Cadillac

La Cadillac si può identificare, praticamente da sempre, come il simbolo dell'auto di lusso all'americana: è stata fondata a Detroit nel 1902 e deve il proprio nome ad Antoine Laumet de La Mothe, Signore di Cadillac, fondatore di quella Ville d'Etroit che poi sarebbe diventata, appunto, la città di Detroit. Da più di 100 anni fa parte della General Motors, che la ha acquistata nel lontano 1908. 
 
Alla Cadillac è dovuta una grande serie di innovazioni tecniche: dal sistema di illuminazione elettrico nel Model A del 1903, alla standardizzazione dei componenti (all'inizio del Novecento, vengono spedite tre Model A in Inghilterra e vengono fatte correre per alcuni chilometri sul tracciato di Brooklands: in seguito vengono smontate e i pezzi scambiati tra un'auto e l'altra. Una volta rimontate, le tre Cadillac percorrono altri chilometri a conferma del nuovo metodo di costruzione), l'azienda è stata tra i pionieri della produzione in serie.
 
Marchio americano per antonomasia, la Cadillac è ritornata a essere importata ufficialmente in Europa (e in Italia) da alcuni anni: dopo le berline ATS e CTS e le suv SRX ed Escalade, dal 2020 viene proposta la suv media XT4, anche con un 2.0 diesel sviluppato apposta per il Vecchio Continente; previsto, in seguito, l'arrivo della più recente edizione della Escalade. Nell'immaginario collettivo, comunque, una delle Cadillac più popolari rimane la Eldorado. Continuamente evoluta nell'arco di cinquant’anni, dal 1953 al 2003, questa imponente berlina ha rappresentato il lusso e l'essenza della vita a stelle e strisce, è stata di Elvis Presley e dei divi di Hollywood: venduta al prezzo di una Rolls Royce, la prima Eldorado aveva optional incredibili per gli anni Cinquanta. Dagli alzacristalli elettrici alla capote ad apertura automatica, fino all'aria condizionata regolabile separatamente in due zone: i 7000 dollari della versione base potevano salire fino all'empireo. Come nel caso della Eldorado Brougham: 14.000 dollari, per avere anche i sedili registrabili elettricamente con memoria. Già nel 1959.

Novità Cadillac

  • Cadillac Celestiq: un passo nel futuro

    La concept car Celestiq anticipa la lussuosa berlina elettrica che l'americana Cadillac produrrà in serie.
  • La Cadillac Escalade arriva in Italia

    La quinta generazione della Cadillac Escalade è disponibile con il 6.2 V8 a benzina da 420 CV oppure con il turbodiesel 6 cilindri 3.0 da 277 CV. Prezzi da 138.980 euro.
  • Cadillac InnerSpace: anticipa il futuro

    Con la concept car InnerSpace, la Cadillac prefigura come saranno le auto di lusso elettriche e a guida autonoma dei prossimi anni.
  • Cadillac CT5-V e CT4-V Blackwing: american muscle

    La Cadillac annuncia le attese berline sportive per competere con M e AMG: la CT5 monta un V8 6.2 con ben 668 CV, mentre la CT4 un non meno “cattivo” V6 con 442 CV.
  • La Cadillac XT4 debutta col turbodiesel

    La suv media statunitense arriva in concessionaria con il 2.0 turbodiesel in due ricche versioni di lancio, ma è già ordinabile anche a benzina e negli altri allestimenti. Da 37.710 euro.
  • Lyriq, la prima elettrica della Cadillac 

    Attesa nel 2022, ha un pianale ad hoc e batteria da circa 100 kWh di nuova generazione. Futuribile l’interno: ha uno schermo di 33”. 
  • Cadillac Escalade: lusso di taglia XL

    La nuova della Cadillac Escalade, suv di riferimento nel mercato americano, fa un salto in termini tecnologici, di sicurezza e assistenza alla guida.
  • Cadillac XT4: in Italia dalla primavera del 2020

    Arriva anche nel nostro paese la suv americana di medie dimensioni con motore 2.0 diesel e due allestimenti. Prezzi da 44.990 euro.
  • Cadillac CT4: è lei l’erede dell’ATS

    La nuova Cadillac CT4 è una berlina a trazione posteriore rivale della BMW Serie 3. La versione sportiva CT4-V ha 320 CV.

Primi contatti Cadillac

dagli archivi