NEWS

Renault e Nissan attaccate dagli hacker

13 maggio 2017

Lo stabilimento di Sandouville e quello di Sunderland sono stati raggiunti dal virus Ransomware dei pirati informatici.

Renault e Nissan attaccate dagli hacker

ANCHE L’AUTO HACKERATA - L’industria dell’auto non è rimasta indenne dall’attacco portato ieri da hacker informatici contro reti e computer di mezzo mondo con il visrus conosciuto come Ransomware, che cripta i dati dei pc e chiede un riscatto per sbloccarli. La direzione del Gruppo Renault ha comunicato di aver fermato l’attività in alcuni suoi siti produttivi in conseguenza del ciberattacco al centro dell’attenzione mondiale. La casa francese ha precisato che l’iniziativa è stata presa per ragioni precauzionali. Va anche aggiunto che fonti esterne alla azienda sostengono che a essere state fermate sono tutte le fabbriche della casa. Ma appunto la notizia non è confermata. La sospensione dell’attività "fa parte delle misure di protezione che sono state prese per evitare la propagazione del virus" ha dichiarato all’agenzia France Presse un portavoce della Renault. Non ci sono invece comunicazioni ufficiali di danni già subiti e neanche su quali siano i siti Renault interessati al provvedimento.

FABBRICA DI FURGONI - Rappresentanti del sindacato hanno fatto sapere che sicuramente il lavoro si è fermato nell’impianto di Sandouville (nella foto), nel dipartimento della Senna Marittima (Normandia), dove vengono prodotti veicoli commerciali, come il Renault Trafic (assieme ai “gemelli” Opel Vivaro, Fiat Talento). La produzione quotidiana è di circa 640 veicoli. A quel punto il responsabile della comunicazione di Sandouville ha dichiarato: "Siamo stati coinvolti da questo ciberattacco, la produzione del turno di notte (tra venerdi e sabato) ha risentito del problema, ma fortunatamente questo week end non era programmata una produzione completa, ma soltanto una produzione marginale". La stessa fonte ha anche affermato che «tutto lo staff tecnico è sul posto per fare la diagnosi del sistema informatico, procedere a un’analisi tecnologica e compiere gli interventi per poter riprendere l’attività regolare il più presto possibile, possibilmente a partire da lunedì mattina». Ma dalla Gran Bretagna arrivano notizie che anche lo stabilimento Nissan di Sunderland, dove viene fabbricata la Qashqai, è stato interessato dal virus Ransomware.





Aggiungi un commento
Ritratto di Ercole1994
13 maggio 2017 - 16:47
Mi sembra normale sospendere la produzione, sennò i robot, invece di verniciare la carrozzeria, verniciavano impazziti i muri ahah.
Ritratto di Dirk
13 maggio 2017 - 17:17
Trovo strana questa cosa, molto strana. Evidentemente non erano ben protetti da attacchi esterni alla loro rete. Un buon antivirus, no eh!?!? Boh!!!!
Ritratto di Ercole1994
14 maggio 2017 - 09:24
Parlando seriamente, purtroppo ci sono virus più forti dell' antivirus stesso. Se mantieni un antivirus senza aggiornarlo, nel giro di poco tempo, perde la sua efficacia iniziale, consentendo a virus come i trojan, di impossessarsi della memoria dei pc come niente.
Ritratto di Strige
13 maggio 2017 - 18:25
Si chiamano cracker e non hacker....c'e' una bella differenza. Gli Hacker generalmente sono "brave persone" e lo fanno senza ottenere nessun guadagno (esempio sono quelli che mostrano documenti segreti per dei crimini, quelli che scovano i pedofili, quelli che combattono le dittature, vedesi cina un decennio fa). I cracker invece lo fanno per guadagnare e la loro natura e' piu' malvagia.
Ritratto di PopArt
13 maggio 2017 - 23:28
Esatto, stavo per scriverlo.
Ritratto di Fr4ncesco
14 maggio 2017 - 00:22
2
Giusto, però ormai nel vocabolario comune non c'è più differenza ed erroneamente è un termine usato più con carattere negativo. In questo caso potrebbero essere dipendenti infedeli della NSA che hanno rubato un software segreto e lo stanno usando per estorcere denaro virtuale ad agenzie governative, banche ed aziende.
Ritratto di Dirk
14 maggio 2017 - 09:04
Hacker o Cracker che dir si voglia sempre pirati informatici sono e visto il caos che hanno creato non sono certo brave persone, anzi.
Ritratto di Strige
14 maggio 2017 - 12:57
Gli Hacker non creano caos, quelli sono i cracker. Un esempio e' anonymous, loro sono Hacker, e quando si attivano lo fanno per difendere qualcuno. Loro ad esempio sono quelli che scovano il maggior numero di pedofili che poi vengono inviati alle varie polizie ecc....ovviamente fanno cose illegali, ma non per questo sono malvagi. Ovviamente possiamo discutere sul fatto che loro seguono le loro idee, giusto o sbagliato che siano.
Ritratto di Strige
14 maggio 2017 - 12:50
Se ci pensi, pure la nobile arte del kamikaze e' stata storpiata. Il kamikaze non uccideva civili....ora invece i terroristi sono definiti kamikaze, ma di kamikaze non hanno nulla. Sono semplici assassini vigliacchi.
Ritratto di AlexTurbo90
15 maggio 2017 - 01:01
@Strige Concordo con entrambi i tuoi commenti!
Pagine