NEWS

Renault Clio, più chic con le versioni Moschino

8 novembre 2018

Con il “porte aperte” del 17-18 novembre l’utilitaria francese sarà disponibile solo con nuovi allestimenti dedicati alla casa di moda milanese.

Renault Clio, più chic con le versioni Moschino

DETTAGLI "PREZIOSI" - Forte del successo riscosso dall'edizione Costume National lanciata nel 2014, ritorna nella gamma della Renault Clio una serie di versioni “modaiole”, che ammicca soprattutto al pubblico femminile e ai giovani. Tutti gli allestimenti (Life, Zen e Intens) saranno firmati dalla Moschino, grazie a una collaborazione con la casa di moda milanese. Queste versioni sono disponibili con tutti i motori, incluso il recente tre cilindri turbo a benzina da 75 CV (rimpiazza il vecchio 1.2 aspirato). A distinguere queste versioni “griffate”, le finiture con il motivo circolare color oro (tipico della fashion house italiana) che impreziosiscono le razze dei cerchi in lega e le calotte degli specchietti retrovisori. Anche gli interni hanno il tocco glamour della Moschino: il tema “black and gold” orna le cornici delle bocchette del climatizzatore; inoltre, il badge del marchio è inserito nella razza centrale del volante. Nel complesso, una caratterizzazione che impreziosisce gli interni, senza farli apparire troppo estrosi.

UNA DOTAZIONE PIÙ COMPLETA - A fronte di un aumento di prezzi di 500 euro rispetto alle precedenti versioni Life, Zen e Intens, i nuovi allestimenti comprendono anche la retrocamera e la chiave elettronica di serie sin dalla “base”, la Life Moschino. La Zen Moschino, invece, si arricchisce della radio Dab, del navigatore e dei fari full led. Per la Intens Moschino, da segnalare i cerchi in lega di 16’, il climatizzatore automatico, il bracciolo tra i sedili anteriori, la chiave elettronica e i sensori di parcheggio anteriori.

ANCHE COL 0.9 TURBO DA 75 CV - Come accennato, il debutto della gamma Renault Clio Moschino, accompagna il “pensionamento” del 1.2 a quattro cilindri a benzina, sostituito dallo 0.9 TCe da 75 CV, versione depotenziata del tre cilindri turbo disponibile anche con 90 cavalli. Abbiamo provato la nuova Renault Clio Moschino con questo nuovo motore, che si distingue più per la regolarità di funzionamento che per la brillantezza. Nel complesso, comunque, è adeguato alla vettura, e risulta più piacevole rispetto al propulsore che va a sostituire (in particolare, non occorre più ricorrere frequentemente al cambio, scalando marcia, per avere un po' di spinta in ripresa). Da una prima stima sembra anche poco assetato (ma ovviamente, la verifica spetterà alla nostra strumentazione in occasione di una prova completa): nel nostro percorso, prevalentemente composto da strade statali, abbiamo sfiorato i 16 chilometri con un litro di benzina (il dato ufficiale parla di 19,2 km/l). Il "porte aperte" nelle concessionarie è previsto per il fine settimana del 17 e 18 novembre, e si ripeterà il weekend successivo; i prezzi partono dai 14.400 euro per la Clio Zen Moschino TCe 75.

Renault Clio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
127
146
79
47
56
VOTO MEDIO
3,5
3.52967
455
Aggiungi un commento
Ritratto di gjgg
8 novembre 2018 - 17:26
1
Classica auto nel termine tradizionale della parola (che bada al concreto): non per niente stravende poi a dispetto di progetto non proprio recente + infotainment non di certo all'ultimo grido + adas non prioritari. Ma il tutto a un prezzo abbordabilissimo che è quello a cui molti fanno principalmente riferimento: ipotizzabile che i 14 e passa mila di listino citati diventino 10 mila o poco più chiavi in mano. Di certo da andare a farsi preventivare in caso di acquisto nel segmento, soprattutto col nuovo motore (il sostituito 1.2 era effettivamente un po' antiquato e forse fra i reali nei della vettura)
8 novembre 2018 - 17:49
Secondo me no: è un auto troppo bella per prenderla base coi copriruota in plastica. Alla fine uscerei dal conce con un esemplare full full.
Ritratto di gjgg
8 novembre 2018 - 18:39
1
Concordo che le borchie in plastica che le si vedono in giro non sono proprio il massimo (altri fanno meglio)
Ritratto di bridge
8 novembre 2018 - 20:57
1
Le versioni base sono un po' tristi. Le versioni ben allestite invece sono molto stilose.
Ritratto di Pellich
8 novembre 2018 - 17:37
Al di là dei singoli allestimenti, mi auguro che Renault non intenda ripetere in futuro lo scempio commesso con questa generazione, in termini di plastiche/materiali utilizzati, finiture e assemblaggi.
Ritratto di bridge
8 novembre 2018 - 21:07
1
Negli allestimenti intermedi e top di gamma materiali e finiture (per le versioni restyling) vanno bene per un'utilitaria e per la fascia di prezzo. Il problema sono gli assemblaggi. Già nelle auto con pochi km si sente qualche scricchiolio proveniente dai pannelli delle portiere (comunque non è qualcosa di così fastidioso e non succede sovente). In autostrada si sentono un po' i fruscii. Comunque la prossima Clio dovrebbe avere finiture migliori, almeno secondo le interviste fatte agli addetti ai lavori Renault.
Ritratto di impala
10 novembre 2018 - 01:55
... alla fine una renault sarà sempre une renault, finiture debole, ma sopratutto affidabilita debole
Ritratto di Rikolas
8 novembre 2018 - 20:04
Versione totalmente inutile,con quella scritta sul tetto poi....non comment. Auto già vecchia, design superato, freni inadeguati (tamburi posteriori su un auto che supera 1300kg reali).
Ritratto di bridge
8 novembre 2018 - 20:52
1
Vecchia? Design superato? Freni inadeguati??? Pensa che anche la Tipo 1.4 fire monta i tamburi posteriori e pesa più di questa. Povero Rikolas...
Ritratto di andrea999
9 novembre 2018 - 08:42
Anche la Captur 1.5 dCi 110 CV (o turbo benzina 120CV) Initiale Paris auto che a listino stà 26K e rotti...
Pagine