NEWS

Porsche: addio ai prototipi del Wec per a Formula E

28 luglio 2017

La casa tedesca si chiama fuori dalla categoria LMP1 e correrà dal 2019 nella Formula E con le monoposto elettriche.

Porsche: addio ai prototipi del Wec per a Formula E

RESTANO LE 911 - In maniera sorprendente la Porsche ha annunciato di voler riconsiderare la sua partecipazione nelle gare di durata e iniziare una nuova avventura in Formula E, la disciplina riservata alle monoposto elettriche in cui saranno presenti anche BMW, Mercedes, Audi, Jaguar, Renault e DS. La notizia arriva inaspettata, perché la casa tedesca ha una lunghissima tradizione nelle corse di endurance e detiene il titolo di categoria nella classe regina, la LMP1, dove corrono prototipi molto sofisticati a livello tecnologico che nulla spartiscono con i modelli in vendita. La Porsche si ritirerà proprio dalla categoria LMP1 (qui sopra la 919 Hybrid) al termine della stagione in corso (prevista il 18 novembre con la 6 Ore del Bahrain), ma continuerà a gareggiare con le 911 RSR (foto qui sotto) derivate da quelle in vendita nella categoria GTE Pro: il costruttore ha annunciato di voler comunque partecipare alla 24 Ore di Le Mans, la gara endurance più conosciuta e popolare al mondo.

COME LA MERCEDES - La casa tedesca non dismetterà il team e non lascerà i piloti ufficiali liberi di trovarsi un’altra sistemazione. Alcuni di loro potrebbero finire nella scuderia che la Porsche iscriverà dal 2019 alla Formula E, disciplina organizzata dalla Federazione Internazionale dell’Automobilismo (FIA) che ha ottenuto in poco tempo una grande visibilità fra i costruttori, per effetto delle strategie commerciali messe in atto verso i motori a batterie: la Porsche ad esempio lancerà nei prossimi anni una berlina elettrica e sfrutterà quindi la Formula E come una sorta di volano a favore delle auto ad emissioni zero, dimostrando che possono rivelarsi sportive e coinvolgenti senza tradire lo spirito di una casa automobilistica da sempre legata ai motori benzina. La stessa finalità ha portato di recente la Mercedes ad assumere una decisione analoga, rinunciando ad una disciplina sportiva dov’era affermata (il campionato turismo tedesco) a vantaggio della Formula E.

