NEWS

La Peugeot festeggia i 40 anni della 305

12 aprile 2017

La Peugeot ricorda il debutto della berlina media 305 che tra il 1977 e 1990 fu venduta in oltre 1,6 milioni di esemplari.

La Peugeot festeggia i 40 anni della 305

FESTA PER I 40 ANNI - La Peugeot tiene molto alla sua storia e di ogni modello del passato ricorda l’anniversario della nascita. Quest’anno è la volta della Peugeot 305, berlina che debuttò quarant’anni fa e prodotta dal 1977 al 1989 con la versione station wagon arrivata sino al 1990. Non è un modello che si possa definire pietra miliare della storia dell’automobile e neanche della storia della Peugeot, ma non manca di caratteristiche che lo fanno ricordare.

BUONE VENDITE - Intanto va detto che le statistiche di vendita accreditano la Peugeot 305 di un totale venduto di 1.649.176 unità (1.312.227 berline, 250.723 station wagon e 86.413 van). Ciò permette di dire che la 305 svolse dignitosamente la sua missione. A parte ciò, la Peugeot 305 si fece molto notare fin dal lancio per le sue caratteristi che costruttive che proponevano un po’ tutte le novità in tema di sicurezza strutturale. Tanti i particolari citabili, ma uno spicca su tutti: le parti anteriore e posteriori ad assorbimento controllato degli urti, così da far arrivare all’abitacolo meno energia possibile da scaricare in caso di incidente.

INCERTEZZE DI COLLOCAZIONE - Per quanto concerne la personalità della linea, forse si può dire che la Peugeot 305 patì di crisi di identità, in quanto nacque un po’ come erede della 304, ma con impostazione stilistica che le guadagnò la definizione di gemella minore della ammiraglia Peugeot 604. Il design in effetti ripropone molte soluzioni adottate sulla sorella maggiore. Va detto che a firmare il design, come tanti altri della casa francese, fu la Pininfarina, sia pure sulla base di input precisi della casa. 

REGINA DEL LOW PROFIL - Design e missione fecero della Peugeot 305 una campionessa di discrezione e sobrietà, che significava rispondere esattamente al profilo del costruttore, appunto da sempre connotato come espressione di un approccio mai sopra le righe. Anche se proprio nei primi anni della carriera della 305 la Peugeot visse la sua fantastica stagione della 205, che nelle versioni di grande serie consentì alla casa francese di uscire da una situazione finanziaria molto difficile, e nella sua interpretazione sportiva 205 T16 fu grande protagonista del campionato mondiale rally, vincendo due titoli costruttori e due titoli piloti.

ASPIRANTE (MANCATA) RALLISTA - A proposito di versioni da rally, la Peugeot 305 s’intreccia con la vicenda 205 T16 perché nella fase di gestazione del progetto sportivo, i due modelli furono rivali. All’interno della Peugeot c’erano in pratica due “partiti”: uno favorevole alla realizzazione di una vettura dotata del motore aspirato V6 di 2,5 litri, l’altro propugnatore della soluzione turbo. Come noto, la spuntò il gruppo favorevole al motore turbo e nacque la 205 T16 e la 305 V6 restò solo a livello di prototipo. 

POCO “STORICA” - Nel corso della sua carriera la Peugeot 305 ha avuto numerosissime versioni e motori, sia a benzina che diesel, con cilindrate da 1.3 a 1.9, e potenze da 49 a 105 CV. Attualmente non pare avere grande richiamo per il mondo delle auto storiche, e cercando negli annunci di vendita si trovano offerte nell’ordine di 2-3 mila euro.

Peugeot 305
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
4
2
2
2
1
VOTO MEDIO
3,5
3.545455
11


Aggiungi un commento
Ritratto di FiestaLory
12 aprile 2017 - 17:18
Onore alla 305.
Ritratto di Fr4ncesco
13 aprile 2017 - 00:26
Ha un che di Renault e BMW. Le abbiamo un po' idealizzate le auto di una volta ma anche loro presentavano caratteristiche che potevano essere criticate come facciamo oggi con le auto odierne. Certo però che la semplicità di uso e di gestione di una volta le macchine d'oggi se le scordano, poi com'era bello il periodo delle berline sedan.
Ritratto di caronte
11 giugno 2017 - 23:23
Un auto non bella ma passabile onore alla Peugeot.