Renault

Renault
Clio

da 15.050

Lungh./Largh./Alt.

405/180/144 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

301-391/979-1069 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati

In sintesi

Tutta nuova, la quinta generazione dell’utilitaria francese riprende lo stile dinamico del modello precedente, evolvendolo. La vera rivoluzione è all’interno, sia per il design più accattivante della plancia, su cui svetta lo schermo (di 7 o 9,3 pollici) del moderno sistema multimediale, sia per le finiture più curate. Salvo che per la versione base Life (fa pagare pagare anche il “clima” e monta una radio di tipo tradizionale) e per la Zen, è di serie il cruscotto digitale configurabile con un display di 7 pollici (a richiesta, di 10”). La dotazione tecnologica comprende, a seconda degli allestimenti, la ricarica wireless per i telefonini, il navigatore e soprattutto tanti sistemi di assistenza alla guida. Tutte le versioni della Nuova Clio hanno la frenata automatica d’emergenza con riconoscimento di pedoni e ciclisti (anche di notte) e il sistema di mantenimento in corsia, oltre al cruise control. Tra le opzioni, i sensori per l’angolo cieco dei retrovisori e per le versioni automatiche addirittura la guida autonoma di livello 2: regola velocità e distanza dagli altri veicoli, e tiene l’auto al centro della corsia (a patto comunque di avere almeno una mano sul volante). L’abitabilità è abbastanza buona, come pure la capienza del bagagliaio. Il piano di carico si regola su due livelli, ma resta ad almeno 15 centimetri sotto la battuta del portellone (che è distante ben 78 cm da terra).

Versione consigliata

Chi non percorre troppi chilometri punti sulla 1.0 TCe: monta un tre cilindri turbo da 101 CV, fluido, abbastanza vivace e non troppo rumoroso (solo in piena accelerazione si fa sentire, anche con qualche vibrazione); inoltre, anche se abbinato a un cambio manuale a cinque sole marce (non impeccabile per manovrabilità) i consumi sono davvero bassi, mentre la tenuta di strada è di buon livello. In alternativa, per chi percorre molti chilometri, ci sono le versioni a gasolio 1.5 dCi da 86 o 116 cavalli (con le quali è normale percorrere fra i 20 e i 25 km/litro) e la variante a Gpl del 1.0 TCe. Lo stesso 1.0 si può avere anche in versione aspirata, con 65 o 75 cavalli. Per chi cerca più brio, senza rinunciare al comfort del cambio a doppia frizione (a 7 rapporti) c’è la 1.3 TCe da 131 cavalli e pure l'ibrida e-Tech, con un 1.6 a benzina abbinato a due motori elettrici, per 140 CV combinati: una soluzione messa a punto nell’ambito dell’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi (da cui nascono anche i motori a benzina). Quanto all’allestimento, la Life è per risparmiare: pur avendo una buona dotazione di sicurezza fa rinunciare al “clima”, che invece è manuale per la Zen e automatico dalla Intens in poi. Quest’ultima ha un buon equipaggiamento: cruscotto digitale, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, retrocamera e sistema di accesso “senza chiave”. Ma non i cerchi in lega.

Perché sì

Finiture Plancia e pannelli porte sono ben rifiniti. Netto il salto in avanti rispetto alla generazione precedente.

Impianto multimediale Già quello con schermo di 7” è intuitivo e dotato di Apple CarPlay e Android Auto. Molto curata e funzionale la versione di 9,3”.

Sistemi di assistenza alla guida Fin dal modello base sono di serie la frenata automatica d’emergenza e il mantenimento in corsia.

Perché no

Accessibilità posteriore Per accedere al divano bisogna piegare parecchio la testa. Una volta entrati, comunque, si sta comodi.

Bagagliaio La critica non va alla capienza, ma alla scarsa facilità di accesso e alla posizione del tasto di apertura (si sporca molto).

Optional Alcuni extra sorprendono. Ad esempio, per la versione “base” Life il climatizzatore si paga a parte, e lo stesso dicasi per i cerchi in lega nella altrimenti ricca Intens.

GLI INTERNI

Renault Clio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
73
80
34
32
35
VOTO MEDIO
3,5
3.48819
254

Photogallery