NEWS

Con le Cadillac puoi fare l’americano

22 marzo 2014

Si arricchisce con nuovi modelli la proposta per l'Europa della Cadillac, simbolo per antonomasia dell’auto di lusso statunitense.

Con le Cadillac puoi fare l’americano
GAMMA COMPLETA - La General Motors dal 2015 toglierà la Chevrolet dal mercato europeo (tranne la Corvette) ma insiste con la sua marca di prestigio, icona dell’automobilismo di lusso americano: la Cadillac. Dopo averle esposte nei saloni americani di inizio anno, al salone di Ginevra la Cadillac introduce in Europa la CTS e la suv Escalade, che vanno ad affiancarsi alla berlina media ATS e alla suv SRX.
 

Nelle foto qui sopra la recente CTS.
 
PER CHI AMA LE “AMERICANATE” - Si tratta di proposte che evidentemente contano su una sorta di globalizzazione dei gusti in tutte le direzioni. Cioè, per tanti americani che apprezzano le auto europee di lusso, non è detto che non ci siano europei che abbiano voglia di viaggiare in grande e con lo stile yankee. 
 
 
DA 55.250 A 62.887 EURO - Ed ecco dunque la proposta della Cadillac, a cominciare dalla berlina CTS, appena giunta alla sua terza generazione, lunga 497 cm, proposta con motore 2.0 turbo a benzina da 276 CV e cambio automatico a 6 rapporti. Quanto alla trasmissione è offerta la scelta tra trazione posteriore o trazione integrale. Gli allestimenti sono quattro: Elegance, Luxury, Performance, Premium. I prezzi vanno da 55.250 a 62.887 euro.
 

La Escalade, completamente rinnovata quest'anno.
 
LA GAMMA CADILLAC - Oltre alla nuova CTS, per ora disponibile solo con carrozzeria berlina, la gamma Cadillac comprende la recente ATS, lunga 464 cm e mossa dal motore 2.0 turbo da 276 CV. È proposta in versioni a trazione posteriore, 4x4, con cambio manuale e cambio automatico. I prezzi vanno da 40.482 a 50.734 euro. Altra proposta è la crossover-suv SRX, lunga 483 cm e alta 167, con il motore V6 3.6 da 276 CV e la trazione integrale. Prezzo 56.480. Infine il mastodontico fuoristrada Escalade, anch'esso appena rinnovato, lungo 514 cm e alto 188. Il motore è il V8 di 6,2 litri da 409 CV, con trazione integrale (40% davanti-60% dietro) e cambio automatico a 6 rapporti. Due le versioni: Escalade Sport Luxury e Escalade Platinum. 82.338 e 89.686 euro i rispettivi prezzi. Nessun motore diesel è disponibile nella gamma Cadillac.




