NEWS

Peugeot 308: annunciati i prezzi

Pubblicato 18 giugno 2021

Si parte da 23.750 per la Peugeot 308 1.2 con 110 CV fino ad arrivare a 43.450 euro per l’ibrida plug-in con 225 CV.

Peugeot 308: annunciati i prezzi

ARRIVA A SETTEMBRE - Svelata lo scorso marzo, la nuova generazione della Peugeot 308, si caratterizza per uno stile più curato e per una dotazione tecnologica profondamente rinnovata. La casa francese comunica che è già ordinabile in Italia e che arriverà nelle concessionarie a fine settembre del 2021. Il prezzo di partenza è di 23.750 euro e sono previsti cinque diversi allestimenti (Active Pack, Allure, Allure Pack, GT e GT Pack) e 5 motori, per 21 combinazioni complessive.

LA ACTIVE PACK - La dotazione di serie della Peugeot 308 è già piuttosto completa nell’allestimento Active Pack (nella foto qui sopra) che, tra le altre cose, comprende diversi sistemi ADAS (frenata di emergenza, controllo attivo di uscita dalla corsia, riconoscimento segnali stradali, attention assist), il climatizzatore automatico bi-zona, il parabrezza a isolamento acustico, l’accensione automatica di proiettori e tergicristalli, i fari a led e la strumentazione digitale con display da 10” e sistema multimediale con schermo da 10”.

LA ALLURE - Il secondo livello di allestimento è l’Allure (nella foto qui sopra), che aggiunge differenti elementi funzionali e di design, tra cui il sistema anticollisione e i fari adattivi, i sensori di parcheggio anteriori, l’illuminazione dell’abitacolo a led, fari a led ad artiglio integrali, griglia con inserti cromati e due prese USB posteriori. 

LA ALLURE PACK - L’allestimento Allure Pack propone quattro ulteriori sistemi Adas (cruise control adattivo con funzione di stop & go, sorveglianza dell’angolo cieco, e l’allerta presenza del traffico posteriore), i cerchi in lega da 17” e il caricatore senza fili per lo smartphone. 

LA GT - L’allestimento GT (nella foto qui sopra) enfatizza il carattere sportivo aggiungendo pedaliera e soglie porte in alluminio, volante riscaldato in pelle, cerchi da 18”, fari matrix full led, profili esterni con decorazione cromata e strumentazione 3D. 

LA GT PACK - Più in alto nella gamma troviamo l’allestimento GT PACK che include i sedili riscaldati e massaggianti a regolazione elettrica, l’impianto Hi-Fi Premium Focal da 10 altoparlanti e il visiopark con quattro telecamere.

I PREZZI - L’allestimento base prevede il motore benzina PureTech Turbo 110 con cambio manuale a 6 rapporti in allestimento Active Pack. La Peugeot 308 con motore diesel BlueHDi con lo stesso allestimento parte da 26.550 euro (28.750 euro con l’Allure e 29.750 con l’Allure Pack) e, infine, le nuove propulsioni ibride plug-in hanno un listino che parte dai 36.750 euro della versione Hybrid 180 nel ricco allestimento Allure (37.750 con l’Allure Pack, 39.950 con il GT e 41.950 con il GT Pack). Il motore top di gamma ibrido plug-in da 225 CV può essere abbinato solo agli allestimenti GT e alla GT Pack, e ha un prezzo rispettivamente di 41.450 e 43.450 euro.

Peugeot 308
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
68
50
30
24
25
VOTO MEDIO
3,6
3.56853
197




Aggiungi un commento
Ritratto di Volpe bianca
18 giugno 2021 - 12:31
Diesel BlueHDI Allure a 29k e Plug-in 180 Allure a 37k, non poco come differenza
Ritratto di Ronbo
18 giugno 2021 - 13:01
A mio parere le plug-in avranno vita breve e un mercato limitato quasi solamente a flotte e auto aziendali: Uniscono gli svantaggi del benzina (maggior consumi dovuti ad almeno 100 kg di batterie, costi di manutenzione) a quelli dell'elettrico (obbligo di ricarica puntuale a casa se non vuoi spendere un capitale di benzina o costo di ricarica alle colonnine, decadimento della batteria dopo meno di 10 anni). Non gradisco per niente il passaggio forzato all'elettrico, ma spero almeno la gente si svegli e vada direttamente sulle BEV o sulle full hybrid, tipo le Renault e-tech non ricaricabili, che hanno un ottimo power train. Io sono una specie in via di estinzione, un metanista: abbiamo risparmiato alla grande per decenni, ora ci tocca soccombere alle idiote leggi del mercato.
Ritratto di deutsch
18 giugno 2021 - 13:16
4
@RONDO, in italia vendono più plugin che elettriche. è un compromesso che può essere un'ottima transizione semplice verso l'elettrificazione ma chiaramente ha svantaggi e vantaggi. c'è chi fa direttamente il salto verso l'elettrica e chi invece preferisce la plugin (c'è anche echi non fa alcun salto e resta alle termiche convenzionali)
Ritratto di 19andrea81
18 giugno 2021 - 14:02
Vendono più plug-in perché solo la Kia e la Toyota fanno vere ibride
Ritratto di deutsch
18 giugno 2021 - 14:47
4
phev vs bev. non capisco cosa centrino le full hybrid
Ritratto di Volpe bianca
18 giugno 2021 - 13:36
@Ronbo dipende da come la si vuole considerare. Un'auto plug-in ti può permettere di andare in elettrico per gli spostamenti casa-lavoro o in città in generale, poi in caso di viaggi o giri a lungo raggio ti garantisce una buona autonomia. Proprio stamattina ho scritto più o meno le stesse cose nell'articolo della Hyundai Tucson, cioè dipende molto dalle esigenze e dalle abitudini di ogni persona e infatti alcune caratteristiche possono essere considerate sia pregi che difetti, dipende da di chi le giudica. Passare da un tdi a un elettrico non è così facile, uno step intermedio può essere una plug-in
Ritratto di 19andrea81
18 giugno 2021 - 16:55
Passare da un diesel a una macchina elettrica non e facile,ti do ragione. Solo che per usare al meglio la plug-in devi avere un certo stile di vita e un posto auto dove ricaricare le batterie. Detto questo con la plug-in la macchina è più pesante,il bagagliaio e più piccolo e la macchina costa molto di più. La cosa logica e di acquistare una full hybrid che offre tutti gli vantaggi del diesel(consuma di più in automatico però meno in città quindi si fa pari) senza nessun svantaggio. Solo che con una full hybrid non puoi fregare i test NEDC e vendere una macchina con 35gr di CO2/km
Ritratto di Volpe bianca
18 giugno 2021 - 17:24
@19andrea81 certamente, mettendo insieme le versioni plug-in - ibrido (gasolio /benzina) - elettrico in pratica si riesce ad accontentare tutti o quasi. Sono d'accordo con te che dipende da stili di vita e abitudini diverse, passare da un tdi a un ibrido a gasolio é la scelta più sensata e meno "scomoda", la differenza di prestazioni e autonomia è minima. Il plug-in lo considero un'altra opzione o anche un passaggio intermedio per chi volesse passare ad una elettrica.
Ritratto di 19andrea81
18 giugno 2021 - 18:20
L'ibrido a gasolio e la variante che ha meno senso da tutti punti di vista.
Ritratto di Volpe bianca
18 giugno 2021 - 18:34
Volevo scrivere full hybrid, non ibrida a gasolio..... altrimenti come avrei potuto scrivere "sono d'accordo con te" :D
Pagine