NEWS

È in edicola il nuovo numero di alVolante

Pubblicato 09 ottobre 2019

Nel numero dedicato ai vent’anni di alVolante raccontiamo i cambiamenti avvenuti nel mondo dell’auto negli ultimi due decenni. Non mancano poi una rassegna di 34 vetture viste con gli occhi di chi le usa per viaggiare, un’inchiesta sul caro-patente, e tanto altro.

È in edicola il nuovo numero di alVolante

I VENT’ANNI CHE HANNO CAMBIATO TUTTO - Correte in edicola ad acquistare il nuovo numero di alVolante: un fascicolo importante, col quale vi invitiamo a fare con noi una sorta di viaggio nel tempo. Partendo dal 1999, anno di fondazione della rivista, passiamo in rassegna i cambiamenti epocali che hanno trasformato il mondo e con esso il modo di intendere l’automobile: preferenze degli automobilisti, tendenze di design, progressi nel campo della sicurezza, nella lotta contro l’inquinamento e, più in generale, sotto il profilo tecnologico. Ad accompagnarci, il commento di illustri personaggi del settore che hanno segnato quest’epoca di profonda trasformazione, che vi proponiamo anche in questa sezione speciale su alVolante.it (qui per saperne di più)..

VISTE E GUIDATE - Su alVolante di novembre trovate, naturalmente, le prime impressioni di guida delle ultime novità. Una primizia il test della Peugeot 208: tutta nuova, ha uno stile grintoso e si potrà avere anche con motore elettrico, oltre che con quelli a benzina o (è il caso della 1.5 Blue HDi da 101 CV del nostro test) turbodiesel. Rinnovata pure la BMW più venduta nel 2018: si tratta della X1, una suv sempre piacevole da guidare che viene proposta adesso con finiture ancora più curate, oltre che con motori più puliti (al vertice della gamma il 2.0 turbodiesel da 231 CV della 25d xDrive, già Euro 6d). Nuovi pure il 1.4 turbo dell’aggiornata wagon Opel Astra Sports Tourer e il rivoluzionario “duemila” della Mazda 3 2.0-X Hybrid da 179 CV: sfrutta l’innovativa tecnologia Skyactiv-X con combustione ad accensione spontanea della benzina, ed è abbinato un piccolo motore elettrico che fa di questa berlina una “mild hybrid”. Tra gli altri primi contatti vi segnaliamo quello dedicato al nuovo L200 2.2 DI-D, il pick-up della Mitsubishi e i test delle mild hybrid Land Rover Discovery Sport 2.0D da 241 CV e Volvo XC60 AWD da 249 CV, oltre che della brillante ibrida plug-in Audi Q5 55 TFSIe da 367 CV. 

I RILEVAMENTI DEL CENTRO PROVE - Questo mese i nostri collaudatori hanno “torchiato” nove auto, quattro delle quali sono protagoniste di un supertest comparativo. A confronto, quattro berline a gasolio di classe medio-alta, con potenza da 179 a 194 cavalli, che mettono al primo posto sportività, eleganza e piacere di guida: Alfa Romeo Giulia 2.2 Turbo, BMW 320d, Jaguar XE D180 e Mercedes C 220. Invece, tra le novità dell’ultimo grido provate da alVolante c’è la BMW 118i Sport, col parco - ma non pigro - 1.5 a benzina e la trazione anteriore. Nuovissima anche la Toyota Corolla Touring Sports 2.0 ibrida a benzina da 179 CV, con poca sete di carburante e una ricca dotazione, mentre la crossover elettrica Kia E-Niro è addirittura un’anteprima: arriverà nelle concessionarie solo fra qualche settimana. A proposito di auto che fanno spendere poco per i rifornimenti, trovate i test dell’utilitaria Hyundai i20 1.2 a Gpl e della crossover Renault Kadjar 1.5 a gasolio, da poco rinfrescata.

ALL’ESAME DEL VIAGGIO - È con l’occhio del “grande viaggiatore” che, questo mese, abbiamo selezionato 34 modelli fra quelli delle nostre prove comparative degli ultimi due anni. Di ciascuno, abbiamo analizzato il comfort (a partire dalla rumorosità interna, misurata con un fonometro), la sicurezza (parlando sia di dotazione sia degli spazi di frenata rilevati) e, non ultimo, di consumi. Anzi, è proprio in base alle percorrenze autostradali rilevate dai nostri tester che abbiamo realizzato la classifica, mettendo in ordine le vetture, dalla più parca a quella più assetata. Quella che ha consumato meno? La Renault Mégane Sporter 1.5 dCi a gasolio; ma si difendono bene anche Hyundai i30, Skoda Scala e Ford Fiesta, tutte 1.0 turbo a benzina. Ovviamente, in questa rassegna parliamo anche di capacità di carico.

