NEWS

Sciopero dei benzinai dal 27 novembre 2020

Pubblicato 18 novembre 2020

Le stazioni di servizio sulle autostrade resteranno chiusi per protestare contro le restrizioni agli spostamenti, che hanno drasticamente ridotto il loro volume di affari.

Sciopero dei benzinai dal 27 novembre 2020

MENO SPOSTAMENTI - Dopo le restrizioni introdotte con il Decreto del 3 novembre 2020 si sono ridotti gli spostamenti e anche le stazioni di servizio hanno visto ridursi il volume d’affari, sebbene regolarmente aperte anche nelle zone arancioni e rosse. I gestori lamentano un calo del fatturato superiore al 40% per la vendita di carburante sulle strade ordinarie e di circa il 70% sulle autostrade, a fronte del permanere dei costi fissi per restare aperti.

DUE FASI - Ora, i titolari delle stazioni di servizio hanno deciso di passare all’azione e annunciano uno sciopero, in due fasi: da venerdì 27 novembre 2020 le stazioni autostradali resteranno chiuse nelle ore notturne, mentre dal 30 novembre gli impianti saranno chiusi anche di giorno. I disagi sono quindi assicurati ma, per legge, le stazioni di servizio in autostrada dovranno rimanere aperte in misura non inferiore ad una ogni 100 chilometri.





Aggiungi un commento
Ritratto di Laf1974
18 novembre 2020 - 19:59
Porelli, come ci dispiace. Potevate scegliere di fare i fiorai.
Ritratto di AndyCapitan
18 novembre 2020 - 20:01
1
ben gli sta...in passato avevano portato perfino la benzina sopra i 2 € al litro!!!!
Ritratto di Cancello92
19 novembre 2020 - 08:59
Come se la colpa fosse loro e non delle accise e dei tagli alla produzione fatti dall'opec
Ritratto di Vincenzo1973
19 novembre 2020 - 12:22
se in autostrada la benzina costa parecchio di piu, un po' di colpa ce l'hanno anche loro.
Ritratto di Cancello92
19 novembre 2020 - 13:21
La colpa mi risulta sia giustificata dal fatto che per avere il distributore in autostrada bisogna pagare un'ulteriore licenza che si vince con appalto, lo stesso vale per gli autogrill, infatti è per questo che sono tutte catene e non ne esiste nessuno di un piccolo imprenditore. Poi non so quanto si paghi e se l'aumento di prezzo sia interamente giustificato da questo costo ma nel caso non è obbligatorio rifornirsi li basta farlo prima di entrare in autostrada
Ritratto di RubenC
18 novembre 2020 - 20:06
1
Ah beh... diciamo che non mi riguarda! Ecco, con le colonnine questo non succede.
Ritratto di Cancello92
19 novembre 2020 - 01:53
Avrebbero fatturato meno anche con le colonnine essendo che non c'è traffico o no?
Ritratto di RubenC
19 novembre 2020 - 09:25
1
Sì, sì certo... Io mi riferivo ai disagi provocati dallo sciopero. Le colonnine, perlomeno, non scioperano.
Ritratto di Cancello92
19 novembre 2020 - 13:23
anche le pompe non scioperano ovviamente sono i loro gestori che le tengono chiuse per scioperare. Le colonnine sarebbero comunque di un gestore il quale può scioperare suppongo contro le misure che riducono il traffico
Ritratto di RubenC
19 novembre 2020 - 13:41
1
Il punto è che le colonnine sono completamente automatiche e funzionano anche se tutti lavoratori dell'azienda se ne rimangono a casa. L'unica cosa che potrebbe succedere sarebbe che un gestore blocchi volontariamente tutte le colonnine da remoto, ma non è mai successa una cosa simile... A maggior ragione è impossibile che succede con i Supercharger Tesla (a meno di un guasto).
Pagine