NEWS

Reanult Sport RS O1: la nuova “arma” per la World Series

30 luglio 2014

Primo video teaser per la futura vettura da competizione che sarà impegnata l’anno prossimo nel campionato monomarca della Reanult.

Reanult Sport RS O1: la nuova “arma” per la World Series
APPUNTAMENTO A MOSCA - La Renault ha diffuso un video di pochi secondi (qui sotto) per svelare il nome della nuova auto da corsa che sarà impegnata nella World Series 2015, il campionato monomarca della casa francese. Quanto basta per scaldare gli animi degli appassionati che dovranno pazientare fino al 27 agosto quando, al salone di Mosca, la Reanult Sport RS O1 si mostrerà in pubblico. Nel frattempo, i pochi frame del video svelano l’aggressivo profilo della coupé e soprattutto l’ancor più cattiva coda caratterizzata dal grande alettone posteriore, dai sottili fanali a led a dal doppio terminale di scarico ravvicinato. Tutta da interpretare invece la “firma” di Alain Prost sul montante posteriore della vettura. 
 
OSSATURA IN CARBONIO - Progettata esclusivamente per le competizioni, la RS 01 (denominazione scelta presumibilmente per omaggiare la prima F1 Turbo della Renault del 1977) nasce su una monoscocca in fibra di carbonio progettata dalla Dallara ed è spinta da un motore Nismo da oltre 500 CV. Il cambio sequenziale a sette marce è fornito dalla Sadev mentre i pneumatici Michelin sono appositamente sviluppati. Meno di un mese e ne sapremo di più.


Aggiungi un commento
Ritratto di fedex
30 luglio 2014 - 19:40
Bella. Assomiglia alla A110-50, ma alla fine di Renault cos'ha? Telaio Dallara, motore Nismo e cambio Sadev, comunque sarà una bella bestiola.
Ritratto di Montreal70
30 luglio 2014 - 20:24
Che il cambio non sia Renault è normalissimo, nessun produttore di auto li produce in proprio. Ci sono solo 3 eccezioni, che tra pochi giorni diventano addirittura due: Fiat, Chrysler e Mercedes. FCA tra l'altro produce oltre ai propri, gli ZF su licenza.
Ritratto di Chromeo
31 luglio 2014 - 14:53
Però non sarebbe male se questa avesse una linea un po meno morbida è più aggressiva