora di scendere sul 3008 non scenderei mai
Ritratto di HanSolo
18 giugno 2018 - 14:17
BENVENGANO questi sistemi: diminuiscono gli incidenti e sono una polizza assicurativa in più a tutela delle auto nuove che ormai costano cifre folli... 35.000 sono 70milioni di qualche anno fa, in molte zone d'Italia ci compri un appartamento all'asta con quella cifra, pensare che puoi schiantarti in 5 minuti fa paura, meglio sapere che c'è un radar che ti risolve qualche distrazione.