Peugeot, il riposizionamento non passa solo per il prodotto

28 settembre 2012

Un breve incontro che alVolante ha avuto al Salone di Parigi con Xavier Peugeot, direttore del prodotto della casa francese, ha fornito l’occasione per fare il punto sulle più recenti strategie di riposizionamento del marchio.

Peugeot, il  riposizionamento non passa solo per il prodotto

LAVORI IN CORSO - La Puegeot già da qualche tempo viene data per candidata al ruolo di “quarto polo” della produzione premium al fianco (e allo stesso livello) di Audi, Mercedes e BMW. A che punto stanno le cose? “Da due anni e mezzo abbiamo dato inizio a una strategia a lungo termine per riposizionare il nostro marchio a un livello più alto di quello attualmente percepito dal pubblico per le nostre vetture”, ha spiegato Xavier Peugeot qui al Salone di Parigi (nella foto una panoramica dello stand). “Tuttavia, anche se naturalmente alla base di ogni progresso c’è sempre il lancio di nuovi modelli, la nostra strategia è a tutto campo e di lungo termine, e si basa anche su attività non direttamente connesse al prodotto. Per esempio, in tutta Europa stiamo lavorando molto sull’accoglienza del cliente presso le concessionarie. Ma abbiamo anche dato il via all’operatività del Peugeot Design Lab, un laboratorio in grado di recepire le idee dei progettisti che lavorano nei nostri tre centri stile di Parigi, di San Paolo del Brasile e di Shangai, e di convogliarle anche in settori produttivi del tutto diversi dall’automobile”.

pianoforte_peugeot.jpg
 

DESIGN LAB - “il primo frutto di questo lavoro - prosegue Xavier Peugeot - è rappresentato da un nuovo pianoforte che abbiamo progettato per la Pleyel, e che oltre a un design del tutto innovativo presenta anche caratteristiche tecniche del tutto particolari, con la sua tastiera allo stesso livello della cassa armonica per consentire al pubblico di un concerto di vedere senza problemi le mani e le dita del pianista in azione sulla tastiera. L’idea è di poter offrire il design Peugeot, uno dei punti forti di tutta la nostra produzione, anche fuori dal settore strettamente automobilistico”. In realtà, in parallelo a questa strategia che punta verso l’alto, la Peugeot non trascura la ricerca di nuovi spazi sui mercati emergenti con modelli più adatti, in termini di costo di produzione e di prezzo di vendita, alle loro possibilità economiche: proprio a Parigi, infatti, ha presentato la 301, berlina a quattro porte di medie dimensioni, con motore a benzina a tre cilindri e baule da oltre 600 litri di capienza, destinata in prima battuta all’Algeria, alla Turchia, alla Polonia, alla Russia e alla Cina. 

Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
28 settembre 2012 - 13:08
4
...
Ritratto di Claus90
28 settembre 2012 - 13:14
La peugeot ha sempre prodotto auto raffinate, io l'ho sempre vista al fianco delle tedesche ma per forza di cose la gente preferisce sempre le tedesche auguro che prima o poi la peugeot si affermi in quel segmento.
Ritratto di autolog
29 settembre 2012 - 11:04
Stiamo scherzando, vero? Cioé, se l'articolo è una marchetta per la pubblicità sul alvolante ok, ma che qualcuno possa pensare che il gruppo PSA sia al livello delle tedesche premium (o anche solo di VW) fa venir da ridere ai polli. Dai siamo seri... poi che ci stiano provando, quello è un altro discorso. La stessa cosa Fiat la vorrebbe fare con Alfa Romeo e Lancia, e pure lì di strada ce n'è ancora tanta da fare, siamo onesti - anche se l'Alfa almeno nel design la sta trovando poco alla volta (penso specie alla 4C ma anche, con meno pretese, alla Giulietta ...), questi mettono le luci di Natale alle macchine e pensano di aver fatto il lusso.... bah, fate profumi che vi vengono meglio :) Detto questo, la DS4 non mi dispiace affatto (anzi!) purtroppo però il rapporto qualità/prezzo è decisamente squilibrato e dubito che convincerà molti acquirenti fuori della Francia, dove le auto francesi si comprano di default.
Ritratto di RINALDOOT
2 ottobre 2012 - 18:04
1
Mi sembra che dalle dichiarazioni del top manager Peugeot, sono due anni e mezzo che stanno adottando la strategia di ricollocare il marchio su un livello di classe superiore. E ci stanno riuscendo pian piano con una gamma completa, originale e dall'estetica intrigante.In passato non mi sono mai piaciute le auto francesi,fragili di lamiera e dagli interni caotici e linee inguardabili (eccezion fatta per la Citroen DS Pallas di 35 anni fa) ma comunque la peugeot già allora era la "meno" francese dei tre marchi transalpini. A vedere il salto di qualità fatto dalla mitica "504" del 75'(ancora ne circolano in Africa-Sud America) e le recenti 508 o RCZ fa capire che l'ambizione di raggiungere la qualità dei modelli tedeschi non è un miraggio.
Ritratto di juvefc87
28 settembre 2012 - 14:00
salire su una peugeot ti da armonia e senso di ben fatto e di valore, credo che riusciranno nell'intento, già la 607 aveva qualità costruttive pari o superiori alle tedesche
Ritratto di Limousine
28 settembre 2012 - 14:52
Condivido pienamente le strategie portate avanti dal Gruppo francese. Inoltre, già da qualche anno ormai, le vetture Citroen e Peugeot sono realizzate con un livello qualitativo (oltreché tecnologico) molto elevato; basta, infatti, sedersi al volante delle ultime generazioni di modelli, per accorgersi che il gap con la miglior concorrenza è quasi del tutto colmato. AUGURI Gruppo PSA e buon lavoro!!!
Ritratto di autolog
29 settembre 2012 - 11:07
Il tuo livore subito si attenua quando non si parla di Fiat, eh, Limo........ :) ahahahahahahahah che forte che sei
Ritratto di P206xs
28 settembre 2012 - 15:59
Come livello PSA con peugeot e la linea DS sta facendo auto di GRANDE QUALITA' e con un ottimo rapporto prezzo/prodotto, anche meglio di alcune tedesche.
Ritratto di MatteFonta92
28 settembre 2012 - 16:09
3
La qualità delle vetture del gruppo PSA è aumentata molto negli ultimi tempi (sono salito su varie auto del gruppo, di diverso segmento, e posso dire che è davvero così), peccato che le ultime Peugeot esteticamente non siano bellissime (a mio parere, ovviamente): la 208 per esempio, è fatta bene, ma sia fuori che dentro è davvero brutta...
Ritratto di SHAOLIN QUAN
28 settembre 2012 - 16:51
Secondo Lei,la percezione del Marchio Peugeot,posizionato tra le auto medie,da cosa nasce?Io compro un'auto per mille motivi;quando un prodotto ha qualita'e prezzi tutto sommato buoni,grazie anche ad una scontistica da svendita,ecco che ottengo la percezione di un prodotto medio,di qualita'.Su una strategia del genere,svegliarsi la mattina e produrre una ds4 al prezzo di una Mercedes A nuova,ma che produce?E chi se la compra?Ho un'immagine diversa e un prezzo analogo e un'estetica onestamente non rivoluzionaria ne'entusiasmante.Gradevole,ben rifinita ma come tante(Corea docet).Morale?I 40.000 euro per la Ds di punta non sono ragionevoli in un mercato dve la spesa viene giustificata da un ritorno di immagine.Devi per forza andare in Perdita,cosi'.E voi come gruppo state andando Male per questo.Con questo voglio dire che l'unico modo per accaparrarvi il mercato e'produrre auto innovative e emozionanti.E non e'facile inventare linee emozionanti.Il lusso funziona cosi'..impone esclusivita',unicita' e ritorno di immagine.Voi nn date questo;voi date qualita',linee una volta aggressive oggi pulite e motori buoni.Questo nn e'lusso.I profitti per Voi ci saranno solo con linee appaganti.Vi e'riuscito con 206,meno con 207 e ancora meno con 208,con buona probabilita'.Il punto non e'avere la piccolina di lusso superaccessoriata,ma avere una buona piccola che abbia una linea entusiasmante.Peugeot nn ha la fama di auto di qualita'indistruttibile,non ha la fama di auto sportive,ha solo una storia importante nei rally.Invece di partire da li'con dei Suv,che avete fatto?Avete chiuso i rubinetti sull'unica cosa dove eravate leader,insomma..tanto di cappello per la buona volonta',ma state andando,secondo me,in una direzione produttiva caotica,senza una linea reale di posizionamento nel mercato.In America nn sanno nemmeno cosa sia Peugeot..Voti?10 PER IMPEGNO.3 PER STRATEGIA..l'esatto contrario di Fiat per intenderci..e il risultato..beh nn e'cambiato:Perdita su perdita.Consigli?Ritornate alle origini..auto dalla linea graffiante a prezzi di mercato ragionevoli,senza tralasciare le finiture.Nel lungo periodo..vi posizionerete dove meritate,ma sparare 40.000 euro cosi' per una media "addobbata" non so dove porti...(penso alla serie ds).