NEWS

Più multe, meno riscossioni

28 maggio 2018

Fra il 2006 e il 2016 è aumentato dell’81% il “totale” delle multe per eccesso di velocità o sosta vietata, ma solo il 39% viene riscosso.

Più multe, meno riscossioni

BOOM DI MULTE - Gli italiani vengono multati sempre più spesso dalle Forze dell’Ordine in seguito a violazioni del Codice della Strada, ma soltanto pochi di loro saldano quanto dovuto e si rimettono in pari con il fisco. È quanto emerge da uno studio effettuato dalla CGIA di Mestre, una associazione a rappresentanza di artigiani e piccole imprese, che ha confrontato i dati sulle multe per eccesso di velocità e sosta vietata del 2006 con quelli del 2016 (gli ultimi disponibili). Stando alla ricerca, due anni fa sono state elevate  multe per violazioni al CdS pari a 2,5 miliardi di euro, l’81% in più rispetto al 2006, ma soltanto il 38,8% è stato riscosso (pari a 1,0 miliardi di euro). Dodici anni fa invece le riscossioni “pesavano” per il 60% sul totale di quelle elevate (pari a 1,3 miliardi).

SUD MAGLIA NERA - La CGIA non esclude però che molti automobilisti abbiano versato l’importo delle multe con grande ritardo, sfruttando i provvedimenti di rottamazione delle cartelle esattoriali messi in atto a più riprese negli ultimi 2 anni: chi ricorre alla rottamazione può versare l’importo della multa senza pagare gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge. In questo caso la percentuale del 38,8% è destinata ad alzarsi. La CGIA imputa questa situazione di scarsa efficienza alla complessità del sistema per la riscossione delle multe, stando a quanto spiegato da Paolo Zabeo, la persona che dirige il centro studi dell’associazione, secondo cui molti Comuni non fanno il loro dovere e si approcciano con poca severità ai trasgressori. Nel Molise e nella provincia autonoma di Bolzano la riscossione delle multe sfiora il 75%, mentre in Sicilia si aggira intorno al 18,4% e in Campania al 23,2%.





Aggiungi un commento
Ritratto di preda
28 maggio 2018 - 15:43
Se effettivamente i soldi delle multe vengono utilizzate per manutenzione e sicurezza stradale, avremmo le strade col parquet. Ma siccome vengono usate dai comuni chi fa la gara a spennare di piu, ecco perche gli italiani fanno di tutto pur di non pagarle.....
Ritratto di miktoposlim
28 maggio 2018 - 16:23
Come al solito lo stato lavora per la protezione dei furbetti e non degli onesti..... basta dire che i controlli sui limiti di velocita’ devono esser segnalati altrimenti sono illegali. Partendo dal significato che troviamo sul DIZIONARIO se un “limite” di velocita’ per non dire “obbilgo” del rispetto del limite…… vuol dire che se non viene rispettato SEI IN MULTA!!! Se entro in un negozio qualsiasi e prendo tutti i contanti posso rivalermi sul fatto che non ho trovato la segnaletica: “controllo ruberie dalla cassa???”
Ritratto di Gianni_m
28 maggio 2018 - 16:26
La gente si è rotta le scatole di essere truffata. Autovelox in posti impensabili, limiti spesso ridicoli, stranieri che girano senza assicurazione, non rispettando segnaletica e commettendo infrazioni di continuo, strade fatiscenti, illuminazione assente o scarsa. Non se ne può più.
Ritratto di torque
28 maggio 2018 - 17:30
Qui c'è da chiedersi se sia nato prima l'uovo o la gallina! E' nato prima il furbetto che gli arriva la multa e non la paga o la ruberia del comune che dovrebbe usare il denaro per manutenere le strade e invece "se lo mangia"? In ogni caso, una cosa alimenta l'altra e se non si fa niente si finirà sempre peggio.
Ritratto di GeorgeN
28 maggio 2018 - 17:40
e poi ci sono quelli che cricolano con la targa svizzera per non pagare multe e pagare meno rca....
Ritratto di Ivan92
28 maggio 2018 - 18:30
8
E sentiamo, in che modo una persona residente in Italia può ottenere le targhe svizzere?
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
28 maggio 2018 - 18:41
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Ivan92
28 maggio 2018 - 21:47
8
Ciao Fabrizio, per avere le targhe svizzere una persona deve essere per forza residente in Svizzera. Ad una persona residente in Italia l'auto targata CH verrebbe immediatamente sequestrata per "contrabbando" visto che la Svizzera è una nazione extracomunitaria (fatti successi a persone che hanno prestato l'auto ad un amico residente in Italia o ancora più semplicemente genitori residenti in Svizzera che hanno prestato l'auto targata CH al figlio svizzero che studia in Italia e che ha quindi la residenza in Italia). Buona serata :-)
Ritratto di money82
28 maggio 2018 - 18:19
1
Praticamente più al sud si va, più è evidente che lo stato è sostituito da altre entità...e non intendo l' europa.
Ritratto di FOXBLACK
28 maggio 2018 - 19:40
Ho beccato due multe in un mese per essere passato su strade dove avevano messo il cartello 70 (a quella velocità ti sembri l imbranato di turno ) su strade veloci essendo passato a 78 e 79 orari che meno i 5 fanno 73 e 74. ...praticamente preso per. .....non se ne può più. ..
Pagine