NEWS

Per la Renault quasi 15.000 esuberi

Pubblicato 29 maggio 2020

Il piano di ristrutturazione del Gruppo Renault prevede anche risparmi per 2 miliardi in 3 anni e la riduzione della capacità produttiva. 

Per la Renault quasi 15.000 esuberi

RISPARMI E TAGLI - In un comunicato stampa diffuso in queste ore, il Gruppo Renault ha dichiarato di avere dato il via ai colloqui con i sindacati per riorganizzare i suoi stabilimenti in Francia. Un piano necessario poiché la casa francese prevede tra l’altro di tagliare 14.600 posti di lavoro in tutto il mondo, riducendo la sua capacità produttiva di un quinto per riuscire a sopravvivere alla crisi dell'industria automobilistica mondiale. La Renault ha precisato che ridurrà la sua capacità totale a 3,3 milioni di veicoli entro il 2024, in luogo dei 4 milioni di pezzi realizzati nel 2019. Sospesi quindi gli annunciati aumenti di produzione previsti in Marocco e Romania. Inoltre, la casa francese intende risparmiare circa 2 miliardi di euro nei prossimi tre anni, mentre la ristrutturazione costerà circa 1,2 miliardi di euro.

IL NODO DELLA FRANCIA - L’attuale ceo ad interim, Clotilde Delbos (a destra nella foto insieme al presidente Jean-Dominique Senard), ha sottolineato che si tratta di una contrazione indispensabile dopo anni di investimenti eccessivi allo scopo di aumentare il più possibile i ritmi produttivi. Nel comunicato non si fa cenno al futuro degli stabilimenti francesi: nodo fondamentale quest’ultimo viste le forti polemiche politiche e sindacali che si sono accese in Francia in questi giorni. Comunque sia, la casa transalpina ha ribadito che a breve dovranno essere avviati i colloqui sui vari scenari futuri possibili, con la riconversione degli impianti di Flins, dove si realizzano la Renault Zoe e la Nissan Micra, e Dieppe alla fine della carriera dell’attuale Alpine A110.

IMPIANTI CHIUSI - Alcuni stabilimenti come ad esempio quello di Flins potrebbero concentrarsi sulle attività dedicate al riciclaggio dei materiali da utilizzare sulle auto di domani. Mentre gli stabilimenti di Douai e Maubeuge, nel nord della Francia, diventerebbero "centri di eccellenza" rispettivamente per i veicoli elettrici e per i commerciali leggeri. Nel complesso, secondo Renault, gli stabilimenti in fase di revisione saranno sei in tutto. Nel comunicato si afferma inoltre che la casa ridurrà i costi vivi tagliando il numero di fornitori esterni, in settori nevralgici come nel caso della meccanica: componentistica generale, trasmissioni e così via.

PERDITA DI POSTI IN FRANCIA - Un portavoce del sindacato CFDT ha detto che il piano si tradurrà in una perdita complessiva di 4.500 posti in Francia, vale a dire circa il 10% della forza lavoro totale della casa automobilistica nel suo paese d'origine. Una cura dimagrante da effettuare anche attraverso meccanismi di incentivazione, come ad esempio piani specifici di prepensionamento. Al momento il Gruppo Renault conta circa 180.000 dipendenti in tutto il mondo. 

LE ALLEANZE - Queste ultime proposte vanno ad aggiungersi a quanto comunicato nei giorni scorsi dall’Alleanza Renault Nissan Mitsubishi su quanto verrà fatto dalle tre aziende per contenere i costi di sviluppo e di produzione (qui per saperne di più). Da ricordare infine che anche Nissan ha da poco annunciato il suo piano di rinnovamento che prevede la chiusura della sua fabbrica di auto a Barcellona e la concentrazione della produzione europea nel solo stabilimento di Sunderland, in Inghilterra (qui per saperne di più).



Aggiungi un commento
Ritratto di Sprint105
29 maggio 2020 - 15:26
che brutta notizia
Ritratto di impala
30 maggio 2020 - 08:13
... tutto colpa della renault, dopo avere venduto per anni prodotti deboli con una scarsa affidabilità, dopo la storia di carlos ghosn che ha fatto la vita grande con i soldi della renault nissan, basta solo pensare al suo matrimonio al "chateau di versaille" ... e qui ormai dovra pagare tutta questa vergogna ??? lo stato francese e tutti i cittadini francesi e ormai anche i lavoratori della renault che hanno perso il loro lavoro... i dirigenti della renault sono dei delinquenti, non ci sono altre parole
Ritratto di manuel1975
29 maggio 2020 - 15:27
casa automobilistica fallita. non serve tagliare personale se non si investe in ricerca per migliorare i motori e le carrozzerie
Ritratto di Meandro78
29 maggio 2020 - 16:09
Mica parla di FCA, in questo caso...
Ritratto di impala
30 maggio 2020 - 08:14
almeno in casa Fca sono stati onesti con i clienti, altro che renault con le loro scarse auto.
Ritratto di appennino
31 maggio 2020 - 11:57
Onesti? Secondo me lavori in Fiat....
Ritratto di impala
31 maggio 2020 - 12:28
no, assolutamente no. ho soltanto avuto amici vicini che hanno comprato delle renault ... è poi l'incubo è iniziato; quando ti ritrovi con la macchina che ha rotto il cambio o il motore a meno di 70 000 kms, è che la renault non vuole risarcire perchè sono passati quattro o cinque anni ... cosa devo dire ??? ... grazie ??? se vogliamo parlare di onesta, allora ti posso dire che la renault non è stata onesta con i suoi clienti, basta solo vedere la storia che ha denunciata la rivista francese "que choisir" sulla storia dei motori a benzina 1.2 TCE, al incontro della renault per capire comè la pensano quelli della renault.
Ritratto di appennino
31 maggio 2020 - 17:20
Guarda che ha casa mia le donne hanno avuto una R5, 3 Clio e 1 Twingo auto affidabili ed economiche poi è arrivata una polo e non ti dico i problemi scaduta la garanzia da pochi mesi e 25.000km fattura da 1.000,oo€ tornati su Renault Clio 1.5dci x ora no problem Zio con kadjar il 2°e tutto bene. Io guido auto aziendali di vari brend e con Fca abbiamo chiuso x vari motivi tra cui proprio l'assistenza penosa coreane idem. Con Renault e Peugeot niente male e comunque guarda che scaduta la garanzia le porte sono quasi sempre chiuse.rimango Dell'opinione che parteggi a prescindere x fiat avrai i tuoi motivi.
Ritratto di impala
2 giugno 2020 - 22:11
... cosa centra la fiat in questa storia ??? io ho voluto solo fare un esempio, perche sono tanti a sputtare sulla fiat, ma lo ribadisco una fiat è un millione di volte migliore di una renaul. io vi dico soltanto che le renault sono pessime auto, non avete capito alla fine ??? qui non si parla delle R5, vecchie clio e anche prima twingo, ha questa epoca la renault faceva prodotti onesti, ancora che la prima R5 aveva gravissimi problemi di ruggine. i problemi di affidabita in casa renault sono iniziati con la laguna 2 fin ad oggi con l'ultimo renault espace 5, che è un vero incubo per i proprietari. In francia, si dice che 100% dei renault espace 5 hanno avuto un problema di affidabilità, per questo motivo la renault ha dovuto aprire una "hot line" per pitere rispondere hai proprietari ... pensa dove sono arrivati !!!
Ritratto di 82BOB
29 maggio 2020 - 15:30
Brutta news sia per i marchi, sia per i prodotti, sia per gli stabilimenti e soprattutto per i lavoratori!
Pagine