NEWS

Nuovi autovelox a Milano: un diluvio di multe

30 maggio 2014

Nella seconda settimana di servizio, i nuovi sette autovelox messi in opera nel capoluogo lombardo hanno rilevato ben 64.000 infrazioni.

Nuovi autovelox a Milano: un diluvio di multe
PRIMO BILANCIO - Una valanga di contravvenzioni. Il comune di Milano ha reso noti i risultati dell’attività dei sette nuovi autovelox fissi, attivati lo scorso 10 marzo nelle strade urbane ad alto scorrimento. Un’analisi della seconda settimana di servizio, da domenica 16 a sabato 22 marzo 2014 (quella precedente era stata impiegata per tarare al meglio gli strumenti), parla di numeri da record: 64.205 multe, con una media giornaliera di 9172. Nelle settimane successive, c’è stata una progressiva diminuzione del numero delle infrazioni rilevate (-25%). La velocità media tenuta da coloro che hanno “sforato” è risultata di 85 km/h dove il limite è di 70, e di 65 km/h dove il tetto è di 50. Ma c’è anche stato chi ha superato i 190 km/h: è successo sul cavalcavia del Ghisallo, dove è anche stato rilevato il maggior numero d’infrazioni (oltre 30.000). Marco Granelli, assessore alla Sicurezza: “Come prevedibile, abbiamo già rilevato una tendenziale flessione del 20-30% delle infrazioni, ma certo è necessaria una maggiore attenzione alla sicurezza da parte degli automobilisti”.
 
