NEWS

Renault Captur Tokyo Edition: 100 esemplari ispirati al Giappone

11 ottobre 2018

La Renault, in partnership con Garage Italia, propone una serie limitata che richiama la cultura del Sol Levante.

Renault Captur Tokyo Edition: 100 esemplari ispirati al Giappone

ISPIRATA AL GIAPPONE - Da oggi, solo in abbinamento al motore 0.9 TCe a benzina da 90 cavalli, l’offerta della fortunata vettura francese (è la crossover straniera più venduta in Italia dal 2013, anno di lancio) viene ampliata con una versione esclusiva: disponibile in 100 esemplari, la Renault Captur Tokyo Edition è ispirata alla capitale giapponese e realizzata in collaborazione con Garage Italia, la società fondata da Lapo Elkann che si occupa dell’allestimento di vetture su misura. Ogni unità è identificata da un numero progressivo, che si trova sul tetto dell’auto: come i retrovisori, è verniciato in una specifica tinta rossa (il corpo vettura, invece, è bianco) sulla quale spicca il motivo denominato “Kumo”, che riprende una decorazione tipica della cultura giapponese, reinterpretandola in chiave contemporanea.

BEN EQUIPAGGIATA - Questa fantasia la troviamo anche nell’abitacolo, sulla trama dei sedili e del divano, con inserti in tessuto Jersey, impreziositi da profili rossi, che “incorniciano”  anche la consolle centrale e la base della leva del cambio. Di serie, la Renault Captur Tokyo Edition prevede  sistemi elettronici di ausilio alla guida: i sensori per l’angolo cieco dei retrovisori e il dispositivo di parcheggio semiautomatico Easy Park Assist; non manca il sistema multimediale R-Link Evolution con lo schermo di 7”, compatibile con gli smartphone dotati di app Android Auto. Il prezzo è di 26.550 euro, ma per portarsi a casa la vettura, non occorre andare in concessionaria…

SI PRENOTA ONLINE - La Renault Captur Tokyo Edition è la prima auto ad essere prenotabile (sino al 31 ottobre) attraverso i social network. L’acconto, di 150 euro, si versa accedendo a una pagina internet dedicata, raggiungibile attraverso Facebook Messenger (dove ci si interfaccia con un personaggio misterioso, ispirato a Lapo Elkann) o tramite le storie di Instagram, dedicate a questa serie speciale, ambientate nella città di Tokyo e ispirate alla cultura manga. Dal primo novembre, in ogni caso, sarà possibile acquistare l’auto anche presso le concessionarie Renault. 

Renault Captur
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
104
98
104
50
102
VOTO MEDIO
3,1
3.113535
458
Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
11 ottobre 2018 - 18:01
3
CAPTUR. Esternamente non è nemmeno male però mi sarei aspettato una plancia più colorata anche in rapporto con il bianco dei sedili.
Ritratto di Claus90
11 ottobre 2018 - 18:43
Un'auto francese che si ispira al Giappone che deve essere venduta in Italia a me sembra un miscuglio inutile, l'allestimento è mediocre e non mi ricorda il Giappone, piuttosto avrei fatto una versione ispirata all'Italia o a qualche casa di moda Italiana. Il Giappone mi ricorda soltanto le centrali nucleari il cielo cupo e l'insipido Sushi.
Ritratto di Agl75
11 ottobre 2018 - 22:35
Giramondo che non è altro
Ritratto di Roomy79
11 ottobre 2018 - 21:49
1
Direi che trattasi di modello a fine carriera giunto alla frutta...versione davvero priva di senso, poi con i fior di auto che fanno in giappone, ditemi se posso spendere soldi (manco pochi) per un’auto francese in versione japan, ma cosa si sono bevuti? A breve Bmw serie 3 versione Giulia a sto punto
Ritratto di MAXTONE
11 ottobre 2018 - 22:02
Che poi avrebbe avuto di gran lunga più senso fare tale elaborazione, peraltro molto piacevole a mio avviso, sulla CH-R ma mi sembra che Garage Italia non abbia mai trattato nessuna auto del gruppo Toyota/Lexus e nessuna nipponica a parte, mi pare, la MX-5 qualche anno fa.
Ritratto di Roomy79
11 ottobre 2018 - 22:20
1
Concordo all’ufficio marketing sono davvero impazziti, come se facessero un ch-r deutsche edition color giallo-rosso e nero con delle piccole svastiche sui sedili come finitura
Ritratto di Francescod78
14 ottobre 2018 - 16:43
Che fine umorista. Della serie "sono uomo di mondo, i cliché non so cosa siano".
Ritratto di The Italian Driver
12 ottobre 2018 - 10:39
Ma sbaglio o questa Captur non è la prima auto ad essere ordinabile su internet? Mi ricordo che anche la Suzuki Ignis all'inizio si doveva necessariamente prenotare tramite il sito della casa.
Ritratto di marian123
12 ottobre 2018 - 23:32
Più di 26 mila per un bidone francese su base clio e 90 cv? No grazie
Ritratto di marian123
14 ottobre 2018 - 22:11
Cerchi con 4 bulloni come nelle citycar, macchina spazzatura per qualche modaiolo ignorante con i motori.
Pagine