NEWS

Rca, un passo avanti contro le truffe

28 agosto 2014

Il Garante della privacy dà l’ok all’archivio informatico per raccogliere i dati sulle frodi.

Rca, un passo avanti contro le truffe
ARCHIVIO UNICO - Un nuovo tassello nella lotta alle truffe Rca: il Garante della privacy ha appena dato il via libera all’archivio informatico integrato per raccogliere i dati sulle frodi, che sono una delle cause del caro-Rca in Italia (leggi qui la news). Lo prevede una bozza di regolamento predisposta dal ministro dello Sviluppo economico e dal ministro dei Trasporti: il nuovo archivio sarà istituito presso l'Ivass (l’autorità che vigila sulle assicurazioni) e sarà a disposizione delle compagnie e delle forze di polizia. Così, verranno valutati i livelli di anomalia di ogni sinistro, quelli in poche parole che saranno in “odore di frode” (dalle testimonianze false ai danni gonfiati).
 
UNA MOLE D’INFORMAZIONI - L'Ivass raccoglierà i dati di svariate banche informatiche: quella dei sinistri, dei testimoni e dei danneggiati, ma anche quella dei contrassegni assicurativi, dei veicoli, degli abilitati alla guida e del Pubblico registro automobilistico. Nel database così assemblato confluiranno pure le informazioni sull'installazione e attivazione delle scatole nere. L’Authority sarà in grado di calcolare per ogni sinistro un “indicatore di anomalia” sul rischio di fenomeni fraudolenti, per poi comunicarlo alle assicurazioni. Il Garante ha comunque richiesto che vengano utilizzati solo dati pertinenti, e non eccedenti rispetto alle specifiche finalità perseguite dall'Ivass.
Aggiungi un commento
Ritratto di mecner
28 agosto 2014 - 15:04
Bene, anche se TROPPO tardi. I buoi sono già fuggiti.
Ritratto di H-ROSSA無限
28 agosto 2014 - 15:25
1
Ottima cosa, l'importante che si premi il cittadino onesto senza discriminare il territorio o la regione.
Ritratto di Carlo Recla
28 agosto 2014 - 18:32
Sacrosanto individuare i truffatori, ma sarà un vantaggio che difficilmente sarà trasferito a noi clienti. Da anni non ho sinistri, mi assegnano classi di merito più favorevoli, ma mi hanno aumentato il premio. Mi han chiesto di partecipare a un sondaggio sulla soddisfazione dei clienti, ho segnalato l'anomalia... qualcuno crede che mi abbiano risposto? (La risposta è uguale all'ultima parola dell'oggetto).
Ritratto di lucios
29 agosto 2014 - 08:19
4
....efficiente anche a garantire concretamente maggiore concorrenza e far scendere le tariffe, saremmo la Germania!
Ritratto di chemise
29 agosto 2014 - 09:49
E' plausibile ed estremamente corretto.Se poi,come proprio non mi aspetto,ci sarà un risparmio per l'assicurato "bravo" e onesto ecco che siamo sulla strada giusta.
Ritratto di board90
29 agosto 2014 - 12:44
5
Leggo che monitorizzando immediatamente l'automobilista posso risalire sì al suo passato storico e a tutti i suoi doveri ma soprattutto leggo che con un semplice click posso avere on line la sua situazione contabile assicurativa. D'altronde mettendo il numero di targa sui siti controlli bolli vedo quanto è da pagare, che sanzioni ha..di chiunque e non mi pare sia giusto. Chissà a livello politico e/o di finanza quali ricatti dovremmo subire .
Ritratto di Sebi 106
29 agosto 2014 - 19:28
Salve, Ma un' "autoriti" che ci protegga dal comportamento scorretto delle assicurazioni sarà mai costituita? Saluti
Ritratto di anarchico
1 settembre 2014 - 10:34
L'ennesima? Il problema non è l'autority ma il potere politico ed economico delle compagnie, con i vertici spesso ammanicati con i partiti. Per evitare le frodi occorre pagare a percentuale chi le scopre e confiscare il veicolo.
Ritratto di gattoporco99
1 settembre 2014 - 15:45
nessun passo avanti contro le truffe le compagnie ancora una volta chiedono e dall'altra parte concedono senza nessun vantaggio per il cittadino. Guardassero le truffe legalizzate che compiono ogni giorno pagando meno i danni con notevoli risparmi per tutte le compagnie che ovviamente fanno cartello. e poi scusate ma se ci sono tutte queste truffe perche' non le perseguono, io compagnia se ho le prove per dire cio' non pago poi pero' devo fornire le prove. se questo non avviene le truffe se le sono sognate non credete. guardate i soldi che buttano ogni anno a favore dei legali a dispetto delle precedenti leggine che avrebbero dovuto salvo casi particolari bypassarli.un solo grido un solo allarme a ladriiiiiiiiiii