NEWS

Patente: cambia l’esame di teoria

Pubblicato 11 dicembre 2021

Entrano in vigore le nuove regole per superare la prova teorica. Si passerà a 30 domande da svolgersi in 20 minuti, con un massimo di tre risposte errate.

Patente: cambia l’esame di teoria

NUOVE REGOLE - A seguito delle modifiche introdotte dal “Nuovo Codice della Strada”, entrato in vigore lo scorso novembre (qui per saperne di più), il decreto, oltre alla viabilità, inserisce nuove norme che cambiano anche alcuni aspetti di carattere amministrativo. Ne è un esempio il rilascio della patente, che vede rivista la modalità di svolgimento della prova teorica, già a partire dal 20 dicembre 2021. Il nuovo esame sarà infatti in formato ridotto: 30 domande in 20 minuti, con un massimo di 3 risposte errate per il suo superamento - attualmente prevede 40 domande a cui rispondere in 30 minuti, con un massimo di 4 errori accettati.

I MOTIVI - A pesare sugli uffici della Motorizzazione ancora gli effetti del Covid-19, con le infrastrutture della pubblica amministrazione incapaci di colmare la mole di lavoro accumulata con le chiusure e i lockdown causati dalla pandemia. Grazie all’utilizzo di un format più veloce nella teoria, quindi, non solo si snellisce e si accelera l’iter di conseguimento della certificazione di guida, ma si permette anche un tempo di aggregazione inferiore nelle aule di svolgimento, funzionale alla limitazione di possibili contagi in spazi chiusi. Questa variazione interessa le patenti per motocicli - tutte le categorie della A (A1 e A2), e per automobili - tutte le B (anche per la B1 e BE). Saranno invece escluse dalla nuova regolamentazione le patenti C, D e per ciclomotori.





Aggiungi un commento
Ritratto di Ivan92
11 dicembre 2021 - 13:12
8
Un problema del quale nessuno parla dei test teorici è che basta studiare "a memoria" e l'esame si supera a pieni voti. Poi metti la persona che ha superato l'esame teorico nella stessa identica situazione già vista in teoria ma questa volta in pratica ed è completamente spaesata senza sapere come comportarsi. Bisognerebbe insistere in modo intenso sulle precedenze, incroci, rotonde, cambi di corsia, distanze di sicurezza, segnaletica, ecc.. in modo da insegnare davvero al futuro conducente tutte queste cose, e non semplicemente imparare a memoria che l'auto rossa passa prima della bianca perchè nella domanda è così e quindi rispondi "Vero".
Ritratto di Andrea Zorzan
11 dicembre 2021 - 14:12
Non vedo il problema. Per guidare un'auto serve anche l'esame pratico.
Ritratto di PongoII
11 dicembre 2021 - 17:05
7
Teoria e pratica sono sempre state come la notte ed il giorno. Siamo (alludo alla generazione anni '70) cresciuti imparando a memoria delle poesie di cui non capivamo nemmeno il senso, e fioccavano i 10... Qualcuno ha pure proseguito memorizzando le migliaia di domande dei test preliminari di taluni concorsi pubblici... MA la pratica è quella che, sempre, chiede il dovuto pegno. Ho ricordi equiparabili ad incubi in cui l'Ingegnere della Motorizzazione, durante l'esame pratico, mi interrogava su segnali, norme e meccanica dell'auto, correggendomi pure l'esposizione in italiano...
Ritratto di otttoz
11 dicembre 2021 - 14:51
appena si entra in una scuola guida si dovrebbe accolti da "Buongiorno,in caso di investimento bisogna fermarsi e prestare soccorso, scappare è reato"
Ritratto di Velocissimo
11 dicembre 2021 - 21:24
Bravo, manca una buona preparazione sul codice di comportamento. Io sono un legale e sono più di 30 anni che vedo sinistri di ogni tipo e comportamenti dei conducenti prima e dopo un sinistro che hanno dell’inverosimile. Quando guidi un mezzo nel traffico è come avere un’arma in mano, ma molti non se ne accorgono perché manca una adeguata preparazione. Se fosse per me, programmerei due ore a settimana nei licei per insegnare ai ragazzi il codice della strada. Non basta saper guidare, occorre farlo nel modo più corretto possibile.
Ritratto di bangalora
13 dicembre 2021 - 17:53
Quello che mi fa piu' pura sono gli oncidenti mortali dovuto all'alcool e di stupefacenti ma quello che incide di piu' sono gli orari di apertura delle discoteche, a mezzanotte ci si sta tranquilli a casa e invece solo a quell ora aprono le balere e al mattino alle 5 o 6 ( stanco morto, leggermente bevuto e particolarmente fumato ) gli occhi stravedono un letyo e andare in braccio a Morfeo inveve il piu' delle volte, dimenticavo la velocita', si e braccio alla signora con la falce. Bisogna in primis oltre ad insegnare lA,B,C del comportamento al volante, i costruttori di auto dovrebbero mettere il palloncino sull accensione o altri ammennicoli elettronici. Poi si potra' parlare di precedenze e rotatorie. Ha mi avessero fatto ministro dei trasporti e delle infrastrutture...... ..
Ritratto di Alvolantino
11 dicembre 2021 - 14:56
Meno domande ci sono e più facile é. A me é bastato studiare a memoria le risposte per non fare nessun errore, ne ho preso mai la multa appoggiando io telefono al ginocchio.
Ritratto di Tu_Turbo48
11 dicembre 2021 - 15:14
Cosa hai scritto? Tu telefoni con il ginocchio?
Ritratto di Volpe bianca
11 dicembre 2021 - 15:37
@Tu_Turbo48, alvolantino ha il telefono attaccato con il biadesivo al ginocchio così può parlare con il vivavoce. Se in estate vedi uno con il ginocchio depilato a forma di smartphone, stai sicuro che è lui :)))
Ritratto di Porsche_Panamera
11 dicembre 2021 - 17:21
Probabilmente poi alvolantino è veramente così, con il telefonino sul ginocchio mentre a bordo della sua Fiat Punto 1.3 jtdm che vale meno del suo stesso telefonino trolla sulle auto elettriche in giro per il web.
Pagine