LA PRIMA PORSCHE A PILE… DA 761 CV - C’è spazio anche per sognare, nel nuovo numero di alVolante. Lo facciamo con la Taycan, la prima Porsche elettrica di serie. L’abbiamo guidata nella sua versione più potente, la Turbo S da 761 CV complessivi. Impressionanti le prestazioni dichiarate: da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi e “0-200” in 9,8, per una velocità massima di 260 orari. E in effetti, pur con un sibilo al posto del classico rombo che ci si aspetta da una supercar, questa “belva” ha una sensazionale reattività alle pressioni dell’acceleratore e impressiona per la forza con cui si viene schiacciati contro gli schienali in accelerazione. Il prezzo? Non per tutti: 190.000 euro non bastano.

PATENTE PIÙ CARA CON L’IVA - Parlando di soldi, va purtroppo citato il caro-patente seguito all’obbligo di applicare l’Iva al 22% ai servizi delle autoscuole (prima ne erano esenti). Il costo è stato immediatamente trasferito sui clienti, che ora vedono il prezzo medio della patente rincarato, e non di poco. Lo abbiamo verificato sul campo, visitando 40 scuole guida a Torino, Milano, Firenze e Bari, dove il costi medio di lezioni ed esami è lievitati da circa 700 a 850 euro.

QUANTE OFFERTE! – Infine, come sempre, su alVolante trovate una quantità di occasioni a km zero: questo mese ve ne proponiamo 1859, con sconti dal 10 al 50%. Nel listino delle auto nuove figurano invece 7709 modelli, con le immagini, le caratteristiche tecniche, i commenti della redazione per scegliere il meglio, e tutti gli accessori di serie o a richiesta; 2000 le quotazioni delle vetture usate (prodotte dal 2010 al 2019) elaborate dallo specialista Eurotax.

VIDEO


Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
9 ottobre 2019 - 17:29
Speriamo diventi la prima rivista, cartacea in questo caso, a trattare le cinesi man mano che arrivano qui, sarebbe un'ottimo incentivo alle vendite e alla autorevolezza.
Ritratto di manuel1975
9 ottobre 2019 - 17:37
sarebbe interessante fare un articolo dove si confrontano i consumi del nuovo motore 2.0 mazda con il 2.0 turbo della infiniti a rapporto di compressione variabile
Ritratto di jaguar45
10 ottobre 2019 - 09:33
Secondo me dovrebbe esserci maggior spazio per i test delle auto a benzina, mentre continuano a prevalere quelli sui diesel; capisco che i veicoli a gasolio siano una realtà importante del nostro mercato, ma mi pare anche che vi sia una certa flessione sia nel mercato quanto nell'interesse.
Ritratto di BRIXIO85
10 ottobre 2019 - 11:46
Storia gloriosa e seguita fin dall'inizio. Ero fra questi "fortunati vincitori", con un nick che non ricorda affatto l'attuale, nell'ormai lontano 2010: https://www.alvolante.it/news/risultati_gioco_suoni-204355 Vinsi, ma non ritirai il premio...
Ritratto di HomerSimpson
10 ottobre 2019 - 17:51
Mi avete rimosso i commenti solo perché dico che non scrivete il peso esatto della BMW M760Li xDrive????? Non è colpa mia se pesa 2297 kg, voi scrivere 2975. Addirittura nel numero di aprile 2019 scrivete che pesa 22975 kg.
Ritratto di admin
11 ottobre 2019 - 11:45
Grazie della segnalazione, provvederemo quanto prima alla correzione.
Ritratto di HomerSimpson
11 ottobre 2019 - 12:40
Speriamo. Perché effettivamente una controllatina in Internet non guasterebbe.
Ritratto di Il pilota
11 ottobre 2019 - 02:43
Tantissimi auguri per i 20 anni e lunga vita alla rivista!
Ritratto di DVD84
11 ottobre 2019 - 12:19
Ho ancora il primo numero, ogni tanto lo leggo. Oltre alla maxi prova della nuova Punto c'era una prova/confronto tra 4 monovolume medie di successo (Citroen Xsara Picasso, Fiat Multipla, Opel Zafira e Renault Scenic), la prova della Lexus IS 200 e tanto altro. Anche nel primo numero era presente la rubrica "Auto da sogno" solo che allora era dedicata all'Audi TT Roadster, una prova questa che oggi rientrerebbe tra quelle delle auto normali, non certo tra quelle "da sogno", ma d'altronde erano solo agli inizi
Ritratto di Marino
11 ottobre 2019 - 16:11
3
Quando è che farete una prova su strada della Nuova Ford Fiesta a GPL? Grazie
Pagine