Aggiungi un commento
Ritratto di Ercole1994
29 luglio 2017 - 15:55
Non mi affascina per nulla la Formula E. Monoposto tutte uguali e con il ronzio da convertitore di energia a far da contorno. Totalmente insensato come campionato.
Ritratto di impala
30 luglio 2017 - 15:41
questa vergogna di porsche 911 che corre nella categoria Gte Pro dove vince da anni la Ferrari . Questa porsche 911 RSR presentata questo anno con un motore centrale per potere solo sperare di vincere contro la Ferrari 488 ... questo motore centrale che non esiste sulla 911 di seria ... tedeschi sempre piu ladri e furbi.
Ritratto di Ercole1994
31 luglio 2017 - 09:47
Non ne vedo il senso di spostare il motore centralmente. La differenza si vede meccanicamente e, nella bravura dei piloti.
Ritratto di impala
1 agosto 2017 - 14:09
... la verita è tutta altra. si una vittoria si deve per diverse ragione, il modo di come è fatta l'auto conta.... eccome. La verità è chè l'impostazione meccanica di seria, voluta al epoca da ferdinand porsche della 911, è debole ... cosi nella vita di tutti giorni l'auto puo sembrare efficiente, ma al confronto della competizione è tutto un altra storia. in casa porsche il boxster ha il motore centrale ma non la 911, è per quello che la porsche non ha mai potuto competere nella piu grande categoria Gt : il GTEpro contro la Ferrari, è per quello anche chè l'anno scorso non hanno avuto macchine nella categoria GTE Pro, per provare di fare un auto che puo competere contro la Ferrari 488.
Ritratto di MAXTONE
29 luglio 2017 - 16:35
Per me è uno scandalo: Già la Formula E mi da L'idea di essere l'ultima spiaggia per piloti ormai decotti di altre categorie, inoltre pur essendo affascinato dai motori elettrici e dalle Tesla, non mi sembra un campionato prestigioso e visibile, la stessa Tesla, leader mondiale delle auto elettriche e tutt'ora quella con il maggior know how in materia, non se ne importa proprio nulla di andare a correre in Formula E perché se le elettriche sei bravo a farle non serve un anonimo campionato per essere sotto i riflettori e godere di clamore mediatico infatti quando si parla di elettriche tutti parlano di Tesla ma nessuno parla di costruttori tradizionali che campano di motori termici siano essi benzina o diesel. Soprattutto i costruttori tedeschi possono dire e fare ciò che vogliono ma vengono sempre identificati con i diesel e in Europa per quanto la domanda sia in calo, vendono solo quelli o quasi. Intanto si parla già della Model 3 in versione da 500 km di autonomia che sarà acquistabile da subito. Fatti e non parole.
Ritratto di Strige
29 luglio 2017 - 18:01
Semplicemente perche' non sei informato...la tesla sta creando un campionato proprio con le tesla model S. Inoltre sembra da voci di corridoio, fonte Nico Rosberg, che tesla abbia intenzione di entrare proprio in formula E per il 2020. Il motivo per cui non e' entrata ora, pare, condizionale e' d'obbligo, per via del bilancio non propriamente in ordine di tesla. Visto e considerato che e'/era gia' in rosso, era inutile spendere ulteriormente altre risorse che invece potevano andare per costruire la Gigafactory.
Ritratto di MAXTONE
29 luglio 2017 - 20:19
Vogliono correrci, benissimo. Ma ci entreranno dalla porta principale con quel prestigio e quel fascino che hanno nell'ambito delle elettriche. Cosa mi rappresenta andare a correre in Formula E quando sui cofani delle auto che vendi tutti i giorni c'è scritto CDi, TDI, d etc. Come le ibride: Qualcuno ha mai visto in giro una qualunque auto tedesca ibrida? Fantasmi eccellenti di un inesorabile anonimato. Per me è proprio una cosa ridicola avere in gamma versioni fantasma che nessuno compra. E la colpa è pure loro perché ad esempio le GTE di VW costano e consumano più delle omologhe versioni diesel quando finisce l'autonomia in elettrico (il plug-in, che grande fregatura). Fai Ibride serie come quelle del gruppo Toyota e vedi come la gente le comprera'.
Ritratto di Strige
29 luglio 2017 - 23:58
Io vivo a Londra, puo' quindi essere che mi trovo su un altro pianeta, ma qui Zoe, I8 e I3, Leaf e via dicendo si vedono e sono tantissime. La BMW ibrida, ne vedo parecchie pure qui. Solo nel mio council, ne ho viste una 50ina. Stiamo parlando di aziende nate circa 100 anni fa con il motore a scoppio, ovvio che trovi solo cdi, tdi e via dicendo....sono nate cosi'. La tesla 15 anni fa nemmeno esisteva. Come paragonare una squadra centenaria con una squadra appena nata. Parlate sempre di DNA, ma poi siete i primi a criticare quando la gente o le aziende non cambiano.
Ritratto di MAXTONE
30 luglio 2017 - 09:17
Ne vedrai in giro più che in Italia, perché mi risulta in Inghilterra godano di notevoli agevolazioni fiscali ma, parlando di elettriche pure, mi sembra anche normale vedere tante Leaf, i3 o Zoe in confronto alle Tesla dal momento che con queste ultime si superano di slancio i 100.000€. Intanto con la Model 3 a scatola chiusa già sono 500.000 contratti, mettici na pezza.
Ritratto di napolmen4
29 luglio 2017 - 18:55
Semplicemente i danni dieselgate si fanno sentire a favore di un campionato a costo O
Pagine