NEWS

Nuovo record per la benzina

30 dicembre 2011

È arrivata a 1,724, tallonata dal gasolio, che supera la barriera di 1,70. E il primo gennaio è attesa un’altra stangata.

MAGLIA NERA ALLA IP - Torna a crescere il prezzo dei carburanti, con la benzina che supera quota 1,72 euro al litro. Alla colonnina dei distributori IP, secondo il monitoraggio di Quotidiano Energia, un litro di verde ha raggiunto il prezzo di 1,724 euro. Il prezzo più alto per il gasolio, invece, è quello della Tamoil, che sfonda il muro di 1,7, a 1,701 euro al litro. Le conseguenze di questi continui rincari sono pesanti per le tasche dei consumatori. La Confederazione italiana degli agricoltori (Cia) sostiene che oggi gli italiani spendono più per i carburanti, i trasporti e l’energia di quanto facciano per gli alimentari e le bevande. 

MENO PANE, PIÙ BENZINA - La Cia afferma che fino a un anno fa la quota di spesa per i generi alimentari e le bevande rappresentava un quarto di quella complessiva delle famiglie italiane. Da inizio anno, questa quota sta andando pian piano riducendosi. "Colpa del caro-petrolio, spiega la Cia,  e dei continui rialzi delle accise sulla benzina, che costringono i consumatori a togliere soldi a beni essenziali come pane, pasta e carne e destinarli ad altri capitoli di spesa. La conseguenza è che oggi il budget che ogni famiglia destina ad alimentari e bevande è sceso a 467 euro al mese, superato in volata da quello per carburanti, trasporti ed energia elettrica, che è salito a 470 euro mensili".

TREDICI EURO IN PIÙ PER UN PIENO - Anche l’associazione dei consumatori Codacons ha fatto qualche conto e sostiene che oggi, rispetto all’anno scorso, per un pieno di benzina si spendono mediamente quasi 13 euro in più. "Si tratta dell’ennesima stangata sulle vacanze degli italiani, afferma il presidente Carlo Rienzi. Considerando i milioni di cittadini che si sposteranno per Capodanno utilizzando l’automobile, la maggiore spesa per i rifornimenti di carburante sarà pari complessivamente a 215 milioni di euro! La colpa di tale stato di cose, prosegue Rienzi, è dei continui rialzi delle accise decisi dal Governo e dei soliti aumenti speculativi dei prezzi alla pompa che si registrano puntualmente in occasione delle partenze degli italiani, e che determinano una batosta per le tasche degli automobilisti".

E FRA QUALCHE GIORNO UN ALTRO DURO COLPO - A questi rincari si aggiungeranno, a breve, quelli delle nuove addizionali regionali sulle accise (5 centesimi al litro sui carburanti, 6,1 Iva compresa), introdotte per trovare i fondi necessari alla ricostruzione dei paesi distrutti dalle inondazioni ad Aulla e in Lunigiana. Dal primo gennaio, infatti le addizionali verranno introdotte in 10 regioni italiane: Lazio, Toscana, Marche, Umbria, Liguria, Piemonte, Campania, Molise, Puglia, Calabria. Nelle altre regioni, invece, non sono previste. Quotidiano Energia segnala un aumento di 6,1 centesimi di euro al litro (Iva inclusa) in Toscana, per frane e alluvioni, uno di 2,6 centesimi in Lazio, per buchi di bilancio, di 2,5 centesimi in Liguria, di 5 centesimi nelle Marche e di 4 in Umbria. In sintesi, con il nuovo anno l’Italia si dividerà in due: 10 regioni avranno addizionali sui carburanti e 10 no (Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Valle d'Aosta, Emilia-Romagna, Abruzzo, Basilicata, Sicilia e Sardegna). 

Aggiungi un commento
Ritratto di mustang54
30 dicembre 2011 - 16:40
2
...e io pago...
Ritratto di Bracalone
30 dicembre 2011 - 17:19
http://youtu.be/0ZuOZ_aGq04
Ritratto di lollo76
31 dicembre 2011 - 13:49
1
non capisco con tutti questi disoccupati e la benzina alle stelle le macchine in giro non sono mica diminuite? perche? e ridicolo si sceglie di rinunciare al pane pur di andare a spasso con la macchina........ ormai anche il diesel non conviene piu'........... fatevi un 1.2 16v usato di 2\3 anni montate il gpl a 850 euro e con 4\5000 euro avete una macchina seminuova che consuma pochissimo...vi ricordo che da me il gpl a roma e' ancora a 72 centesimi al litro...io con 1.70 centesimi di gpl faccio quasi 30km............ . . . il paradosso o lo scandalo se volete e' che hanno spinto le grandi case automobilistiche a investire milioni di euro per sviluppare questi piccoli motori turbodiesel e la gente a comprale come questo per abbassare i consumi e poi hanno portato la nafta a 1.70€ a litro quindi e'stato tutto vanificato! . almeno una volta la benzina faceva il sali scendi quando la gente si lamentava ora non gli ne frega piu' nulla sale solo! sono veramente arroganti le compagnie e il governo che ci guadagna! , l'altro paradosso e che se tieni ferma la macchina per risparmiare ti costa lo stesso viste le spese fisse bollo e assicurazione! non se ne puo' piu!!!!!! scusate lo sfogo...io ho' una misera punto 3 serie come fanno gli altri a mantenere suv e berline da 140\170cv?!?!? P.S NON SO VOI MA ORMAI LA MACCHINA DA PIACERE E' DIVENTATA UN DISPIACERE DA MANTENERE..........
Ritratto di yeu
30 dicembre 2011 - 16:56
Perchè non andiamo a roma a protestare?Se andiamo in milioni devono per forza rivedere le loro infauste decisioni.
Ritratto di IloveDR
30 dicembre 2011 - 17:31
4
...ma in bicicletta!
Ritratto di Renault90
30 dicembre 2011 - 17:01
E vai pure a gennaio si saleeeee tanto chissene frega loro pensano che la gente con 1.200 € di stipendio può far chissà che. LADRIIIIIII
Ritratto di Zack TS
30 dicembre 2011 - 17:25
1
sarebbe interessante capire perché 10 regioni avranno l'addizionale e le altre 10 no.....tra quelle del nord solo in piemonte e in liguria si pagherà di più.......strano, perché i leghisti dicono che si pagano le tasse solo al nord e che il centro-sud è mantenuto da loro
Ritratto di IloveDR
30 dicembre 2011 - 17:54
4
...accusano le regioni del centro-sud di evadere le tasse, di essere furbissimi...tanto che mi fan venire degli enormi sensi di colpa. E' giusto, dobbiamo pagare di più! :-((( Naturalmente scherzo! Buon anno a tutti e a tutti i colori italiani.
Ritratto di Cinque porte
30 dicembre 2011 - 17:42
....45€!!!
Ritratto di Claus90
30 dicembre 2011 - 17:50
ha speso poco
Pagine