NEWS

Quante persone possono viaggiare in auto? Le regole del nuovo decreto

Pubblicato 27 aprile 2021

Dal 26 aprile 2021 gran parte dell’Italia è tornata in zona gialla, ma sono previste regole da rispettare per i viaggi in auto, pena una sanzione da non sottovalutare.

Quante persone possono viaggiare in auto? Le regole del nuovo decreto

PIÙ AUTO IN CIRCOLAZIONE - A partire da lunedì 26 aprile 2021 gran parte dell’Italia inizia a rifiatare: ben 15 quindici Regioni sono state collocate in zona gialla (Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Valle d’Aosta sono in zona arancione, mentre la Sardegna è l’unica a essere in zona rossa). Grazie all’allentamento delle misure restrittive aumenterà il numero delle auto in circolazione, ma resta fondamentale seguire alcune regole ben precise quando ci si mette in viaggio che possono rivelarsi fondamentali per prevenire casi di positività al Covid-19. 

ZONA GIALLA: LE REGOLE PER I VIAGGI IN AUTO - Non sono ovviamente previsti vincoli particolari per chi si sposta in auto con altri familiari conviventi. Una mamma che deve accompagnare a scuola un bambino, ad esempio, potrà quindi stare tranquilla: non andrà incontro a sanzioni di alcun tipo. Diversa è invece la situazione invece se ci si mette in viaggio con parenti non conviventi o con un gruppo di amici. In questo caso, infatti, il rispetto del distanziamento resta fondamentale. Il numero degli occupanti all’interno di una vettura non deve essere quindi superiore a tre. Sul sedile anteriore può infatti sedersi solo il guidatore, mentre sul retro non più di due persone (devono stare ai lati, dove ci sono i finestrini). Per tutti resta obbligatorio utilizzare la mascherina. Il principio è valido anche per i veicoli che possono ospitare fino a sette persone: su ogni sedile non più di due persone. C’è un’unica situazione in cui non è necessario indossare un dispositivo di protezione. Si tratta di quei mezzi che hanno installato un separatore fisico (plexigras) pensato per suddividere le varie file di sedili. A essere esentati sono anche i bambini al di sotto dei sei anni di età. 

E IN ZONA ARANCIONE E ROSSA? - Le regole stabilite per i viaggi in auto sono valide senza alcuna differenza anche per le Regioni che si trovano in una fascia di rischio più elevata, quindi in zona arancione o zona rossa. Nel primo caso è però necessario giustificare gli spostamenti al di fuori del proprio Comune tramite l’autocertificazione. Nel secondo caso, invece, ogni uscita è consentita solo “per motivi di lavoro, salute o necessità”. In caso di irregolarità la sanzione può andare da un minimo di 400 a un massimo di 1.000 euro. 





Aggiungi un commento
Ritratto di mika69
27 aprile 2021 - 11:33
Ahahahahahah sì certo, contaci caro legislatore...
Ritratto di dr_watson
27 aprile 2021 - 12:22
Ah beh, tu si che sei furbo.
Ritratto di deutsch
27 aprile 2021 - 12:34
4
perchè quale sarebbe il problema nel rispettare la norma?
Ritratto di mika69
27 aprile 2021 - 13:58
Tu questa la chiami Norma? Bene...rispettala pure. Se ho paura di infettarmi sulla mia auto non ci porto nessuno...altrimenti non c'è distanziamento che tenga dentro un abitacolo...e le mascherine, per inciso, servono esattamente a nulla. E te lo dico perchè lo so, non perchè ne sono convinto o per deduzioni mie. Solite pagliacciate all'italiana.
Ritratto di deutsch
27 aprile 2021 - 14:10
4
il modus all'italiana semmai è quello di rispettare solo quello che fa comodo e non rispettare quello che non aggrada, sistema molto in voga nel bel paese e che ci fa apparire come un paese poco disciplinato
Ritratto di lybram
27 aprile 2021 - 14:19
@ mika69 - non perdere tempo con le pecore che hanno messo il cervello in standby, mi comporto esattamente come te! gli italiani di oggi si faranno mangiare la pastasciutta in testa.. è un destino segnato. io esco quando c..zo mi pare usando sempre le solite giustificazioni previste dal dpcm. le forze dell'ordine sanno che son .azzate e non fanno un controllo! è delirio collettivo. tirano fuori i 118000 morti ma non sanno leggere i numeri sennò si accorgerebbero che mancano all'appello quasi 80mila morti per altre patologie. e poi cosa è sta storia del coprifuoco? ma dove siamo, in urss? vieta gli assembramenti, fai chiudere i locali a mezzanotte, ma lascia la gente libera di andarsene in giro se lo vuole (specie d'estate)! siamo sotto dittatura, ma a molti sta bene sentirsi al guinzaglio.
Ritratto di Check_mate
27 aprile 2021 - 14:34
Bello che qui tutti si lamentano di questa fantomatica "dittatura", eppure ognuno è libero di scrivere baggianate in quantità industriale. Un ossimoro bello e buono, non vi pare?!
Ritratto di mika69
27 aprile 2021 - 16:07
@Check_mate Dici?...eppure su FB, YT, TWITTER e socials vari fioccano le epurazioni, i bann, senza motivo, a soggetti di varia natura solo poichè sono scomodi al mainstream e non si allineano alla narrazione. E' una dittatura light ma tale è. La stessa che mi impedisce di uscire di casa ad una certa ora, di curarmi come voglio, e di muovermi liberamente se non mi inietto il loro vaccino sperimentale. Mi impedisce di muovermi in Italia, mi impedisce di condurre una vita normale. Mi banna appena dico qualcosa che a loro non va bene...Poi vedi te, se scrivere qualcosa liberamente su un sito di automobili definisca il grado di libertà di una Nazione.
Ritratto di Check_mate
27 aprile 2021 - 16:35
Non so quali blog o pagini frequenti, Mika, ma di strafalcioni e fake news ne ho lette anche troppe nell'ultimo anno e sono ancora lì, intoccate. Esistono addirittura pagine create con lo scopo di spargere disinformazione. Io, onestamente, di libertà ne vedo ed anche troppa. Troppa perché fa leva sull'innocente ignoranza della gente per creare consensi. Detto ciò, ho totale rispetto per chi non la pensa come me. Le situazioni personali determinano le varie opinioni pro o contro. Ma una cosa è certa, questa situazione sta sfinendo tutto, anche chi viene definito "italiano credulone".
Ritratto di Andre_a
27 aprile 2021 - 19:47
9
Quelle che hai citato sono pagine private, come il forum di alVolante. Sei ospite di una piattaforma con le sue regole, se non le rispetti ti buttano fuori.
Pagine