DOVE E QUANTO - In quattro delle sette postazioni, il limite è di 70 km/h (fra parentesi, la direzione): via Parri (periferia), via Palmanova (periferia), cavalcavia del Ghisallo (centro) e via Fermi (periferia). In tre, invece, il limite è di 50 km/h: viale Famagosta (piazza Maggi), via dei Missaglia (periferia), via della Chiesa Rossa (centro). Tutti gli autovelox vengono segnalati con specifici cartelli. Ma, evidentemente, non sempre basta...
Aggiungi un commento
Ritratto di trap
30 maggio 2014 - 13:03
Il fatto che si è già registrata una flessione delle infrazioni dimostra che gli autovelox sono utili per la sicurezza stradale. 64 mila multe in qualche mese sono tante, ma non tantissime se si considera il numero di auto che passa ogni giorno sulle arterie milanesi.
Ritratto di camaro4ever
4 giugno 2014 - 21:01
3
Primo: 64.000 multe non sono state comminate in qualche mese, ma in UNA SETTIMANA. Ottimo per le casse del comune, un po' meno per le tasche dei cittadini... Secondo: se si fosse registrata una flessione degli incidenti, potrei convenire con te sull'utilità degli autovelox. Invece la flessione è relativa alle contravvenzioni, non agli incidenti! Cosa c'entra con la sicurezza? Inoltre, anche chi non conosce le strade in oggetto, può vedere dalla fotografia che si tratta di viali a scorrimento veloce, con almeno due corsie più corsia di emergenza per ogni carreggiata, e senza attraversamenti a raso. Insomma, strade dove andare a 80-90 kmh anzichè a 70 non costituisce proprio nessun pericolo! Questa è solo una misura "fiscale", per fare cassa a spese dei distratti. Con tanti saluti alla sicurezza stradale , miserabile scusa per spennare polli.
Ritratto di trap
4 giugno 2014 - 21:47
Hai ragione sul fatto che quelle multe sono riferite a una settimana (avevo letto male). Per il resto non sono d'accordo con te. Sebbene l'articolo non parla di incidenti (su questo argomento si potranno tirare le somme tra un anno) è noto che l'eccesso di velocità è una delle principali cause dei sinistri. Quella in foto è una strada urbana di scorrimento col limite di 70. 70 km/h significa che si fanno 3km in 2'34'' mentre a 90km/h li faresti in 2'0''. Non saranno quei 34 secondi che ti mancano? "80-90 kmh anzichè a 70 non costituisce proprio nessun pericolo". Questo lo dici tu (e lo pensa l'italiano medio). In Europa i limiti non si discutono. E non sono più alti che da noi.
Ritratto di camaro4ever
5 giugno 2014 - 11:34
3
Non sono d'accordo. Percorrere tre km di una strada a due corsie in 2'34" anzichè in 2'0" non la rende piu' sicura. Questo lo dici tu (e non so cosa pensa l'italiano medio, che peraltro è ancora padrone del proprio paese, anche se con grande dispiacere della Merkel). I limiti stupidi devono essere discussi ed adeguati, e non imposti senza usare il cervello per il solo piacere di vessare il prossimo: queso lo fa un dittatore, non un rappresentante dei cittadini. Viaggiare anche a 30 km/h è letale se si sta attaccati al paraurti dell'auto che precede, eppure tutti quelli come te perseverano nel ritenere che sia l'eccesso di velocità (e non il mancato rispetto delle distanze di sicurezza, la guida distratta o sotto l'effetto di farmaci, droghe ed alcool) a causare incidenti. Non so che dire, ma quando qualcuno inizierà a cercare la root cause degli incidenti, invece di puntare solo a cercare scuse per fare soldi????
Ritratto di Alessandro.milanomi
8 agosto 2014 - 15:02
ciao a tutti, anch’io ho ricevuto molte multe prese dall’autovelox di via Parri. VI INFORMO PERò CHE ORMAI STANNO NOTIFICANDO LE MULTE PALESEMENTE IN RITARDO. controllate il giorno di infrazione ed il giorno in cui hanno consegnato la multa alle poste per la notifica; vedrete che sono passati più di 90gg (come prevede il Codice della Strada all’art. 201 D.lgs. 30/04/1992 n. 285 e successive modificazioni). FATE ASSOLUTAMENTE RICORSO, AL PREFETTO O AL GIUDICE DI PACE. io sono andato in via Friuli per parlare e proprio un poliziotto li in servizio mi ha detto di fare ricorso perché ormai le notifiche sono tardive e la polizia non riesce più a stare dietro a tutte le multe e ricorsi che arrivano.
Ritratto di Littlegeek
30 maggio 2014 - 13:15
Non ho mai preso un autovelox (sarò un fermone o solo fortunato), non so quanto sia la multa, ma ipotizzo che meno di 100€ non sarà. A fare i conti si fa presto: sono per ipotesi 6,4 milioni di euro in una sola settimana per soli sette autovelox. Quanto incassano tutti gli autovelox in un anno da mettere poi in bilancio? Tutti questi soldi vengono impiegati poi per la sicurezza stradale? Non rispondetemi, lo sappiamo già a cosa servono i velox.
Ritratto di onavli§46
30 maggio 2014 - 13:52
banali ed inutili notizie, ormai è la routinarietà, di che ci si può stupire.
Ritratto di MAXTONE
30 maggio 2014 - 14:28
...non la voglio!", ancora c'è gente che fa rimappare le centraline...da parte mia andro' sempre piu' a passo di lumaca, correre in auto è una cosa che si poteva ancora fare 10-15 anni fa. Ecco che le ibride hanno tutto il senso di questo mondo. Non per niente aumentano di mese in mese la loto quota di mercato in misura esponenziale.
Ritratto di Ninja
30 maggio 2014 - 17:00
Con una qualsiasi ibrida in vendita oggi, si riescono a raggiungere velocità da ritiro immediato della patente, anche in autostrada. Se poi leggiamo un po' di analisi sui flussi di traffico e sulle cause di incidenti, si vede che l'imputata non è tanto la velocità in sè stessa, ma la differenza di velocità: differenza fra chi va a passo di lumaca (intralciando il traffico) e chi è costretto a frenate improvvise per evitarlo o a sorpassi azzardati per tornare a procedere verso la sua meta a un'andatura più ragionevole
Ritratto di fabri99
30 maggio 2014 - 17:17
4
C'entra che Toyota le fa, più di chiunque altro. Forse non conosci MAXTONE\MaxBramante\Andrea Ford\ciccibucci\Arcadia eccetera, che sono tutti la stessa persona, ma se ti capita facci caso: anche se si sta parlando di pesce fritto, se ne saltano fuori con "Le Toyota vendono di più" oppure "La Lexus IS è molto meglio"...
Pagine