NEWS

Quale futuro per la BMW M?

31 luglio 2013

Sempre più insidiata da Mercedes AMG e Audi RS la divisione M della BMW si prepara alle nuove sifde.

Quale futuro per la BMW M?
SOTTO PRESSIONE - Lo spunto per parlare del futuro della BMW M viene da un paio di recenti interviste a Frederich Nitschke, che ne è il responsabile. Per anni le BMW contraddistinte dalla M iniziale hanno vissuto di alcuni capisaldi: niente sovralimentazione, niente trasmissioni automatiche, niente suv ipervitaminizzate. Ma i gusti del pubblico cambiano e anche la Motorsport si deve adeguare, ma fino ad un certo punto, come scopriamo dalle sue parole.
 

Niente trazione integrale per la nuova M3, che vedremo a inizio 2014.
 
SULLA TRAZIONE INTEGRALE - La spinta che arriva dai concorrenti, mai così agguerriti, è molto forte. Uno dei temi tecnici prevalenti è l'abbinata motori turbo e trazione integrale, che prima era una prerogativa delle sole Audi RS, ma ora è stata adottata in pieno anche dalla Mercedes, come dimostrano le ultime E63 AMG e A45 AMG. Interrogato su questo argomento dal mensile Motor Trend Nitschke sembra però non essere del tutto d'accordo che questa soluzione tecnica sia adatta alle BMW M. “Sulla prossima M3 avrebbe aggiunto 80 kg e lo sterzo non sarebbe stato più così “puro”; inoltre avrebbe compromesso la distribuzione dei pesi 50:50”, afferma il top manager. Che invece sembra convinto del tutto in tema di motori turbo, che portano solo vantaggi in termini di consumi ed emissioni.
 

L'ultima generazione della M5 è stata la prima vettura della M ad adottare il motore turbo, considerato ormai una necessità.
 
NON A 4, PERÒ... - E riguardo a motori più piccoli, quattro o addirittura tre cilindri e alla trazione anteriore? Non ci dobbiamo aspettare a breve una BMW M con questa impostazione, ma poi il responsabile della M si entusiasma parlando del nuovo 1.5 a tre cilindri che la BMW si appresta a lanciare proprio su una nuova famiglia di auto a trazione anteriore: “il 3 cilindri è un motore molto interessante. Un 1.5 litri ad alte prestazioni potrebbe facilmente raggiungere 310 CV o più. E anche così non siamo al limite” ha dichiarato al mensile Car and Driver
 

La divisione sportiva della BMW vuole replicare il successo della 1M Coupé con la prossima M2.
 
DUE, NUMERO MAGICO - E dopo la M3 ed M4, rispettivamente la berlina e la coupé sportive che dovrebbero essere presentate insieme al Salone di Detroit a gennaio 2014? È molto probabile che la BMW M si metterà al lavoro su una erede della Serie 1M Coupé che ha avuto un grande successo nonostante il breve periodo di produzione e ha fatto molto bene in termini di vendite e ritorno d'immagine. La base sarà la prossima coupé BMW Serie 2, che vedremo nel 2014, da cui il nome BMW M2. Il motore molto probabilmente un sei cilindri turbo.
 

La BMW sta lavorando per dare un'erede alla M1 del 1978. Potrebbe essere pronta nel 2017.
 
E LA M1? - Un capito a parte spetta alla M1 la supercar concorrente dell'Audi R8 e della Porsche 911 che la BMW M starebbe ormai sviluppando a fasi alterne da alcuni anni. Il progetto, che mira a dare alla luce la prima auto interamente sviluppata dalla M, sta avendo una vita travagliata all'interno della casa di Monaco, con il top managment più interessato a iniettare liquidi nello sviluppo della neonata ed ecologica gamma i, composta dalla citycar i3 e dalla sportiva i8. Quest'ultima è una ibrida dalla linea futuribile spinta da un motore a scoppio ed uno elettrico che lavorano in parallelo. Dalle indiscrezioni sembra che la M1, fortemente voluta dalla divisione M, ora sia in una nuova fase di stallo con i vertici della BMW che sarebbero propensi a farla debuttare solo in occasione del centenario della BMW, nel 2017.
Aggiungi un commento
Ritratto di mustang54
31 luglio 2013 - 13:10
2
la Mercedes SLR ormai quasi 10anni fa, il presidente di allora comunico' in una intervista che BMW non aveva bisogno di creare supercar...A quanto pare cause di forza maggiore hanno stravolto le idee...
Ritratto di Flavio Pancione
31 luglio 2013 - 13:50
7
Non sempre adeguarsi puo far bene all immagine del marchio, anzi non fa bene affatto. Motorsport deve continiare con le proprie idee
Ritratto di David_FE
31 luglio 2013 - 16:31
le BMW serie M hanno sempre avuto un certo fascino e in giro se ne vedono di più che di mercedes o altre case automobilistiche.certo che sono auto molto impegnative per quanto riguarda i costi.pochi potranno permettersele
Ritratto di Bimmer81
31 luglio 2013 - 17:34
BMW e Motorsport devono lanciare al più presto una supercar a livello di R8 e SLS....Soprattutto ne guadagnerebbe sotto il profilo dell'immagine....anche Lexus ha la sua supercar(LF-A).
Ritratto di Gordo88
31 luglio 2013 - 23:44
Grande ammirazione per la divisione M da cui sono ucite sempre fantastiche auto superiori alle rs e amg( anche se il divario si è assottigliato negli ultimi anni per merito della concorrenza che ha esplorato nuove tecnologie e nuovi segmenti e la motorsport ha inseguito un pò). D' accordissimo con una futura M1, anzi dovrebbe uscire prima del 2017 ed accantonare quel rospo della i3