NEWS

Pirelli Cinturato Winter: già pronto per l’inverno

05 settembre 2016

L’ultima novità della Pirelli è un pneumatico M+S dedicato a suv e crossover compatte e a vetture di piccola-media cilindrata.

Pirelli Cinturato Winter: già pronto per l’inverno

FAMIGLIA AL COMPLETO - La Pirelli ha scelto l’Islanda per presentare in anteprima il suo nuovo Cinturato Winter, pneumatico invernale studiato per l’impiego su vetture di piccola e media cilindrata, suv e crossover incluse. Tra i principali punti di forza vantati dal costruttore c’è la silenziosità, definita “da estivo” (di norma, invece, le gomme invernali hanno un rumore di rotolamento più forte); una capacità di espellere l’acqua superiore del 10% rispetto al prodotto precedente (limitando così l’aquaplaning, ovvero il pericoloso galleggiamento delle gomme che si verifica in velocità su terreno bagnato) e un innovativo sistema che aiuta l’automobilista a rendersi conto che il battistrada è troppo usurato. Con il Winter, sugli scaffali dei gommisti dal prossimo autunno, si completa la famiglia del Cinturato, che già include l’estivo P7 e l’All Season, dedicato a un utilizzo per dodici mesi l’anno. Il Cinturato Winter, sviluppato in collaborazione con diverse case, come BMW, Mercedes e Porsche, è disponibile in trenta misure, da 14 a 17 pollici.

SNOW SÌ O NO? - Semplice ma efficace, la soluzione che permette a chiunque di capire se l’usura della gomma è tale da consigliarne la sostituzione. I tecnici della Pirelli hanno scolpito sul battistrada la scritta “Now Snow” (traducibile con “adesso neve”) con la prima “w” meno profonda delle altre lettere. Così, quando il battistrada scende sotto i 4 mm, si legge soltanto “No Snow” (“niente neve”); significa che la gomma, pur conservando buone prestazioni sull’asfalto asciutto e bagnato, non garantisce più il massimo dell’aderenza sui fondi innevati. Tra le altre caratteristiche del nuovo Pirelli Cinturato Winter, citiamo l’aggiunta di intagli longitudinali studiati per migliorare la distribuzione della pressione nell’area di contatto col suolo, a vantaggio di un’usura più uniforme del battistrada (secondo la Pirelli, il nuovo pneumatico dura il 10% più del rispetto al precedente M+S del costruttore italiano). I tasselli disposti a “freccia” con canali che si allargano verso l’esterno della gomma permettono poi di espellere rapidamente l’acqua e di limitare il rischio di aquaplaning. 


 
NON TI FA SGOLARE - L’elevato comfort acustico promesso dal Cinturato Winter, spiegano in Pirelli, è dovuto alla nuova forma del battistrada, che ha consentito di guadagnare ben 6 decibel. Un risultato che abbiamo potuto verificare “a orecchio” sulle strade islandesi, al volante di un’Audi A3: il rumore causato dalle gomme è del tutto paragonabile a quello della stessa vettura equipaggiata con coperture estive. Oltre a una maggiore silenziosità, il Cinturato Winter promette spazi di frenata più corti grazie alla nuova mescola e al disegno del battistrada, integrato dalla tecnologia (brevettata) Multiactive 4D Sipe. La combinazione di “lamelle direzionali” e specifiche geometrie dei blocchetti consente di “artigliare la neve, raccoglierla all’interno del battistrada, garantendo il massimo grip in trazione, frenata e in marcia”, sottolineano i tecnici della Pirelli. In particolare, le lamelle sono tutte orientate nello stesso verso per massimizzare la trazione e la frenata su fondi a scarsa aderenza. In base alle condizioni (accelerazione, frenata o velocità costante) la loro deformazione è differente, proprio per aumentare il grip. Questo movimento, tra l’altro, favorisce il più rapido riscaldamento del battistrada, sempre a favore dell’aderenza. 
 
PRIME IMPRESSIONI POSITIVE - Sulle strade e sui ghiacciai intorno a Reykjavík, abbiamo testato in anteprima il nuovo Pirelli Cinturato Winter su vetture a trazione anteriore (Alfa Romeo Giulietta), posteriore (BMW Serie 1) o integrale (Mercedes GLA e Nissan Qashqai). Buona la precisione di guida, e soprattutto (su un asfalto particolarmente rugoso) siamo stati piacevolmente colpiti dal poco rumore generato dalle coperture. Notevole è stato il grip mostrato su neve, ghiaccio e relativa poltiglia acquosa, condizioni incontrate sul ghiacciaio Stadreyndir. Le piste, inizialmente in perfette condizioni e ottimamente battute, per l’alta temperatura esterna giro dopo giro si sono rovinate con solchi e buche, poi annacquatesi. Questo ha permesso di saggiare al meglio e con veicoli di diversa impostazione, la resa delle nuove gomme in differenti condizioni tipiche dei mesi rigidi. 





Aggiungi un commento
Ritratto di impala
5 settembre 2016 - 19:56
made in Cina
Ritratto di KlausK
7 settembre 2016 - 13:17
Concordo. Le Continental sono peggio delle gomme ricoperte che usavo ai tempi della 127
Ritratto di Alfa1967
6 settembre 2016 - 22:08
A me risulta che le producano a Settimo Torinese
Ritratto di Zonda111
18 novembre 2016 - 17:03
Prodotte in Europa sicuramente, se non in Italia potrebbero arrivare dalla Romania o dalla Turchia. Lo stabilimento cinese serve solo il mercato orientale, per ovvie ragioni di distanza. Purtroppo tutti i principali produttori di pneumatici, tra cui Michelin, Bridgestone e Continental, seguono le stesse identiche regole globali per la distribuzione della produzione nei vari stabilimenti europei ed extraeuropei. Pirelli ha raddoppiato lo stabilimento di Settimo Torinese ma ha ridotto le linee a Bollate, Michelin ha tagliato tre stabilimenti europei di cui uno in Italia, Continental sta spingendo al massimo su India e Cina... nessun produttore si salva!!! Pirelli resta comunque il n° 1 per prestazioni e sicurezza, Michelin è ok per la resa kilometrica ma non eccelsa nelle prestazioni, Continental è a metà strada, Bridgestone è molto valida.
Ritratto di 11kar11
6 settembre 2016 - 14:03
Le mejo so' le Michelin! Bye :-)
Ritratto di iroko
6 settembre 2016 - 19:42
meglio una Pirelli made i china o una bridgestone made in Italy?
Ritratto di dryver68
12 settembre 2016 - 13:31
Tutti i produttori di pneumatici non producono solo nel paese di appartenenza ma hanno fabriche in tutto il mondo!! Per esempio Pirelli si trova in cina,brasile, russia , germania,inghilterra, italia ecc..ecc. non e' perche' adesso che la Pirelli e' per la maggior parte Cinese debba costruire pneumatici solo in cina eh!!! e comunque il nuovo Cinturato Winter va' molto bene!! ;-) saluti a tutti Maurizio