NEWS

J.D. Power: le più soddisfacenti sono le Porsche

18 giugno 2010

Secondo la società americana J.D. Power, che si occupa di ricerche statistiche, la Porsche è quella che, nell'arco dei primi 90 giorni dall'acquisto, offre auto con minori difetti. Bene la Mercedes, terza, e la Ford, quinta.

SODDISFAZIONE DEI CLIENTI - Lo studio condotto sul mercato americano dalla J.D. Power sin dal 1987 misura la soddisfazione dei clienti in base alle noie che i singoli utenti hanno registrato nei primi 3 mesi dopo l'acquisto. L'Initial Quality Study è un'indagine che negli Stati Uniti viene presa in grande considerazione come prova della qualità di un modello: è molto utile ai costruttori per migliorare le proprie auto e ai clienti per scegliere i modelli con meno "problemi".

ESPERIENZA DIRETTA - Ai proprietari, la J.D. Power ha chiesto di dare un giudizio sulla meccanica della vettura, sulla carrozzeria, sugli interni, sulla qualità e la funzionalità di alcune componenti. Secondo quanto è emerso dall'Initial Quality Study, i problemi più frequenti sono sempre gli stessi: rumori causati dalla resistenza aerodinamica, difficoltà nell'utilizzo del “clima” a causa di comandi posti in posizione scomoda, problemi di connessione con il sistema Bluetooth che non riconosce il cellulare, sistema multimediale poco pratico da utilizzare e materiali che si logorano facilmente.  

PASSI DA GIGANTE - Per stilare la classifica Initial Quality Study e darne una valenza scientifica, viene utilizzato un indice, denominato PP100, che misura il rapporto tra i difetti riscontrati e la loro frequenza ogni 100 veicoli. Grandi i passi avanti compiuti in questi anni: secondo i dati raccolti dalla J.D. Power, la media dei difetti è calata dai 176 ogni 100 veicoli del 1998 ai 109 del 2006, un valore che è rimasto pressoché invariato fino ad oggi.

PRIMA LA PORSCHE - La vincitrice di questa speciale classifica per il 2010 è la Porsche, seconda nel 2009 (nella foto una 911 Turbo), che è riuscita a battere la Lexus, oggi scivolata al quarto posto. Nelle prime posizioni c'è da segnalare il balzo in avanti compiuto dalla Mercedes, passata dal sesto al terzo posto, e dalla Ford per la prima volta nella "top five". Complici i problemi riscontrati a inizio anno, la Toyota è precipitata dalla sesta posizione del 2009 alla 21ª; mentre la Mini è il costruttore che, rispetto all'anno scorso, ha compiuto i maggiori progressi: ha ridotto di 32 punti le lamentele segnalate dai proprietari.

 

Classifica della soddisfazione dei clienti
Posizione Costruttore PP100
1

Porsche

83
2 Acura 86
3 Mercedes-Benz 87
4 Lexus 88
5 Ford 93
6 Honda 95
7 Hyundai 102
8 Lincoln 106
9 Infiniti 107
10 Volvo 109
11 Ram 110
12 Audi 111
12 Cadillac 111
12 Chevrolet 111
12 Nissan 111
13 BMW 113
13 Mercury 113
14 Buick 114
14 Mazda 114
14 Scion 114
15 Toyota 117
16 Subaru 121
17 Chrysler 122
17 Suzuki 122
18 GMC 126
18 Kia 126
19 Jeep 129
20 Dodge 130
20 Jaguar 130
21 Mini 133
22 Volkswagen 135
23 Mitsubishi 146
24 Land Rover 170

 
Media: 109





Aggiungi un commento
Ritratto di makluf90
18 giugno 2010 - 12:58
e grazie dopo che uno spende fior di quattrini per una porshe deve ritrovarsi pure un'auto inaffidabile???
Ritratto di Baf
18 giugno 2010 - 14:07
La classifica è inattendibile, a parere mio, perché il divario che c'è tra un'auto del segmento premium ed una da comune mortale è eccessivo. Naturalmente un'auto che costa di più è stata costruita con più cura, è banale dirlo. A noi europei non dà alcuna informazione sull'acquisto di un'auto poichè alcuni marchi non esistono in via ufficiale ed i costi sono decisamente diversi; se però si vuole guardare a questa classifica come ad una sorta di indice di miglioramento allora è sicuramente notevole che marchi come Lincoln, Bmw, Infiniti e Audi siano stati sorpassati da più "popolari" Ford, Hyundai ed Honda.
Ritratto di apm
18 giugno 2010 - 14:10
però c'è anche da ricordare che ci sono stati dei richiami per le Panamera e per alcune Murcielago LP640 quindi prezzo alto non sempre è sinonimo di affidabilità e cura nei montaggi
Ritratto di Baf
18 giugno 2010 - 17:16
Anche questo è vero l'errore è un'incognita che è difficile eliminare se non col dogma "quello che non c'è non si può rompere".
Ritratto di tomkranick
18 giugno 2010 - 22:12
MA LE ITALIANE????????????????????
Ritratto di Baf
18 giugno 2010 - 23:53
Si tratta di una classifica esclusivamente statunitense per quello non trovi le italiane. Se ti riferisci a Lamborghini e Ferrari credo che i loro modelli siano troppo costosi ed esclusivi perché queste 2 case pubblichino difetti che hanno afflitto i loro modelli.
Ritratto di neno
19 giugno 2010 - 11:00
Non ci sono, semplice. Chi secondo te acquisterebbe una fiat? specialmente negli USA? Dove i Suv vanno come le caramelle. E poi lì la gente vuole dei suv buoni non carrozze... Peccato però, perchè l'alfaromeo ci doveva essere.
Ritratto di maxwip
19 giugno 2010 - 18:09
Non ci sono perchè fiat e Alfa Romeo non vendono negli USA, anche se si è parlato più volte di un ritorno già ai tempi del lancio della Brera.