NEWS

La Nissan sfrutta le onde cerebrali

3 gennaio 2018

Il progetto di ricerca della Nissan sviluppa una tecnologia che permetterà ai veicoli di interpretare i segnali emessi dal cervello dei conducenti.

La Nissan sfrutta le onde cerebrali

GUIDA IL CERVELLO - Effettuare una manovra d’emergenza tempestivamente può ridurre le conseguenze di uno scontro o evitarlo del tutto, se è vero che a 50 km/h una vettura percorre quasi 14 metri ogni secondo: basterà quindi frenare con 0,5 secondi di anticipo per fermarsi 7 metri prima. Non a caso la Nissan sta lavorando ad una tecnologia per migliorare i tempi di reazione dei guidatori e mostrerà i risultati dei primi studi al CES di Las Vegas (9-12 gennaio), una delle principali rassegne al mondo dedicate alle nuove tecnologie. Il costruttore giapponese farà vedere in questa occasione il sistema Brain-To-Vehicle, un caschetto da indossare mentre si è al volante che elabora i messaggi provenienti dal cervello e fa compiere all’auto determinate operazioni prima che il guidatore le metta in pratica.

REAZIONI IMMEDIATE - Il sistema Nissan Brain-To-Vehicle (abbreviato in B2V) è in grado di prevedere e rilevare alcune volontà della persona al volante, a patto che questa abbia in testa un caschetto dotato di sensori e nell’auto ci siano altri apparecchi che elaborano le informazioni raccolte: decodificando l’attività cerebrale sarà possibile ad esempio ridurre i tempi di reazione quando il guidatore vuole girare il volante o schiacciare un pedale, stando alla Nissan, secondo cui il Brain-To-Vehicle potrà inoltre rivelare il grado di comfort del guidatore e modificare di conseguenza alcune regolazioni nell’abitacolo. Il costruttore stima che una tecnologia di questo genere possa anticipare di 0,2/0,5 secondi i movimenti del pilota, a tutto vantaggio della sicurezza. La Nissan fornirà maggior informazioni sul sistema in occasione del CES 2018.

Aggiungi un commento
Ritratto di UnAltroFiattaro
3 gennaio 2018 - 19:28
Avete notato che in tutte le foto dove si vede il parabrezza c'è una parte "censurata" Chissà cosa hanno voluto nascondere? Forse una cosa ancora da brevettare?
Ritratto di Agl75
3 gennaio 2018 - 22:19
A vedere come guida certa gente, mi chiedo cosa ci sia da interpretare nelle loro onde celebrali. Forse il vuoto.
Ritratto di nigmista
4 gennaio 2018 - 13:01
Così non si potrà più nascondere alla propria compagna i cattivi pensieri quando passa una bella donna mentre si sta guidando XD XD XD
Ritratto di GiO1975
4 gennaio 2018 - 19:32
sarebbe interessante provarla dopo una festa di addio al celibato
Ritratto di stefbule
4 gennaio 2018 - 21:33
11
Pensa che bello guidare con la cuffia della piscina in testa. Meno male che ogni tanto si ride...
Ritratto di Gordo88
4 gennaio 2018 - 23:23
É un po' come il duello "marvel" tra il superuomo e la macchina in stile ironmen, vedremo quale tecnologia avrà la meglio in futuro...