La Renault Mégane 2016 è in dirittura d'arrivo

25 agosto 2015

Il debutto della nuova Mégane è previsto per metà settembre, mentre l'inizio delle vendite è fissato per febbraio. La sua missione? Battere la Golf.

La Renault Mégane 2016 è in dirittura d'arrivo
IMPORTANTE TASSELLO - Ormai ci siamo, la quarta generazione della Renault Mégane 2016 è quasi pronta per essere svelata al pubblico in occasione del Salone di Francoforte di metà settembre. Si tratta di un modello fondamentale per la Renault che è nel bel mezzo di un importante processo di rinnovamento completo della sua gamma. E la Renault Mégane è un tassello fondamentale: la sua missione è incrementare drasticamente le vendite del modello attuale, che nel 2014 non è andato oltre le 135.206 unità, quando la rivale di categoria VW Golf ne ha totalizzate 523.729. E il successo della connazionale Peugeot 308 dimostra che la tedesca si può avvicinare.
 
DIVENTA PIÙ PREMIUM - E l'elemento fondamentale perché la Renault Mégane abbia successo è una linea riuscita. Il centro stile della casa francese si è impegnato per conferire alla berlina a cinque porte una forma più sofisticata e matura (che abbiamo ipotizzato nel disegno in alto), nella direzione di quanto visto sulla recente Talisman. Una mossa necessaria, quella di rendere la Mégane 2016 più “premium”,  per adeguarsi agli standard sempre più alti della categoria (il cosiddetto “segmento C”). Le dimensioni della Mégane 2016 potrebbero crescere rispetto ai 430 cm attuali visto che alla base ci sarà la nuova piattaforma CMF del gruppo francese, già adottata da Kadjar, Espace e Talisman.
 
POI ANCHE WAGON - Gli interni della Renault Mégane 2016 saranno simili come impostazione a quella della sorella maggiore Talisman, caratterizzati da plastiche di qualità e dall'avanzato sistema multimediale con schermo verticale grande fino a 9 pollici. Finiture e montaggio dovranno essere all'altezza della migliore concorrenza. Dal punto di vista tecnico, probabilmente, non ci sarà il sistema di sterzata delle ruote posteriori adottato dalla Talisman. Disponibile successivamente anche con carrozzeria wagon, la nuova Renault Mégane dovrebbe riproporre motori già utilizzati per altri modelli della casa: fra questi, il 1.2 turbo a benzina da 132 CV e i parchi 1.5 turbodiesel da 95 o 110 cavalli. Per la sportiva versione RS si parla di un 1.8 turbo da ben 260 CV. Le vendite avranno inizio a febbraio 2016 a partire da circa 20.000 euro.


Aggiungi un commento
Ritratto di rikykadjar
25 agosto 2015 - 12:18
3
Che brutta ricostruzione,.. fari troppo piccoli rispetto alla mascherina, la fiancata della classe a mista a quella della q30..
Ritratto di Bear Boss
25 agosto 2015 - 13:04
La fiancata della GLA oserei dire.
Ritratto di peppo981
25 agosto 2015 - 14:28
Nulla di strano allora...i motori Mercedes 1.5 li passa la Renault, scambio di dati. Tutto qua.
Ritratto di AMG
26 agosto 2015 - 11:41
La fiancata della Clio più che altro.
Ritratto di Vespa Primavera
25 agosto 2015 - 12:22
Le ultime due generazioni della Megané berlina sono state oscene per un design troppo goffo, specie al posteriore. Non mi sembra difficile migliorarla :)
Ritratto di M93
25 agosto 2015 - 12:25
Renault Megane 4 - Come di consueto, la ricostruzione ha ben poco di probabile, anche dando uno sguardo alle foto spia: si evince abbastanza chiaramente che la somiglianza con la nuova Talisman sarà avvertibile, sopratutto nel frontale. A mio avviso, promette bene.
Ritratto di anarchico2
25 agosto 2015 - 12:26
Gli aspetti principali sono l'estetica e l'affidabilità. Un'auto che dopo 6 anni è pronta da rottamare non farà mai i numeri della Golf. Basta con catorci ad obsolescenza programmata e a prezzo poco inferiore alle altre.
Ritratto di Bear Boss
25 agosto 2015 - 13:14
Quanta cattiveria: In realtà l'attuale Megane e' ancora una gran bella automobile ben costruita e molto affidabile e il tempo l'ha trattata con un certo rispetto visto che appare ancora molto moderna, il problema sono le dinamiche di oggi che impongono tempi di sostituzione molto più rapidi rispetto al passato, regole che non risparmiano neanche VW se consideriamo che la Golf 5 fu oggetto di un pesante restyling a soli 4 anni e mezzo dalla nascita, cosi pesante da indurre la stessa VW a considerarla generazione 6.
Ritratto di AMG
25 agosto 2015 - 13:25
E dire che se la 5 serie sapeva di vecchio effettivamente, la sesta poteva (per me) restare in commercio ancora visto che è ancora attuale e come linea milgiore della Golf 7
Ritratto di AMG
25 agosto 2015 - 13:26
*migliore (sto usando lo smartphone)
Pagine