NEWS

Si rinnovano Chevrolet Tahoe e Suburban

13 settembre 2013

Squadrate, extra-large e ben dotate, sono due vetture di successo negli Stati Uniti. La Chevrolet ne ha presentato le nuove generazioni.

Si rinnovano Chevrolet Tahoe e Suburban
NO, NON PER NOI - La Chevrolet ha presentato le nuove Tahoe e Suburban, praticamente sconosciute in Italia, visto che non sono importate, ma molto apprezzate in America. Pensate che la Suburban è alla dodicesima generazione in ottant’anni di carriera, mentre la Tahoe è leader di vendita nella categoria d’appartenenza. Si tratta di due “bestioni” lunghi rispettivamente 570 e 518 cm, larghi 204 cm e con un passo di 330 e 295 cm. Nessuna paura, non li vedremo mai “arrancare” trai vicoli dei nostri centri storici ma è curioso, ogni tanto, ficcare il naso nei mercati altrui. 
 
Qui sopra la Suburban, più in alto la Tahoe: sono sostanzialmente lo stesso veicolo, ma con due passi e lunghezze diversi.
 
CERCHI DA CAMION - Le due super Suv, sono state aggiornate tanto nell’estetica quanto nei contenuti tecnici, meccanici e funzionali.  A spingere le masse in gioco ci pensa un V8 5.3 (con disattivazione dei cilindri) da 355 CV e 519 Nm di coppia, abbinato ad una trasmissione automatica a sei marce. La trazione può essere anteriore o integrale. Il telaio è stato rinforzato e la carreggiata posteriore allargata per una guida più “piatta”, migliorati il servosterzo elettrico e l’impianto frenante. I cerchi in lega vanno dai 18 pollici standard fino ai 22 pollici mentre sui modelli LTZ sono di serie gli ammortizzatori a controllo magnetico di terza generazione. 
 
