NEWS

Opel Astra 2021: manca poco al debutto

Pubblicato 08 giugno 2021

Sarà svelata fra pochi giorni la nuova generazione della Opel Astra, della quale sono state diffuse le prime anticipazioni.

Opel Astra 2021: manca poco al debutto

PER RESTARE COMPETITIVI - Il mercato europeo delle compatte (il cosiddetto “segmento C”) impone continui aggiornamenti per restare competitivi. Prendiamo ad esempio la Opel Astra, giunta ormai a fine carriera: lo scorso anno ha visto un calo del 48% delle consegne in Europa (per un totale di 70.008 unità), in un settore del mercato dominato dalla Volkswagen Golf con 283.651 unità immatricolate.

MANCA POCO AL DEBUTTO - La Opel proverà a invertire la tendenza con l’Astra di nuova generazione, che sarà svelata fra pochi giorni e dovrebbe arrivare nelle concessionarie entro la fine del 2021. La casa tedesca ha svelato le prime immagini teaser che ci danno un’idea di come sarà la nuova berlina tedesca. 

MASCHERINA VIZOR - La rinnovata Opel Astra adotterà i dettami stilistici introdotti per la prima volta con la Mokka. Troveremo quindi linee pulite e spigolose e la grande mascherina a sviluppo orizzontale, che la casa chiama “Vizor”, con il marchio Opel posizionato al centro e i fari a led ai lati che, montati a filo della mascherina, visivamente creano un tutt'uno. Nella parte posteriore, caratterizzata da linee tese, trova posto la scritta Astra che si estende in orizzontale. 

UN INTERNO RAZIONALE - Anche gli interni dell'Opel Astra dovrebbero riproporre i temi stilistici già visti nella Mokka. Il design è razionale, con i tasti fisici ridotti al minimo. Strumentazione e sistema multimediale sono visibili su due schermi integrati all’interno del medesimo pannello che accresce la sensazione di “continuità”. 

E I MOTORI? - La nuova Opel Astra, disegnata e progettata a Rüsselsheim, in Germania, sarà disponibile in versione berlina a cinque porte e station wagon.  Non sono state diffuse le informazioni sui motori, ma essendo ingegnerizzata sulla stessa piattaforma EMP2 della nuova Peugeot 308 (entrambi i marchi fanno parte del gruppo Stellantis), condividerà con la francese  tutta la meccanica, compresi i motori. Dovrebbero quindi essere previste due ibride plug-in con 180 o 225 CV in grado di percorrere fino a 60 km a “emissioni zero”. I benzina dovrebbero essere il 3 cilindri 1.2 con 110 o 130 CV, mentre il diesel il 4 cilindri 1.5 con 130 CV. 





Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
8 giugno 2021 - 12:04
4
sembra un bel prodotto!!!
Ritratto di AndyCapitan
8 giugno 2021 - 14:03
1
quel frontale sulla Mokka alta ci sta bene ma su una astra bassa no...non e' filante per nulla....cosa ne pensi giulio?
Ritratto di Giuliopedrali
8 giugno 2021 - 16:00
Per me può stare bene uguale però è il mercato che si è enormemente ridotto per questa fascia, la wagon poi di solito è orribile e completamente fuori moda, in pratica ci vuole un miracolo per farla diventare un successo, anche se la carrozzeria potrà avere parecchi spunti, però ad esempio la Seat Leon è migliorata sempre di più fino a vendere nel complesso più di questa tedesca, del resto è sentita più di qualità di Opel anche nei Paesi germanici, Opel effettivamente deve ricuperare quello stile legato a GM del passato, come in parte ha fatto con la Mokka se non non ha tutta sta attrattiva.
Ritratto di manuel1975
8 giugno 2021 - 17:35
dovevano rifarla come quella del 2005 se volevano fare qualcosa di diverso e non le solite Psa
Ritratto di Pintun
8 giugno 2021 - 23:08
Delle Astra soprattutto le prime due serie erano veramente delle belle auto, in particolare le SW, poi hanno sempre più perso di vista la praticità e lo sfruttamento intelligente degli spazi.
Ritratto di Andrea Doria
10 giugno 2021 - 02:11
@Pintun. Bellissima la Opel Astra G berlina, con l'impostazione due volumi e mezzo. Per me, tutt'oggi non è invecchiata affatto male. Bella davvero anche la sw (dalle mie parti, il paese ne era pieno) ma la berlina aveva quel posteriore dall'andamento verticale e coi grandi fanali trapezoidali che a undici anni me ne fece innamorare. La Opel Astra G e la BMW E46, oltre alla Corsa A di mia mamma, furono le prime auto straniere (certo, molto diverse tra loro) che cominciai a conoscere e ad amare.
Ritratto di marcoestra
9 giugno 2021 - 13:50
Concordo. L'Astra fu di rottura, ai suoi tempi
Ritratto di domila
10 giugno 2021 - 08:40
marcoestra la seconda serie, con la carrozzeria a due volumi e mezzo, notevole secondo me.
Ritratto di lucios
8 giugno 2021 - 22:57
4
Beh, se uno pensa che quel frontale è ispirato alla Manta A, che era bassa......
Ritratto di RubenC
8 giugno 2021 - 12:11
1
Già da questi pochi teaser mi sembra ben più bella della precedente...
Pagine