Aggiungi un commento
Ritratto di Baf
22 marzo 2014 - 11:45
Non capisco quale sia il dubbio. Di italiani tamarri che girano su auto ridicolamente grandi rispetto alle nostre strade ce ne sono già a bizzeffe, basta contare quante Q7 e X6 si vedono ogni giorno in strada. L'unico problema per loro è il marchio: se non puoi sfoggiare un bisonte con quattro anelli o un'elica sul muso non vale la pena indebitarsi. Per il resto questi macchinoni, specie se SUV, saranno accolti più che bene.
Ritratto di IloveDR
22 marzo 2014 - 11:50
4
non sono auto che mi fanno impazzire
Ritratto di M93
22 marzo 2014 - 12:25
Cadillac è uno dei simboli dell'automobilismo statunitense. La gamma attuale, e più in generale il nuovo design, mi piace parecchio: le linee sono tese e pulite, molto più che in passato. In Italia e in Europa è un marchio molto conosciuto ma allo stesso tempo limitatamente diffuso, per via della manca a di propulsori a gasolio, fondamentali nel vecchio continente. Già qualche anno fa si paventava l'arrivo di un turbo diesel 6 cilindri 2.9 per alcune berline Cadillac, ma poi non se n'è più saputo nulla: un'occasione mancata.
Ritratto di TurboCobra11
22 marzo 2014 - 21:42
Il v6 diesel era il VM che allora era del 50& di GM, che è stato poi finito di sviluppare da Fiat quando ha preso l'altro 50% di Vm e la cilindrata è diventata 3.0. Poi Gm ha venduto il suo 50% a Fiat. Quel motore scomparso da GM è quello che ora conosciamo come 3.0 Multijet o CRD che dir si voglia, sotto il cofano del Grand Cherokee, della 300c....ops. thema..., e delle Ghibli e Quattroporte con alcune differenziazioni dalle suddette. ...Saluti
Ritratto di M93
23 marzo 2014 - 10:32
Turbocobra11 ti ringrazio per le delucidazioni: ero al corrente della totale acquisizione di VM Motori da parte di Fiat (ora FCA) ma non avevo collegato ciò allo sviluppo del motore a gasolio da parte di GM. Detto ciò, c'è da dire che di propulsori a gasolio validi, al gruppo statunitense non mancano di certo... Un saluto ;)
Ritratto di TurboCobra11
23 marzo 2014 - 12:32
Grazie a te. Comunque Gm come motori a gasolio ha una strategia simile a quella che ha con i marchi, ovvero pessima. Ha diversi 2.0, uno è quello sviluppato congiuntamente con Fiat e che monta sulle Opel, uno è quello che hanno le Chevrolet, e in più il 2.2 della Captiva/Antara, di cui il più potente è il biturbo da soli 195cv usato su alcune Opel. Oltre un aggiornamento da 15-20cv in più di questo, che potrebbe bastare, non c'è un 3.0 v6, che su auto come CTS(rivali di serie 5 e A6 e classe E) è quasi indispensabile, così come sulla SRX, mentre per l'Escalade è troppo grosso per essere venduto in europa, anche se li potrebbero montagli il 6.6 Duramax che usano sui truck. Comunque hanno una gamma Diesel che direi molto confusa. Certo su una ATS anche il nuovo 1.6 potrebbe essere un entry level, ma per rendere l'adattamento a essere montato su una traz. posteriore, dovrebbe fare qualche modello(coupè come la vociferata Calibra) anche la Opel. Certo è che con a basa della gamma un 2.0T da 276cv non vanno da nessuna parte, visto che le rivali più vendute sono A4 2.0tdi, magari da 150cv, e 318-320d e C200-220 cdi. ...Saluti
Ritratto di M93
23 marzo 2014 - 13:08
Pienamente in accordo con quanto hai riportato: c'e parecchia "confusione" riguardo ai propulsori a gasolio in GM. Razionalizzandola e adattandola alle esigenze dei singoli marchi e dei vari mercati di riferimento, potrebbero guadagnare fette d mercato anche nel Vecchio Continente. Come hai ben detto, con una gamma basata su un propulsore 2 litri turbo a benzina le possibilità sono assai ridotte, visto il mercato. Buona domenica. Un saluto :)
Ritratto di TurboCobra11
23 marzo 2014 - 15:53
Grazie, buona domenica anche a te! ...Saluti!
Ritratto di Vincenzo1973
24 marzo 2014 - 12:00
i nuovi motori Fiat della VM sono appunto nuovi. costruiti da VM su specifica Fiat e non hanno nulla da spartire con GM.
Ritratto di TurboCobra11
24 marzo 2014 - 12:40
Perché io cosa ho detto?! Non mi pare di aver detto che hanno componentistica GM. Ho solo detto che il 3.0VM era in progettazione da anni, ben prima dell'ingresso di Fiat, e forse anche prima dell'ingresso di GM, quando VM era di due società non automobilistiche di cui non rammento il nome, e VM faceva il suo lavoro di progettazione di motori, che poi vendeva a terzi, come faceva con il 2.8 4cilindri con Chrysler. Dico faceva perché ora sono dello stesso gruppo, non è più una vendita a terzi. Alla luce di tutto ciò, se GM teneva la sua parte o comprava lei il 50% che poi ha preso Fiat, il 3.0 o 2.9 se rimaneva tale lo usava lei in quanto proprietaria della società, ma invece dopo che era co-proprietaria con Fiat al 50-50 ha venduto la sua parte a Fiat, quando Fiat però già usava il 3.0 entrato in produzione sul Grand Cherokee. Spero di aver chiarito quanto già detto. ...Saluti
Pagine