 
PIÙ CONFORTEVOLI E SICURE - Sia la Chevrolet Suburban che la Tahoe dispongono inoltre di nuove funzionalità: circa 5 cm di spazio in più per le gambe dei passeggeri della seconda fila di sedili (c’è anche la terza fila), sistema multimediale MyLink con schermo a colori touchscreen da 8 pollici, sei porte Usb e sei prese di corrente, sistema di intrattenimento posteriore (optional solo per la Suburban), accesso e avviamento senza chiave. Arricchito anche l’elenco dei dispositivi per la sicurezza, disponibili di serie o a richiesta: airbag centrale, cruise control adattivo, assistenza al cambio di corsia involontario, park assist anteriore e Safety Alert Seat che provoca vibrazioni alla seduta del conducente per avvisarlo di potenziali incidenti. Entrambe le vetture saranno costruite nell’impianto GM di Arlington, in Texas e saranno in vendita a partire dal primo trimestre 2014.
Aggiungi un commento
Ritratto di miscone
13 settembre 2013 - 18:34
1
sarebbe bello poterlo comprare da noi .... ma con un litro percorri 5 km .... il bollo sarà almeno 2.000 euro ... non trovi parcheggio nelle ns micro città .... l'assicurazione ti spella .... manutenzione costosissima..... peccato però .... rimarrà un sogno.
Ritratto di Erdadda
13 settembre 2013 - 19:26
1
Purtroppo hai descritto alla perfezione il quadro italiano sulle auto. Che amarezza.
Ritratto di osmica
13 settembre 2013 - 22:59
bloccando anche il tram (se vuoi). Tanto, a causa delle dimensioni, il carroatrezzzi della polizia non lo carica. Bollo e assicurazioni sono offlimits ormai. Ma per i consumi puoi montare il gpl e la manutenzione non credo che sarà costosa.
Ritratto di M93
13 settembre 2013 - 18:46
Bello questo maxi Suv, importato in Italia fino al 2005/2006 e conosciuto soprattutto dagli appassionati delle auto statunitensi. Importeranno probabilmente la Cadillac Escalade (che trovo stupenda, e molto yankee) che nasce sul medesimo pianale.
Ritratto di MatteFonta92
13 settembre 2013 - 19:03
3
Non so cosa ci trovino gli americani (e anche certi europei) in questi camion, li trovo davvero orribili. Per caso ultimamente è scoppiata la gara a chi ha l'auto più grossa?
Ritratto di fabri99
13 settembre 2013 - 20:42
4
So che abbiamo già fatto questo discorso più volte, eppure questi bestioni mi affascinano. Anche solo il fatto che faranno mezzo km al litro mi diverte, anche solo per infastidire a morte quegli idioti ambientalisti, animalisti, ecologisti, naturalisti, distruggiamoilmondodell'autoconlenostrepatetichestronzateisti, soprattutto questi. E poi è gigante, buona in fuoristrada, non così costosa, spaziosa...valida, insomma... E poi, è così...cafona, è quasi una scelta per far torto a quelli come Greenpeace. Jeremy Clarckson scrisse che si devono sicuramente fare dei sacrifici per salvare il mondo, ma che non siamo tutti d'accordo su che sacrificare, se l'ultima foca monaca che vivrà fino a Martedì o se la 458 Italia... Beh, forse sarebbe il caso di trovare dei compromessi, vero, ma lentamente e cautamente, non attaccando e distruggendo il mondo dell'auto. Soffocandoci così... Perciò, penso che parcheggerei il mio Suburban proprio di fronte alla sede di Greenpeace, che mi buchino pure le gomme... Sai che soddisfazione infastidirli... Ciao!
Ritratto di Shakito
13 settembre 2013 - 21:03
1
Anch'io odio quelli di greenpeace, il mio fuoristrada fa 8 al litro e fumo nero tipo ciminiera, che si fott*no ahahah però ti do una dritta: monta gomme antiforatura prima di parcheggiarla davanti la loro sede, così rimangono fregati :D
Ritratto di fabri99
14 settembre 2013 - 20:44
4
Beh, potrei bucare le gomme delle loro stupide bici, io...xD Comunque, anche solo il fatto che si siano calati con una corda sulla tribuna di Spa durante il GP mi fa proprio girare le... Non mi piace la F1, la trovo noiosa, sinceramente, ma mi ha dato fastidio questo fatto... Se poi una certa Clare si lamenta anche perchè hanno cercato di tagliarle le corde mentre si calava dalla tribuna, beh... Non dico abbiano fatto bene a cercare di farla cadere dalle corde, ma forse che potevano trovare un altro modo per mettersi, ancora una volta, ottusamente contro le auto. Anche perchè in molti si chiedevano come avessero fatto greenpeace ad arrivare lì. Le macchine elettriche inquinano comunque, durante la produzione dell'auto e dell'energia per l'auto, e non avrebbero un'autonomia sufficiente... Dato che dubito siano arrivati in bici, beh, magari volano...
Ritratto di Shakito
15 settembre 2013 - 23:02
1
Io credo che abbiano dei bellissimi ideali, ma alla fine il loro estremismo è inconcludente! Pure io credo che la natura debba essere salvaguardata, e infatti riciclo, faccio il compostaggio, non lascio rifiuti quando sono in montagna, quando vado in fuoristrada seguo sempre le tracce e non faccio mai fuoripista...ma la mia macchina non si tocca, anche se fa 8 al litro!
Ritratto di fabri99
16 settembre 2013 - 18:48
4
E' esattamente ciò che penso io, lo ho scritto anche negli altri commenti. Mi piace che vogliano salvare il pianeta, mi piace la natura(vivo in Valtellina, che ingrato sarei??) e cerco di inquinare e sprecare il meno possibile, ma sinceramente mi sembrano pazzi, hanno belle idee, ma mettono in pratica cose sbagliate, estreme e senza senso, inconcludenti. E mi chiedo perchè se la prendano con le auto... E spesso sono piuttosto contradditori... Ciao!
Pagine