NEWS

La Opel Manta compie 50 anni

di Fabio Madaro
Pubblicato 16 marzo 2020

Nel 1970 la Opel presentò una coupé adatta anche alle famiglie, che avrebbe avuto un buon successo e fu prodotta in varie serie fino al 1988.

La Opel Manta compie 50 anni

TRAGUARDO IMPORTANTE - Cinquanta anni fa, per la precisione nel mese di settembre del 1970, la tedesca Opel presentò una coupé che avrebbe ottenuto grande successo negli anni a seguire: la Manta. Era una 2+2 derivata dalla medesima piattaforma della berlina Ascona e il suo obiettivo era quello di conquistare nuovi clienti in un segmento, le coupé da famiglia, all’epoca piuttosto vivace.

PER LA FAMIGLIA - La Opel Manta che all’inizio avrebbe dovuto chiamarsi Kadett Coupé, aveva un aspetto abbastanza elegante e originale per l’epoca. Il capo del design Chuck Jordan aveva dato forma a una a due porte abbastanza dinamica, la cui coda ricordava quella della Opel GT. Dal punto di vista dell’utilizzo quotidiano era una coupé, che però poteva ospitare una famiglia con relativi bagagli: 500 litri la capienza del  bagagliaio.

I MOTORI - Come accennato, la tecnologia era quella della berlina Ascona con motori inizialmente di 1.600 e 1.900 cc (quelli della Ascona-A) seguiti dal 1972 anche da un 1.2 da 60 CV. Nel  1972 arrivò la Opel Manta Berlinetta e due anni più tardi la Manta GT/E con il 1.9 litri da 105 CV a iniezione Bosch L Jetronic. In seguito nel 1975, in prossimità dell’arrivo della seconda serie, fu presentata la più aggressiva GT/E Black Magic riconoscibile per la carrozzeria in tinta nera e strisce arancioni sulle fiancate.

LA MANTA B - Sempre nel 1975 Al Salone di Francoforte, apparve la Opel Manta-B, che sfoggiava una linea rinnovata più spigolosa e con nuovi fari anteriori  rettangolari. Dal 1977 ai motori conosciuti si aggiunse un 2 litri ad iniezione elettronica da 110 CV per la più sportiva  GT/E. Sulla base della GT/E fu in seguito realizzata, nel 1981, la  versione versione 400 destinata ai rally (foto qui sotto), e dotata di un 4 cilindri bialbero  16 valvole di 2.410 cc che nella versione stradale erogava 144 CV. La Opel Manta-B fu prodotta complessivamente in 742.389 fino al 1988.

EVENTI PER FESTEGGIARE - La prima serie nel corso dei cinque anni di produzione ebbe diverse serie speciali come la  Holiday, la Plus, la Swinger, la Sommer e la Bazar), mentre il noto carrozziere Karmann ottenne il permesso di costruire una variante cabriolet. Per festeggiare degnamente i 50 anni della Manta, Opel ha previsto diverse manifestazioni come nel caso della partecipazione alla Bodensee Klassik (7-9 maggio). Ai nastri di partenza saranno presenti sei Opel Ascona e sei Manta della prima generazione. A questo evento seguirà un raduno il 28 giugno con circa 100 esemplari di Opel Ascona e Manta al Klassikertreffen di Rüsselsheim. 

Opel Manta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
25
10
6
5
5
VOTO MEDIO
3,9
3.882355
51




Aggiungi un commento
Ritratto di Pavogear
16 marzo 2020 - 20:30
La Manta B è stupenda
Ritratto di Meandro78
16 marzo 2020 - 20:42
Bei tempi andati.
Ritratto di ste74
16 marzo 2020 - 23:09
Bellissime, mio papà le ha avute entrambe, la A dal 72 all'84, la B dall'84 ce l'ha ancora adesso! Quanti viaggi memorabili...
Ritratto di Road Runner Superbird
16 marzo 2020 - 23:32
Oggi sarebbe molto grande e costosa e con un'abitabilità risicata rispetto le dimensioni esterne. Uno sfizio troppo impegnativo per il ceto medio (ormai anche per quello medio borghese). Per questo l'epoca delle coupè è finito; siamo diventati incerti sul futuro, molto pragmatici e più poveri.
Ritratto di Andre_a
17 marzo 2020 - 18:33
9
Quindi ci prendiamo i suv, auto che, oltre ad avere “un’abitabilità risicata rispetto le dimensioni esterne” consumano troppo per niente. Secondo me non siamo diventati pragmatici o poveri, sono semplicemente cambiate le mode.
Ritratto di Road Runner Superbird
19 marzo 2020 - 00:45
Un SUV familiare è intorno i 460cm, mentre una berlina o una wagon supera pure i 490cm. Un po' troppo ingombrante (la guida bassa poi non facilità la cosa).
Ritratto di Andre_a
19 marzo 2020 - 01:34
9
Ci sono eccezioni, come la Leon wagon, ma soprattutto, non è impossibile fare berline o wagon compatte, non le fa nessuno perché non vendono. Comunque nel commento di sopra pensavo a un’altra tipologia di veicoli: se il rapporto spaziosità/ingombri fosse così importante, il Qubo e il Doblò sarebbero dei bestseller. Scusami, ma non riesco a considerare i suv come le vetture di una società pragmatica e povera.
Ritratto di Giulio Ossini
17 marzo 2020 - 04:55
Bei tempi
Ritratto di Giuliopedrali
17 marzo 2020 - 08:57
Un mio amico che abita praticamente di fronte a me ne ha una proprio inizio anni 70, non so se proprio del 1970 1200, pazzesca anche se solo esteticamente, potrebbe restaurarla con un colore più carino dell'argento e abbassarla sulle sospensioni di un centimetro o due come le versioni vendute all'epoca in USA dalla Opel-Buick stupende. Non fanno più le coupè anche perchè come dico sempre queste erano dei capolavori ma le ultime degli incubi, irrazionali in tutto.
Ritratto di nik66
17 marzo 2020 - 09:44
quando ero bambino mio papà aveva una ascona 1.2, comodissima anche se era a due porte, facevamo viaggi anche di tre ore in tutta tranquillità, avesse avuto anche il clima....
Pagine