NEWS

Polestar 1: coupé stilosa con Dna Volvo

17 ottobre 2017

Basata sulla meccanica (evoluta) delle Volvo 90 e 60, ha un motore ibrido da 600 CV e fino a 150 km di autonomia a zero emissioni.

Polestar 1: coupé stilosa con Dna Volvo

ARRIVA NEL 2019 - La Volvo e il gruppo industriale di cui fa parte (la cinese Geely) hanno progetti molto ambiziosi per i motori ibridi e elettrici, tanto da investire grosse risorse la cosiddetta elettrificazione, che prevede il progressivo passaggio a motori ibridi prima ed elettrici puri poi. Un momento chiave della strategia si è consumato oggi a Shanghai. Qui la Volvo, proprietaria della Polestar, ha mostrato in anteprima la Polestar 1 (nelle foto), una coupé dotata di un motore ibrido che arriverà nelle concessionarie a metà del 2019, qualche mese prima della berlina elettrica Polestar 2 e della suv Polestar 3. I nuovi modelli saranno fabbricati nell’impianto in costruzione a Chengdu in Cina. 

BASE RINNOVATA - La Polestar 1 è la prima vettura del neonato marchio Polestar, diventato un vero e proprio costruttore dopo essere stato a lungo il preparatore ufficiale delle Volvo più sportive di serie e da gara. La Volvo e la Geely hanno annunciato un grosso investimento di 640 milioni di euro per sostenere fase iniziale di sviluppo della Polestar, con progettazione di nuovi modelli e relativa industrializzazione e vendita. La coupé è basata su una versione aggiornata della piattaforma SPA (la stessa delle Volvo 90 e 60, ma con il 50% di pezzi nuovi) e riprende le forme esterne della berlina S90, a partire dalla grossa mascherina anteriore, ma le somiglianze si ritrovano anche nel lungo cofano, nei fanali posteriori a C e nelle fiancate prive di solcature. La Polestar 1, che è lunga 450 cm, fa largo uso della fibra di carbonio. Questo materiale viene utilizzato per la carrozzeria, per tutta la struttura del tetto e anche come rinforzo per il pianale nella zona tra l'abitacolo e il baule, così da conferire una maggiore rigidità torsionale. Inoltre, il carbonio consente un risparmio di peso di 230 kg rispetto ad un'analoga costruzione in acciaio.

NON SI ACQUISTA, SI NOLEGGIA - Il motore della Polestar 1 è un ibrido ad alte prestazioni, composto da un 4 cilindri sovralimentato e da due motori elettrici posti a retrotreno, capaci in totale di 218 CV e 480 Nm erogati sulle ruote posteriori. Altri 46 CV e 150 Nm sono forniti da un terzo motore elettrico collegato al motore termico che funge anche da generatore per le batterie in fase di decelerazione. Inoltre sappiamo che le 3 batterie, per un totale di da 34 kWh, assicurano percorrenze fino a 150 km in modalità a emissioni zero: i cavalli complessivi sono 600 e la coppia raggiunge i 1.000 Nm. La coupé adotta soluzioni tecniche come l’asse posteriore sterzante e le sospensioni a controllo elettronico, sviluppate dallo specialista Öhlins, che dovrebbero migliorare la reattività dell’auto nonostante i pesi e gli ingombri esterni. La Polestar ha già aperto gli ordini della 1, che si potrà noleggiare per 24 o 36 mesi senza deposito iniziale pagando una rata ogni mese.

Polestar 1
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
51
11
4
1
7
VOTO MEDIO
4,3
4.324325
74
Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
17 ottobre 2017 - 16:08
Che figata immensa di auto! Dalla meccanica alla linea al modo in cui se ne entra in possesso o meglio si può usufruire è tutto molto affascinante.
17 ottobre 2017 - 16:16
La linea è favolosa, l'immagine del brand inesistente (solo uno stemma la distingue da Volvo) il powertrain in linea con la corrente attuale, la maniera di possederla dubbia.
Ritratto di AMG
17 ottobre 2017 - 17:00
Quoto in toto. Specie per una coupè di segmento premium, mi pare un modello particolarmente poco indicato alla soluzione d'acquisto. Questo già aldilà della mia avversione come proprietario alla formula d'acquisto sebbene ne comprenda l'utilità razionale ma l'uomo non è puramente razionale giusto?
Ritratto di HaldeX
18 ottobre 2017 - 20:39
1
Penso dipenda dai costi per possedere un'auto nei paesi del nord Europa. Leggevo da qualche parte che in Danimarca l'ultima supercar immatricolata risale a 2-3 anni fa perché la tassazione ne raddoppia il costo...
Ritratto di maxstilo
17 ottobre 2017 - 16:26
Bella linea (davanti fari ispirati ad audi, griglia peugeot, dietro molto sportiva), molto innovativa l'unico appunto è il logo di Polestar, sembra il simbolo della Rai. I cinesi non lo sapranno ma non è che dà tanta fiducia questa cosa.
Ritratto di Ercole1994
17 ottobre 2017 - 16:33
Il motore? Sarà sicuramente il 1969 cc della Volvo, probabilmente con le stesse caratteristiche di una S90 T8 ibrida. Detto questo, non è altro che il bel prototipo Volvo presentato anni fa, che annunciava il nuovo stile. Non mi aspettavo lo facessero diventare auto di serie, ma fortunatamente, le cose sono andate diversamente.
Ritratto di Claus90
17 ottobre 2017 - 16:37
Quest'auto è molto bella almeno dal bozetto se così fosse nella realtà complimenti oltre alle lexus ci voleva aria fresca di novità.
17 ottobre 2017 - 16:43
Nella sedicesima foto comunque, quella con la scocca sollevata dalla meccanica, ricorda tantissimo la Mustang di lato.
Ritratto di Ercole1994
18 ottobre 2017 - 12:59
Si, da l'impressione di avere una silhouette da fastback.
Ritratto di Thresher3253
17 ottobre 2017 - 16:55
Davvero molto bella, ha la classe di una Ghibli con gli interni moderni.
Pagine