NEWS

Debutta la versione definitiva della Opel Ampera

22 febbraio 2011

La vettura ibrida della Opel sarà presentata al Salone di Ginevra. Tra le novità ci sono le 4 modalità di guida, City, Normal, Sport e Mountain. È ordinabile a 42.900 euro, ma non sarà disponibile prima della fine dell'anno.

Debutta la versione definitiva della Opel Ampera

ANSIA DA RICARICA - Secondo la Opel, la Ampera sarà la prima auto elettrica a zero emissioni in Europa ad essere adatta alla guida di tutti i giorni. A differenza di un tradizionale veicolo elettrico, la Ampera dovrebbe eliminare la paura di non avere un'autonomia sufficiente e quindi di rimanere bloccati a causa di una batteria scarica. La batteria si ricarica in circa quattro ore a 230 V inserendo la spina presente a bordo della vettura in una normale presa domestica.

 

Opel ampera 2010 12 26
 

IL GENERATORE TI DA UNA MANO - Secondo la casa tedesca, grazie ai tempi di ricarica della batteria relativamente ridotti, è probabile che la maggior parte delle Ampera viaggeranno praticamente sempre a batteria. Secondo alcuni studi indipendenti citati dalla Opel, circa l’80 per cento degli Europei percorre meno di 60 chilometri al giorno, quindi l’Ampera sarebbe perfetta per le loro esigenze. Per percorsi fino a 40-80 chilometri (in funzione del fondo, dello stile di guida e della temperatura), l’energia viene fornita dall’elettricità accumulata nel gruppo di batterie agli ioni di litio da 16 kWh. Sfruttando l’energia elettrica della batteria, la Ampera ha emissioni di CO2 pari a zero. Se si deve affrontare un percorso più lungo, un motore/generatore di elettricità alimentato a benzina è in grado di estendere l’autonomia di guida fino a oltre 500 chilometri con il serbatoio pieno.
 

Opel ampera 2010 12 06

 
QUATTRO MODALITÀ - Il motore elettrico da 111 kW/150 CV eroga 370 Newton metri di coppia costanti e consente all'Ampera , secondo la Opel, di accelerare da zero a 100 km/h in circa nove secondi e di raggiungere una velocità massima di 161 km/h. Premendo il pulsante “Drive Mode” nella console centrale, il guidatore può scegliere tra le modalità Normal, Sport, Mountain o City, al fine di ottimizzare la gestione dell’energia in funzione del percorso stradale e delle condizioni di guida prevalenti. La modalità Normal costituisce l’impostazione più comune della Ampera e sarà quella utilizzata nella maggior parte dei casi per avere la massima efficienza. Quando la carica della batteria scende al di sotto di un determinato livello, Ampera passa in modalità autonomia estesa e il motore a benzina entra automaticamente in funzione per mantenere la carica e consentire di continuare a viaggiare. Il livello di carica della batteria viene sostenuto anche dal freno rigenerativo, che permette al motore a benzina di arrestarsi durante lunghi tratti in discesa. La modalità Sport riconfigura automaticamente il pedale dell’acceleratore che diventa così maggiormente reattivo. In questa modalità non si ha però una maggiore erogazione di potenza. La modalità Mountain adatta automaticamente il sistema affinché eroghi la potenza necessaria in percorsi di montagna, quando le prestazioni in modalità elettrica potrebbero non essere sufficienti.  La modalità City gestisce la batteria in funzione delle necessità del traffico intenso. Una volta selezionata questa modalità il generatore di elettricità della Ampera si inserisce anche a batteria carica consentendo di conservare l’energia accumulata nelle batterie.

> Vai al primo contatto della Ampera

Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
22 febbraio 2011 - 13:35
In questo momento le auto elettriche le trovo inutili perchè ci sono ancora molti altri aspetti non chiari.Ad esempio chi abita in condomino e spesso non si ha il garage con quale presasi carica?gli ingegneri a questo non hanno pensato? Poi l'opel ampera ,la citroen c-zero,e altre auto di questa tipologia non hanno mercato perchè sono brutte costano 30-40.000 euro invece la tesla è stata più originale perchè è vero sono la stessa roba ma almeno quelle sono vere sportive giocattoli per ricchi auto esclusive e li i soldi girano.Io dico che qualunque persona normale che deve spendere 30-40 mila euro per un'auto non sceglie questa poi ce ne sono a benzina o diesel molto più belle.
Ritratto di trap
22 febbraio 2011 - 14:19
Se uno vuole acquistare un'auto elettrica, non sarà un problema tirare qualche cavo e mettere una presa. Concordo che il prezzo è per ora proibitivo. Forse però negli anni 20' del XXI sec è probabile che sarà accessibile.
Ritratto di Claus90
22 febbraio 2011 - 14:59
se qualcuno abita al quinto piano e la macchina non la tiene sotto l'edificio magari al marciapiede opposto dove nel mezzo ci sono auto che circolano come si fa? e non ti dico se piove no magari fra 10 anni ci saranno colonnine elettriche sparse ovunque oppure veri e propri distributori di elettricità magari la carica si farà in pochi minuti anzicchè di un paio d'ore oppure di una notte adesso almeno in italia non siamo pronti. Poi quando arriveremo al punto che ci saranno solo quasi auto elettriche e che costeranno come delle auto normali l'energia elettrica sicuramente costerà molto ma molto di più
Ritratto di burzum
22 febbraio 2011 - 15:25
ma siamo gia negli anni del XXI-esimo secolo, signor trap... spero che non ti riferivi al periodo Avanti Cristo... ***per non essere totalmente off-topic, per adesso penso che andrano bene le macchine hybrid
Ritratto di trap
22 febbraio 2011 - 16:09
ho voluto specificare perchè, di solito, quando si parla di anni '20, si fa riferimento al secolo appena trascorso.
Ritratto di Coscast
22 febbraio 2011 - 14:42
Nel resto d'Europa arrivano a 8-9,000€ di incentivi, a 33,000€ è ottimo il prezzo considerata la dotazione di serie: una sola full-optionals, e poi i consumi bassi.
Ritratto di Andry9188
22 febbraio 2011 - 13:39
Se ne riparla tra una decina d'anni, quando i prezzi saranno "umani" e ci saranno svariate piazzole di ricarica.
Ritratto di SHAOLIN QUAN
22 febbraio 2011 - 13:51
Se continua cosi'il trend degli aumenti dei carburanti,in una decina di mesi ammortizzi pure la spesa dell'auto elettrica.Ieri ho fatto 20 euro,nemmeno 2 tacche di benzina!!!Credo che in Italia non si possa piu'vivere dignitosamente.
Ritratto di Andry9188
22 febbraio 2011 - 14:05
Tanto quando cominciera`a diminuire la riserva di carburante aumenteranno il prezzo dell'energia elettrica, oppure appena le vendite di auto elettriche aumenteranno le bollette faranno lo stesso. Comunque si, qui in Italia non si vive piu`tanto bene.
Ritratto di trap
22 febbraio 2011 - 14:23
Hai ragione; infatti l'energia elettrica si ricava principalmente dai combustibili fossili e, se aumenta il petrolio, aumenta anche l'elettricità. Inoltre lo stato vive con le accise sulla benzina. Se un giorno acquisteranno tutti auto elettriche, metteranno accise anche sull'elettricità (già oggi ci sono ma sono veramente minime).
Pagine